Beach Soccer, serie A. Il Pisa tiene testa al fortissimo Viareggio

PISA – Dopo la sosta forzata nella prima giornata della 2′ tappa, rinviata per maltempo, il Pisa Beach Soccer Paim scende in campo al Riviera delle Palme Beach Arena, per un big match delle grandi attese, contro i bianconeri del Viareggio.

imageNella prima frazione di gioco, il Viareggio sale subito in cattedra, mettendo sotto di bene tre gol un Pisa apparso troppo poco cinico sotto porta. A rete al 10′ il numero uno della formazione versiliese, Carpita, con un tiro dalla distanza che beffa Battini. Raddoppia il conto Gori. Battini, lo atterra ingenuamente e il bravo attaccante viareggino, dal dischetto non sbaglia. A siglare invece il gol del secco 3-0 parziale ci pensa Valenti. Singoli episodi e anche un pizzico di sfortuna che in questo primo tempo penalizzano comunque un buon Pisa. Nella ripresa, ingrana la giusta marcia anche la formazione di Marrucci.

Al 6′ è proprio numero 23 della dquadra pisana a siglare il primo gol di giornata per la propria formazione con un bel destro dalla distanza, che prima colpisce il palo e poi si infila in rete. Nel secondo periodo il Pisa prende in mano il gioco e impone il proprio ritmo trovando anche il secondo gol che accorcia di nuovo le distanze. A firmare la rete è il giovane tahitiano Labaste che un bel gol gonfia la rete alle spalle di Carpita. Il Pisa ci crede e sente l’odore del pareggio. A scombinare i piani, ci pensa però Torres. dall’angolo trova il gol del 4-2 che porta di nuovo il Viareggio a più due. I ragazzi di Pisa incassano ma non mollano e rispondono subito con un super Di Palma in grande spolvero che finalizza una buona giocata di squadra. Il terzo tempo si apre sul punteggio di 4 a 3 con Pisa ancora agguerrito alla ricerca del pareggio. Sfiora il pareggio più volte la formazione nerazzurra di Marrucci. Clamorosa l’occasione di Mirko Marrucci che ad un passo dal pareggio trova il palo. Gol sbagliato, gol subito. Un’ingenuità della difesa nerazzurra regala a Remedi la possibilità di allungare di nuovo. Ancora un rigore, a tre minuti dalla fine. Il risultato va sicuramente stretto alla squadra di Marrucci e co che ha tenuto testa ai campioni d’Europa.

By