Basket, le gare di Prima divisione e Promozione

PISA – Diamo uno sguardo alle gare pisane del basket di Prima divisione e Promozione che ci giungono dal Cus Pisa, a cominciare dalla sfida di Promozione vinta dal Cus contro il Castelfiorentino. Successivamente analizzeremo la gara di Prima divisione contro il Versilia.

Falor Gialloblu Castelfiorentino – Cus Pisa 65 – 69 (21-11; 32-36; 49;52)
Così in campo: Romano (6 pt.), Farina (9), Caprioli, Mariotti (5), Turchi (17), Lacka (7), Garzella (2), Salvetti, Balestrieri (NE), Tavani (23). All. Giaconi

La sfida contro il Castelfiorentino si presentava come il big match della giornata di campionato e così è stato. Le due squadre rispettivamente al secondo e terzo posto si davano battaglia per ottenere una vittoria dal significato che va al di la dei semplici, seppur importantissimi, due punti in classifica. Se infatti i padroni di casa giocavano per avvicinare la seconda piazza i ragazzi gialloblu giocavano per il sogno di continuare a sperare nel primo posto e per non farsi risucchiare nella guerra delle posizioni per la post-season.

LA GARA – Partita fin troppo tranquilla nelle prime battute ed infatti il Cus paga a caro prezzo i minuti iniziali dove a causa delle percentuali basse e della scarsa incisività in difesa finisce sotto di ben 10 lunghezze. Dopo il suono della sirena però quella che si presenta in campo è un’altra squadra, la cui convinzione e durezza difensiva portano a ridurre il margine di vantaggio dei locali fino al sorpasso a due minuti dall’intervallo che diventa il +4 quando la sirena decreta l’intervallo lungo. La ripresa è molto combattuta su ogni pallone, ne viene fuori una gara avvincente ed equilibratissima come si evince dal parziale del terzo quarto (17-16).

IL FINALE – Il finale è emozionante e si decide grazie ad una ritrovata precisione nei liberi dopo uno 0/4 che aveva fatto vedere le famose “streghe” ai ragazzi universitari. Sono Lacka prima e Mariotti poi con un 4/4 a tenere sempre un margine di 3 punti tra le due squadre nei secondi conclusivi e poi nel finale un errore voluto dei locali in lunetta ed una invasione fischiata dalla coppia arbitrale suggella il risultato. Sicuramente da menzionare la prova realizzativa sotto le plance della coppia Turchi-Tavani, autori di 40 dei 69 punti totali.

IL COMMENTO – Queste le parole del mister, Matteo Giaconi: “Continuiamo per la nostra strada, sappiamo che ogni partita adesso è fondamentale perché manca poco e abbiamo sicuramente il peggiore calendario tra tutte le squadre. Dobbiamo cercare di non regalare un tempino ai nostri avversari perché non sempre possiamo recuperare lo svantaggio dovuto ai nostri cali soprattutto mentali iniziando dalla partita di venerdì”.

PRIMA DIVISIONE: CUS PISA – VERSILIA: 72 – 51 

Parziali: 15-6 / 19-13 / 18-16 / 20-16
Così in campo: Bagheri (19 pt.), Riboldi (1), De Lorenzo (6), Rossi (6), Altieri (7), Puccioni (6),Salza (14), Pierotti, Martini (7), De Vincentiis (6).

Arriva la vittoria contro Versilia, nonostante una preoccupante involuzione per quanto riguarda gioco e mentalità. Assenti dell’ultimo minuto Dell’Omodarme, Stefanucci e il coach Gorini; è Bagheri che si occupa della gestione della panchina.

LA GARA – Quello che sembra mancare in un inizio di gara in cui si gioca a chi segna meno è la solita grinta e aggressività, marchio di fabbrica di questa squadra. Grazie anche alla scarsa vena offensiva degli ospiti il Cus chiude la prima frazione in vantaggio di 9 punti. Questo resta il tema della gara con i gialloblu che arrivano fino a 20 punti di vantaggio e poi subiscono il ritorno degli avversari che non riescono a rientrare mai completamente in partita. Nell’ultimo quarto due triple consecutive di Salza spengono le ultime velleità degli ospiti e la gara volge al termine in favore dei padroni di casa.

La vittoria è arrivata, ma senza quella verve che da sempre contraddistingue il Cus. La squadra è attesa al meglio delle proprie possibilità al più presto, dato che non è questo il team che si è tanto fatto apprezzare in molte gare di questo campionato.

 

By