Bruno Giordano: “Sono contento di affrontare una squadra tosta in uno stadio caldo”

PISA – Il tecnico bianconero torna all’arena Garibaldi da ex poco amato dopo la brutta esperienza del 2009 quando portò il Pisa del presidente Pomponi alla retrocessione diretta in serie C.

“Il Pisa ha sfiorato la B l’anno scorso. E’ una bella squadra, sono contento di incontrare subito un avversario tosto in uno stadio caldo. I ragazzi saranno subito costretti ad alzare le antenne”,

Bruno Giordano parla della sua esperienza a Pisa: “Io quando ero allenatore a Pisa i miei punti li feci. Però noi che stavamo per salvarci retrocedemmo e l’Ancona che stava retrocedendo si salvò. Ci furono diverse inchieste e partite strane in quel campionato, sappiamo come andarono a finire. Inoltre la società era in forte crisi e fallì”.

Analogie con Ascoli ? “No, qui se vado in sede trovo il presidente o il Ds e so chi chiamare. A PIsa c’era solo il segretario, una situazione davvero allo sbando”.

Il tecnico bianconera parla della situazione in casa Ascoli: “Io con i giovani ci lavoro bene. Le mie categorie, infatti, sono i “più bravi” e “meno bravi”. Non i più giovani e i meno giovani. Quindi non ho problemi a schierare eventualmente una squadra giovane. Dal mio arrivo abbiamo disputato diverse partitelle. In questo modo mi sono fatto un’idea delle caratteristiche di ognuno di loro. Purtroppo non ho potuto vedere tutti all’opera. Spero di farlo al più presto”.

Modulo? “Mi piacerebbe giocare con un trequartista dietro le punte, uno che giochi tra le linee e svari su tutto il fronte. Nel calcio di oggi un giocatore con queste caratteristiche è utile. Tra quelli che ho avuto a disposizione purtroppo nessuno ha queste caratteristiche, quindi credo che stavolta giocheremo diversamente. Aspettando di recuperare gli infortunati e magari trovare qualcuno che possa giocare in quel ruolo”.

SOTTO BRUNO GIORDANO CHE DOMANI TORNERÀ ALL’ARENA DA AVVERSARIO

20131102-161428.jpg

By