Boccadarno, il nuovo Ad Tempesti traccia il bilancio dopo un anno di attività

MARINA DI PISA – ”Attualmente in porto ci sono circa 150 barche ormeggiate stabilmente e il numero cresce di mese in mese nonostante diversi armatori che hanno acquistato il posto barca non l’abbiano ancora utilizzato né locato”. Lo ha detto oggi Simone Tempesti, amministratore delegato della Boccadarno spa, la società proprietaria del porto turistico di Pisa durante la cerimonia per il primo compleanno di età dello scalo.

“Da febbraio a oggi – ha aggiunto – è stata siglata una media di un contratto al giorno di ormeggio di medio e lungo periodo e numerose sono le prenotazioni per la fine della stagione estiva. Ma il gradimento del porto di Pisa lo si ricava anche da un altro dato, quello dei cosiddetti transiti, cioè le barche che sono in crociera nel Mediterraneo e scelgono Pisa per una sosta meno prolungata: negli ultimi due mesi sono stati circa 250 e di questi il 50% ha riguardato barche straniere. Più o meno gli stessi registrati in tutto il 2013″. Il primo anno di attività è servito a completare anche i servizi a favore dei diportisti: gli equipaggi delle imbarcazioni hanno a disposizione una stazione meteo consultabile on line, una webcam puntata sull’imboccatura del porto per rendere più agevole l’ingresso nel bacino di ormeggio e il wi-fi su tutta l’area portuale, servizio che fornisce anche informazioni in sei lingue su Pisa e la Toscana relativamente a eventi, manifestazioni e spettacoli di cui si potranno anche acquistare on line i biglietti. A breve sarà operativo anche il servizio di bunkeraggio.

Fonte: ANSA

20140630-205459.jpg

You may also like

By