Buti. Gli anziani tornano a scuola insieme ai piccoli studenti del Gian Burrasca

PISA – Superare le barriere dell’età e condividere spazi, idee, momenti insieme ed esperienze, racconti e opportunità. E’ questo il senso del progetto “Buti da 0 a 100”, un’occasione che coinvolge anziani e bambini in momenti creativi ed emozionanti.

Gli ospiti della Rsa “I Maggi” di Buti e i cittadini del futuro della scuola dell’infanzia Gian Burrasca di Buti si sono incontrati in vari momenti per un progetto che va avanti fino a maggio e sta riscuotendo un successo inatteso.

Attraverso questo progetto – fanno sapere dalla Rsa – si vuol creare un canale di comunicazione tra le due istituzioni, affinché ognuna porti un contributo umano, sociale e culturale all’altro”.

Sono state, e saranno, proposte svariate attività dove sia gli anziani che i bambini avranno l’occasione di esprimere loro stessi in un contesto di libertà e serenità dando e ricevendo l’uno dall’altro.

Grazie a questa iniziativaspiega Gessica Massei, presidente di Agape, cooperativa sociale che gestisce la struttura – mettiamo in pratica i principi che ispirano la nostra attività di assistenza. Gli anziani sono una risorsa per la comunità ed è giusto che siano parte attiva del progetto. È una preziosa collaborazione che permette di portare all’interno della struttura energia nuova. Un modo per collegare le realtà educative e sociali sul territorio”.

L’incontro tra generazioni, sono avvenuti di mattina negli spazi interni ed esterni della Rsa in accordo con il personale delle due istituzioni. Sono stati realizzati, nei mesi appena trascorsi, svariati laboratori creativi – a febbraio ben 3 – che mirano a recuperare o mantenere le capacità degli ospiti e sviluppare quelle dei bambini.

I lavori sono stati orientati alla motricità fine, alla coordinazione dei movimenti, alla stimolazione cognitiva e allo sviluppo della creatività. Tra le varie attività sono stati messi in atto un laboratorio di ricamo, uno di bigiotteria e uno di pittura. È inoltre previsto un lavoro che permetta di realizzare una Lettura di fiabe da parte degli utenti della Rsa ai bambini della scuola dell’infanzia. Non solo. In occasione della Pasqua, i bambini porteranno i loro auguri agli anziani della struttura, attraverso un disegno, un messaggio o una canzone. “Un momento speciale per gli anziani – spiega ancora la presidente – perché spesso proprio durante le festività si ha maggior bisogno di calore e vicinanza. Siamo molto felici che il progetto abbia un appuntamento come questo, un momento dedicato anche allo scambio di doni artigianali”. Altra occasione per la quale c’è grande attesa, a Buti, è il Laboratorio di musicoterapia con il maestro Marco Grigoletto. Infatti, i bambini avranno l’occasione di essere inseriti nel gruppo orchestra della Rsa I Maggi. Il musicoterapista valuterà i pezzi da suonare e concorderà con le maestre il numero degli incontri da fare. Una prima e fruttuosa esperienza è stata fatta a dicembre 2017, dopo due incontri di preparazione ha avuto luogo una “Lezione spettacolo” negli spazi della struttura, a cui hanno assistito familiari e genitori. L’esperienza è stata apprezzata da entrambi e, fanno sapere dalla struttura con un pizzico di orgoglio e tanto entusiasmo, “verrà sicuramente riproposta in futuro”.

By