Benevento – Pisa, la beffa arriva in coda alla partita. Incertezza difensiva e Montiel pareggia la rete di Caputo

BENEVENTO – Peccato. Il Pisa porta via un punto dal “Vigorito”. Da come si era messa e’ un pareggio che lascia l’amaro in bocca. Il gol di Caputo aveva portato in vantaggio il Pisa. Nel finale nell’unica disattenzione difensiva la formazione di Pagliari viene punita da un gol di Montiel.

A vederla dalla parte nerazzurra guardiamo il bicchiere mezzo pieno di questo punto, quasi quasi sottoscritto alla vigilia per le molte assenze e quello mezzo vuoto che ci vedeva a quattro minuti dalla fine del recupero in testa alla classiifica. Primato svanito da un incertezza di Provedel e una mancata copertura sul primo palo.

Per la gara contro sanniti mister Dino Pagliari deve fare a meno di capitan Ciccio Favasuli infortunato Bollino squalificato, Massimo Lucarelli influenzato, oltre a Rozzio e Martella che sono tuttavia sulla via del recupero.

Rosa dunque ridotta all’osso con il mister nerazzurro che e’ stato costretto a convocare in terra campana due giovani centrocampisti della Berretti Mattioli e Brillanti che partono dalla panchina. Caputo vince il ballottaggio con Cia sulla fascia destra con il tecnico di Macerata che preferisce coprirsi. Nessun cambio per il resto della squadra con la difesa composta da Pellegrini, Goldaniga, Kosnic e Sabato. Sulla linea mediana agiscono Mingazzini e Sampietro con Napoli a sinistra pronto a rifornire le sue punte Arma e Giovinco. Mister Guido Carboni dal canto suo deve rinunciare a Mengoni e Aygei (infortunato) e Anaclerio (squalificato). Espinal vince il ballottaggio con Vacca sulla fascia destra. Di Deo dunque resta centrale di centrocampo con Mancosu a sinistra. In difesa Som sostituisce lo squalificato Anaclerio, con Signorini e Milesi coppia centrale e Zanon a destra. Campagnacci la spunta su Altinier giustiziere con due gol al Pisa lo scorso anno. Evacuo agisce come boa centrale, mentre Montiel svarierà sulla sinistra del fronte d’attacco. Nell’impianto sannita oltre cinquemila i tifosi sugli spalti. Circa una ventina i tifosi Pisani che si sono sobbarcati la trasferta in terra campana sistemati nel settore ospiti. Due i pulmini partiti da Pisa del Club Autonomo di Marco Pavolettoni, con una piccola rappresentanza anche del Centro di Coordinamento. Benevento in maglia giallorossa, Pisa in maglia bianca a strisce verticali nerazzurre.

Dopo neanche un minuto di gioco zuccata Goldaniga – Evacuo, con il centravanti del Benevento costretto ad uscire per una ferita all’arcata sopracciliare. Evacuo riguadagna il campo dopo qualche minuto con una vistosa fasciatura. I primi minuti sono a favore del Benevento che tra il 5′ ed il 6′ va alla conclusione prima con Montiel e poi con Campagnacci. In ambedue le circostanze la palla termina alta sopra la traversa. Piu Benevento che Pisa in avvio. All’8′ cross di Zanon da destra e colpo di testa di Mancosu che da due passi mette alto. Arriva al 13′ il primo tiro in porta del Pisa con una punizione di Giuseppe Giovinco, che però termina alta sopra la traversa. Dopo un inizio timido il Pisa guadagna campo. Al 15′ ci prova Napoli con palla che termina sul fondo. Al 17′ il primo ammonito della gara e’ Goldaniga costretto al fallo da Evacuo. Ammonizione pesante per Goldaniga che contro il Grosseto non ci sarà. Pochi istanti dopo il Benevento va vicino al gol con Evacuo che da pochi passi tenta da indirizzare in porta da terra, con Provedel che devia provvidenzialmente in calcio d’angolo. Al 20′ finisce sulla lista dei cattivi anche Sabato. Al 25′ Giovinco apre a sinistra per Napoli che con un tiro a giro fa tremare il Vigorito. Palla che sfila di poco sul fondo. E’ un Pisa più sicuro rispetto a quello visto nei primissimi minuti. Al 29′ ci prova anche Sampietro dal limite dell’area. Tiro centrale e facile preda di Gori. Poco dopo la mezz’ora e’ ancora Pisa con un gran cross di Napoli da sinistra. Arma non arriva all’appuntamento con la sfera di un soffio. Lo stesso Arma (32′) incorna un cross da destra di Caputo, ma la palla termina a lato di poco. E’ un buon Pisa, non c’è che dire, che tiene bene il campo e mette in difficoltà la legnosa retroguardia del Benevento, che ogni qualvolta il Pisa viene in avanti sembra soffrire. L’ultima parte della prima frazione di gara non regala particolari emozioni, se non un calcio piazzato di Giovinco che il folletto nerazzurro calcia ancora una volta alto.

Non cambia nulla nelle formazioni ad inizio ripresa nelle due squadre. La prima occasione e’ per il Benevento con una punizione di Zanon che Provedel con un tuffo sulla destra devia in angolo. Il Pisa risponde subito con Sabato che sempre su situazione di palla inattiva colpisce la parte superiore della traversa da circa 25 metri, con Gori che devia in angolo. Il Benevento con l’esperienza cerca di mettere in difficoltà il Pisa conquistando una serie di calci d’angolo. Arma ha una grande occasione in campo aperto al 10′ ma e’ fermato al momento della conclusione da Signorini che non gli consente di battere a rete. Al 13′ il Benevento risponde con una conclusione dal limite di Campagnacci che con il sinistro lambisce il palo. Al 16′ Cifelli ammonisce Mancosu. Le squadre si allungano e gli spazi sono sempre più larghi da ambedue le parti. Al 20′ grande occasione per il Benevento. Cross di Zanon dalla destra e colpo di testa di Montiel da due passi che schiaccia la sfera, che termina sul fondo. Un occasione dopo l’altra per i giallorossi, che sciupano ancora (22′) con Mancosu che alza sopra la traversa credendo di essere in off-side. Il Pisa risponde con una conclusione alta sopra la traversa di Caputo. Nel Benevento c’è un Mancosu molto ispirato che prova ancora la conclusione dal limite, palla di poco a lato. Ma nel momento migliore del Benevento, il Pisa trova il gol. Giovinco mette in mezzo dalla destra, Napoli incorna la palla che si infrange sulla traversa e termina sui piedi di Caputo che da centro area con il destro batte Gori: 1-0 per il Pisa. Nell’azione del gol si fa male proprio Caputo che viene rilevato da Simoncini al 27′. Nel Benevento fuori Zanon per infortunio (trasportato per accertamenti in ospedale). Mister Carboni inserisce anche Di Piazza per dare vigore all’attacco, ma i giallorossi dimostrano di non aver ancora assorbito il contraccolpo psicologico del gol subito. Il Pisa controlla la partita. Al 33′ Pagliari richiama in panchina Giovinco e inserisce Melis per dare sostanza al centrocampo nerazzurro. Il tecnico nerazzurro all’alba del 40′ richiama anche Mingazzini e inserisce Forte per non abbassare troppo il baricentro della squadra. Nel finale la beffa. Angolo da destra di Montiel (46′) incertezza di Provedel che non riesce a trattenere la sfera all’altezza del primo palo dove nessuno era andato a coprire. Palla in rete e 1-1. C’e tempo nel periodo di recupero per l’espulsione di Signorini per doppia ammonizione. Cifelli manda tutti sotto la doccia. Il Pisa porta via un punto e prosegue la striscia positiva in attesa della gara di sabato prossimo contro il Grosseto.

20131108-225736.jpg

You may also like

By