Bilancio regionale. Oltre 3milioni a Pisa nel 2017 dalla prima variazione. Pieroni (PD): “Risorse che aiuteranno a valorizzare e rafforzare il territorio”

PISA – La commissione Affari istituzionali del Consiglio regionale ha licenziato la Proposta di legge sulla prima variazione al bilancio di previsione della Regione. Diversi gli interventi finanziati già a partire dal 2017, le risorse destinate alla provincia di Pisa sono pari a 3milioni e 150mila euro.

Si tratta di risorse importanti – spiega Andrea Pieroni, consigliere regionale e membro della commissione – che saranno un sostegno alla valorizzazione e al rafforzamento del nostro territorio. I contributi serviranno per finanziare interventi di vario tipo: dalla ristrutturazione della biblioteca, allo sviluppo di progetti innovativi al completamento di opere già avviate. Da sottolineare anche che 2milioni e 500mila euro sono parte dei 13milioni totali derivanti dalla cessione delle quote Sat da parte della Regione che, come da accordo, dovranno tornare sul territorio”.

In particolare gli interventi che saranno sostenuti con contributo regionale sono:
– l’allestimento e la gestione del “Science Center”, parte integrante della Cittadella Galileiana e la stazione Marconi di Coltano con 2milioni di euro
– la ristrutturazione della biblioteca universitaria della Sapienza dell’Università di Pisa con 500mila euro
– il progetto di valorizzazione del teatro Ernesto Rossi di Pisa con 100mila euro
– il progetto definitivo esecutivo del liceo Marconi di San Miniato con 400mila euro alla provincia di Pisa
– lo sviluppo del progetto regionale FabLab, centro di ricerca e sperimentazione dedicato all’innovazione all’interno del Polo tecnologico di Navacchio, con 50mila euro l’anno per tre anni

Sono finanziamenti strategici, anche se non esauriscono le necessità – precisa Pieroni –, che sono volti alla ricerca, alla cultura, alla formazione; risorse preziose per rafforzare la vocazione di Pisa quale polo qualificato in ambito culturale e scientifico a livello internazionale”.

By