Calambrone, entro metà Giugno in funzione il tratto principale della nuova fognatura nera

CALAMBRONE – Conto alla rovescia per l’entrata in funzione del tratto principale della nuova fognatura nera di Calambrone, quello lungo 2,1 chilometri che va dal Vione del Vannini fino a via dei Platani.

Nei giorni scorsi, infatti, uomini e tecnici della Cooperativa La Rinascita, la ditta incaricata dal Consorzio “Nuovo Calambrone”, il pool d’imprese impegnato nei progetti di riqualificazione edilizia della località della costa pisana, hanno completato il collegamento fra la stazione di collegamento della vecchia tubazione, realizzata negli anni ’30, e quella nuova, uno degli ultimi interventi ancora necessari prima dell’attivazione della condotta fognaria. Che è prevista per la metà di giugno: per quel periodo, infatti, dovrebbero essere completati anche gli interventi agli impianti elettrici delle due stazioni di sollevamento – una poco dopo l’incrocio del viale del Tirreno convia dei Porcari e l’altra all’altezza di via dei Giacinti – che spingono i reflui verso il depuratore di Vione del Vannini ed effettuati gli ultimi collaudi da parte di Acque.

Una volta in funzione questo tratto, per il completamento di tutti gli interventi alla nuova fognatura nera di Calambrone rimane la realizzazione dell’ultima stazione di sollevamento, quella necessaria per spingere i reflui verso il depuratore anche negli ottocento metri di nuova fognatura compresi fra il Ponte dello Scolmatore e via dei Platani. Intanto proseguono i lavori di realizzazione della fognatura nel primo tratto della via dei Porcari che dovrebbero concludersi entro la fine del mese.

Sotto una foto dell’intervento all’incrocio fra il Viale del Tirreno e via dei Porcari: completato il collegamento fra vecchia e nuova tubazione, proseguono i lavori lungo la stessa via dei Porcari per nuova fognatura nera.

20140521-190759.jpg

By