Bilancio per Pisa entro il 31 Dicembre. Novità e progressi

Pisa – La città di Pisa si riconferma tra le città che riescono ad approvare il bilancio entro il 31 dicembre. Non si tratta solo di fare i “primi della classe”, ma di evitare le penalizzazioni, pesanti, in caso di bilancio approvato in ritardo.

Il Comune di Pisa continua inoltre a ridurre il debito: dal 2003 al 2017 il debito è passato da 139 a 24,9 milioni di euro con la previsione di arrivare a 20 nel 2018. Questo significa meno interessi annui e quindi più risorse correnti per scuola, sociale, trasporti pubblici: è grazie alla virtuosa gestione finanziaria che Pisa, negli anni di crisi, è riuscita a mantenere il livello dei servizi ai cittadini. Grazie anche alla lotta all’evasione fiscale che ha permesso di recuperare negli ultimi anni, dal 2013, 7 milioni di euro.

La novità di quest’anno è la riduzione della Tari dal 2 all’8% a seconda dei casi. «Grazie al nuovo sistema di raccolta con il porta a porta nei quartieri e i cassonetti automatizzati in centro Pisa è passata dal 40% al 58% di differenziata – spiega il sindaco di Pisa Marco Filippeschi – questo ci permette un risparmio nello smaltimento dei rifiuti e così possiamo abbassare la Tari. Inoltre grazie ai conti in regola e allo sblocco del turnover il Comune assume in 3 anni 102 persone. Arriviamo al bilancio dopo l’importante accordo firmato con i sindacati».

«Il bilancio si posa su quattro pilastri: riduzione fiscale, mantenimento dei servizi, riduzione del debito e ripresa delle assunzioni – continua l’assessore al bilancio Andrea Serfogli – sarà estesa la tassa di soggiorno agli affitti brevi per i turisti per equità nei confronti degli altri soggetti che già pagano l’imposta. A Pisa una delle tasse di soggiorno più basse d’Italia, tra 1 e 2 euro al giorno a seconda del tipo di struttura».

Grazie al bilancio si mettono in cantiere opere pubbliche per 51 milioni di euro, tra cui: Progetto Binario 14 per zona stazione e San Giusto, Progetto PIU dei Passi, Piazza San Paolo a Ripa d’Arno, sicurezza idraulica a Pisa Nord, completamento della fognatura di Tirrenia, riqualificazione del quartiere di San Martino, piazza Vettovaglie con il contributo della Fondazione Pisa, primi interventi per il parco di via Bargagna, gl9 interventi del bilancio partecipato

By