Cagliari – Pisa 3-1. I sardi la chiudono nella prima frazione, il Pisa esce dalla Coppa Italia

PISA – Si chiude sul 3-1 la gara alla “Sardegna Arena” tra Cagliari e Pisa. I nerazzurri escono dalla Coppa Italia TIM. Partenza buona per il Pisa che però non regge l’urto dei sardi nella seconda metà della prima frazione. I ragazzi di Semplici acelleranno e complice anche una condizione fisica superiore vanno sul 3-0 e chiudono il match. Nella ripresa Masucci entra e segna un gran gol.

di Antonio Tognoli

PRE GARA. Mister Luca D’Angelo deve rinunciare a Beruatto infortunato. Nella prima sfida ufficiale della stagione, manda in campo un Pisa tutto nuovo senza però variare il 4-3-1-2 di partenza. Davanti a Nicolas ci sono Caracciolo e Hermasson con Berra e Birindelli padroni degli esterni. Quaini viene schierato davanti alla difesa con Gucher e De Vitis sulla mediana. Davanti la coppia d’attacco è formata da Lorenzo Lucca e Davide Marsura con Sibilli schierato da trequartista. Il nuovo acquisto, l’attaccante israeliano Cohen parte dalla panchina. Il Cagliari di Leonardo Semplici orfana di Nandez schiera inizialmente un 3-5-2 con Godin a guidare la difesa. Pavoletti e Joao Pedro in attacco. Una cinquantina i tifosi del Pisa presenti al “Sardegna Arena”.

IL PRIMO TEMPO. Inzialmente il Pjsa si schiera con la maglia color oro, il Cagliari in campo con la maglia rossoblù. La gara subito in salita per il Pisa. Lancio in verticale per Joao Pedro, erroraccio di Nicolas, palla sui piedi di Joao Pedro che deposita in gol. Dopo il ceck del Var però manganiello che è chiamato a rivedere il replay annulla. Sospiro di sollievo. Si riparte dallo 0-0 inziale, il gol dei sardi viene annullato. La risposta del Pisa non si fa attendere. Quaini conquista palla a centrocampo serve Marsura che dai 22 metri lascia partire un destro, la respinta di Cragno è difettosa, sulla traiettoria c’è Lorenzo Lucca, che scaraventa alle spalle del portiere rossoblù, ma anche questa volta la rete viene annullata per offside. Si rimane sul risultato ad occhiali. Si fa male Dalbert, curato per una botta sotto l’occhio per qualche minuto ko. Si pensa al cambio per l’ex Inter, che però stringe i denti e rimane in campo ed è protagonista con Joao Pedro sull’out di sinistra. Sul tiro-cross dell’ex Inter ci vuole la devizione di Nicolas per evitare guai maggiori in area di rigore. Buon momento per il Cagliari, ma il Pisa stringe i denti. Nicolas al 26′ sventa con una gran parata un colpo di testa di Joao Pedro su traversone da destra di Marin. Al 27′ lo stesso Marin entra in area salta Nicolas e deposita in rete il vantaggio del Cagliari: 1-0. L’arbitro a questo punto ne approfitta per un minuto refrigerante per le due squadre. Al rientro in campo è ancora Cagliari con Zappa che a Nicolas battuto colpisce il montante alla destra dell’estremo difensore nerazzurro. Il raddoppio però è solo rimandato di qualche minuto e arriva direttamente da corner. Angolo di Marin colpo di testa di Godin, ma la deviazione decisiva che manda la palla alle spalle di Nicolas è di Caracciolo: 2-0. La risposta del Pisa è in una conclusione da fuori di Sibilli. Ma è ancora il Cagliari a segnare al quarto minuto di recupero con Deiola che sottomisura devia alle spalle di Nicolas un traversone da sinistra dell’onnipresente Marin: 3-0. La prima frazione si chiude con un secco 3-0 per i ragazzi di Leonardo Semplici.

IL SECONDO TEMPO. Ad inizio ripresa dentro Marius Marin al posto di Quaini. Marsura ci prova dal limite, palla a lato. Il Cagliari risponde con un acrobazia di Joao Pedro che termin alta. Nel frattempo iniziano le sostituzioni. Fuori Lucca e Gucher, dentro Masucci e Toure, fuori Birindelli, dentro Leverbe. Il Pisa accorcia le distanze al minuto 67 direttamente da azione d’angolo con un colpo di testa di Masucci che salta più in alto di tutti eludendo anche l’intervento in copertura di Godin e mettendo alle spalle di Cragno: 3-1. Nel Cagliari dopo la pausa refrigerante, fuori tra gli applausi Diego Godin, dentro Lykogiannis. Nel Pisa dentro Mastinu, fuori Sibilli. Il Pisa cerca di trovare il 3-2. Marsura sottoporta è anticipato molto bene. Nel Cagliari fuori Joao Pedro e Pavoletti, dentro Pereiro e Simeone. Sono cinque i minuti di recupero. Dal limite ci prova Marius Marin, palla alta sopra la traversa. sio chiude sul 3-1 la sfida tra Cagliari e Pisa.

CAGLIARI – PISA 3-1

CAGLIARI (3-5-2): .Cragno; Walukiewicz, Godin (77′
Lykogiannis), Carboni; Zappa, Strootman, Deiola, Marin (94′ Altare), Dalbert; Pavoletti (86′ Simeone), Joao Pedro (86′ Pereiro). A disp. Aresti, Radunovic, Biancu, Oliva, Ceppitelli, Cerri, Ceter, Obert. AllLeonardo Semplici

PISA (4-3-1-2): 1 Nicolas; 2 Berra, 4 Caracciolo, 6 Hermasson, 19 Birindelli (64′ 3 Leverbe); 21 Quaini (46′ 8 Marin M.), 30 De Vitis; 27 Gucher (61′ 15 Tourè); 17 Sibilli (81′ 18 Mastinu) , 77 Marsura, 9 Lucca (61′ 26 Masucci). A disp. 22 Livieri, 25 Dekic, 11 Cohen, 36 Piccinini, 23 Fischer, 24 Izzillo, 29 Cisco. All. Luca D’Angelo

ARBITRO: Manganiello della sezione di Pinerolo.

RETI: 27′ Marin (C), 36′ aut. Caracciolo (C), 48′ Deiola (C), 67′ Masucci (P)

NOTE: serata calda, terreno in ottime condizioni. Ammoniti Tourè (P). Marin (C). Angoli 5-1. Rec. pt 4′, st 5′.

By