Calci, approvato il bilancio di previsione 2020


CALCI – E’ stato approvato anche quest’anno entro il termine dell’anno precedente. Nonostante una forte penalizzazione economica derivante dal fondo di solidarietà e la futura carenza di entrata da parte dell’Autorità Idrica Toscana che farà mancare alle casse comunali 75mila euro annui, il Comune di Calci ha approvato il bilancio di previsione e, grazie ad una minuziosa e attenta manovra di spesa, anche per quest’anno non vedrà l’introduzione di nuove tasse (da tassa di scopo, tassa di soggiorno) né l’indoscriminato aumento di alcuna entrata comunale.

“L’approvazione del bilancio di previsione avviene in un contesto difficile e ingiusto per i nostri cittadini – interviene il Sindaco Massimiliano Ghimenti che detiene la delega al bilancio – perché il nostro Comune continua a subire un’inaccettabile penalizzazione economica dalla finanza pubblica. Un meccanismo contabile, il fondo di solidarietà, aiuta infatti gli enti che in passato avevano una spesa storica molto elevata a discapito di chi negli anni ha avuto una spesa più bassa e, soprattutto, della nostra capacità di azione e intervento per sopperire ai bisogni dei cittadini. Seppur in presenza di questa delicata situazione, grazie ad una politica parsimoniosa sull’indebitamento e ad una estrema attenzione alla spesa che ci ha visti limare ogni singolo capitolo di spesa centellinando anche i minimi margini, siamo orgogliosi di aver approvato un bilancio che garantisce servizi, aiuti nel sociale e  anche  più risorse  per i  opere.sul territorio”. Un bilancio di previsione che garantisce le risorse per le priorità di mandato messe nero su bianco dall’Amministrazione Comunale che ha altresì ridotto l’uso degli oneri di urbanizzazione per la spesa corrente in modo da aumentare la capacità di spesa dell’ente nel settore dei lavori pubblici. Invariate tutte le misure sociali che restano prioritarie per l’Ente di Piazza Garibaldi. “Saranno totalmente mantenute tutte le agevolazioni previste in base all’ISEE sui servizi a domanda individuale erogati dal nostro Comune quali asilo nido, mensa scolastica e servizio scuolabus per tendere ancora una volta la mano alle famiglie calcesane – spiega l’Amministrazione –. Confermata anche l’esenzione della Cosap per i Calcesani che decideranno di riqualificare le facciate delle abitazioni o degli edifici di proprietà quali imprese e negozi e potenziati alcuni investimenti nel campo della cultura e per i giovani che vedranno l’apertura di un centro aggregativo per i ragazzi il sabato pomeriggio.  “Per quanto riguarda la tassa sui rifiuti è prevista la prosecuzione del percorso di riallineamento della ripartizione dei costi tra utenze domestiche e non domestiche rispetto all’effettiva quantità di rifiuti prodotti dalle due categorie e dei servizi aggiuntivi forniti quasi quotidianamente ad alcune categorie di utenze non domestiche – prosegue il Sindaco -. Per questa ragione la Tari – che subirà un piccolo aumento anche per effetto del nuovo contratto applicato ai lavoratori del settore dopo l’internazionalizzazione del servizio- resta pressoché invariata per le famiglie (+0,7%) mentre si registra un aumento più sensibile per le utenze non domestiche, specie quelle che usufruiscono delle personalizzazioni. Come Amministrazione, anche in seguito agli auspicati rinnovi contrattuali dei lavoratori, abbiamo però chiesto garanzie a Geofor sul miglioramento della qualità del servizio e vigileremo attentamente affinché ciò sia realizzato”. Infine, novità del bilancio di previsione 2020, una misura che tenderà la mano ai commercianti e ad una maggior appetibilità e vivibilità del paese. “Vogliamo provare ad agevolare l’apertura serale di bar e pasticcerie nel periodo estivo – conclude la giunta – e, per favorire i nostri commercianti che accoglieranno questa proposta, abbiamo previsto lo sconto di 500 euro sulla Tari alle attività che accetteranno la sfida dando un ancor più bel biglietto da visita ai tanti turis

By