Benessere psico-fisico e fair play nello sport: siglato protocollo fra CONI Toscana e Ordine degli Psicologi

PISA – Siglato quest’oggi a Firenze un protocollo d’intesa fra l’Ordine degli Psicologi della Toscana e il CONI Comitato Regionale Toscana. Il protocollo è stato sottoscritto – nella sede dell’Ordine degli Psicologi – dal presidente OPT Lauro Mengheri e il presidente CONI Toscana Salvatore Sanzo.

image

«L’obiettivo generale del protocollo – hanno spiegato Mengheri e Sanzo – è quello di implementare le sinergie tra i due enti al fine di promuovere le azioni e le prerogative di entrambi. Con l’accordo vogliamo promuovere una cultura del benessere intesa come mantenimento di uno stile di vita sano attraverso la realizzazione di attività fisica e sportiva (anche non agonistica). Inoltre, diffondere la cultura sportiva attraverso la promozione di azioni ispirate ai valori di fair play e rispetto delle regole e dell’avversario».

Con l’accordo inoltre sarà promosso il ruolo dello psicologo quale figura che aggiunge valore alla crescita personale, relazionale e sportiva di ogni atleta, società e ente-organizzazione sportiva. Si vuole poi contrastare l’abusivismo relativo ad interventi di carattere psicologico messi in atto da persone non in possesso dei requisiti previsti dalla normativa in vigore.

«A tal fine il CONI Toscana e l’Ordine degli Psicologi della Toscana – ha sottolinea Viviana Pistolesi, referente OPT del gruppo di lavoro Psicologia dello sport – si impegnano ad istituire un tavolo di lavoro permanente, con lo scopo di dare attuazione a quanto previsto dal protocollo d’intesa partendo operativamente con l’utilizzo di un questionario inerente la figura dello psicologo dello sport che sarà inviato a tutti i presidenti di Federazioni e Enti di promozione sportiva presenti nel territorio toscano. I risultati saranno resi noti con un evento organizzato in collaborazione tra i due Enti – ha illustrato Pistolesi –, per far conoscere agli iscritti e alle istituzioni politiche dedicate all’argomento la rilevanza della collaborazione».

By