Body Building. Luca e Maria, una coppia di sposi pisani ai Mondiali di Spagna. Il Guerriero e l’Amazzone il 7 e l’8 Dicembre impoegnati a Tarragona

 

PISA – Una coppia di sposi pisani porterà la “croce pallata” in una finale mondiale della specialità di Body Building. Stiamo parlando di Luca Mammini e della moglie Maria Azzarelli che il 7 e l’8 Dicembre prossimo con la Nazionale Italiana affronteranno i Mondiali IFBB Word Amateur Master Championship e IFFB Junior World Cup in programma a Tarragona in Spagna.

 

 

 

I due campioni pisani che si allenano nella palestra della Popolare Cep, si sono raccontati all’interno di RCM Notizie martedì 4 dicembre in onda su Radio Coltano Marconi (AM 1305 o in streaming all’indirizzo www.radiocoltanomarconi.it) ogni sera dal lunedì al venerdì alle ore 18 e condotta da Antonio Tognoli.

Un grande risultato per la nostra città che per la prima volta approda ad una finale mondiale di Body Building. Luca, molto conosciuto in città con il soprannome “Il Guerriero” titolare di una carrozzeria e grande tifoso del Pisa e Maria che ha trasmesso la passione anche alle figlie Sara e Irene oltre che al marito e’ soprannominata l'”Amazzone“,  hanno ottenuto due primi e due secondi posti, nelle qualificazioni in programma a Napoli e Bari nel mese di Novembre.

Un grande risultato, siamo soddisfatti perché questi appena trascorsi sono stati mesi di sacrificioraccontano Luca e Mariaabbiamo preparato una valigia piena di dolci che mangeremo appena terminati i Mondiali di Tarragona“, scherzano i due che spiegano quale sia la preparazione in vista di un mondiale: “Mediamente ci alleniamo sei giorni la settimana per due ore e mezza – tre al giorno per poi ridurre ad un ora e mezza quando la gara si avvicina – dice Luca – per me a Tarragona sarà la prima volta in una finale Mondiale e sarà una grande emozione“.

I due sposi pisani spiegano anche un po’ di segreti del Body Building. “I tre mesi che precedono la gara sono quelli più duri perché c’e’ il tiraggio del muscolo e i pasti durante la giornata sono sei più alcuni spuntini. Non si possono assolutamente mangiare dolci – dicono i due campioni – Le cose da mangiare sono poche, e’ inutile nasconderci, il Body Building e’ uno sport di grande sacrificio”.

Luca e Maria parlano della loro avventura che li ha avvicinati a questo sport. “Mi sono avvicinata al Body Building all’eta’ di 40 anni – dice Maria – con un semplice “Fai da te” in palestra che frequentavo spesso e negli orari in cui non stavo con i miei figli”. “Ho iniziato questo sport da quando ho conosciuto Maria – dice Luca – e ora ci togliamo insieme questa grande soddisfazione andando a disputare i mondiali a Tarragona in Spagna”, conclude Luca.

I due campioni si soffermano un po’ sulle regole di questo sport. Le regole europee spiegano Luca e Mariasono sicuramente molto più severe di quelle italiane. Sulle pose ogni federazione ha le sue regole e non puoi violarle. In Europa bisogna essere ben preparati perché sulle pose bastano dei piccoli errori per essere penalizzati nel punteggio. Noi dopo molti sacrifici porteremo in alto la croce pisana ai mondiali e speriamo di ottenere un buon risultato“.

 

Loading Facebook Comments ...
By