Bruno Martella: “Con il Viareggio derby speciale, ma al fischio d’inizio penserò solo al Pisa”

PISA – Per Bruno Martella domenica contro il Viareggio sarà una partita speciale, una partita di calcio contro i vecchi compagni di squadra, attuali amici anche fuori dal campo.

Dal fischio di inizio però ognuno però penserà alla sua squadra e Martella sicuramente al Pisa che ha una grande necessità di vincere per uscire d un momento decisamente no.

Inutile dire che per te il derby sarà una partita speciale…

“Per me la gara contro il Viareggio sarà una partita speciale perché con certi compagni mi ci vedo tutt’ora e passo con loro del tempo insieme, facciamo delle cene. Ovviamente dal fischio d’inizio penserò solo al Pisa”.

Che Viareggio ti aspetti?

“Loro vengono da un buon momento, domenica sono riusciti a battere una squadra forte come il Benevento, in attacco hanno un giocatore fastidioso come Romeo e De Vena e soprattutto Vannucchi che per la categoria e’ un lusso”.

Quali sono le condizioni fisiche di Bruno Martella?

“Dall’acciacco che ho avuto non ho ancora ritrovato la condizione giusta, ma sono sicuro che a partire dalla gara contro il Barletta sarò pronto e a completa disposizione del mister”.

Mancano i cross di Martella per innescare Arma come accadeva ad inizio stagione?

“Forse si un po’ mancano, ma comunque anche i miei compagni quando sono stati chiamati in causa hanno fatto bene”.

Tornando alla gara di Lecce cosa non ha funzionato?

“Prendere gol dopo nemmeno un minuto taglia le gambe a chiunque, ma noi abbiamo egualmente reagito e secondo me lo abbiamo fatto anche bene sia dopo il gol che dopo l’espulsione di Rozzio e se l’arbitro avesse fischiato il rigore ad Eros ne sarebbe uscita un altra partita”.

Sabato Alessandro Birindelli ha ritirato la squadra Esordienti per la lite tra genitori in tribuna. Un tuo pensiero…

“Ho seguito la vicenda attraverso i giornali. Secondo me ha fatto bene alla fine perché per i bambini il calcio deve essere un divertimento e i genitori si sono dimostrati immaturi”

Il caso – Mingazzini tiene banco in queste ultime ore. Che cosa ti sentì di dire?.

“Sta un sacco con me, dorme a casa mia, quindi ho un contatto stretto con lui e sto male per quello che gli sta succedendo. Non posso che dargli tutto il mio sostegno”

SOTTO BRUNO MARTELLA (foto pisanews.net)

20131218-144421.jpg

By