Calci. Buoni spesa, aiutate 143 famiglie

CALCI – 143 nuclei familiari per un totale di 32.400 euro. E’ il risultato raggiunto dal Comune di Calci che, in seguito alla consegna degli ultimi buoni alimentari, ha pressoché esaurito le risorse inviate dal Governo per aiutare le famiglie più bisognose. Proprio ieri, grazie all’aiuto delle associazioni di volontariato, sono stati consegnati i buoni spesa ad altri 45 nuclei familiari che, sommati ai 98 erogati nella prima tranche, hanno permesso di aiutare 143 famiglie.

Con questa erogazione sono stati pressoché azzerati i fondi inviati dalla Protezione Civile Nazionale e dal Governo – commenta l’assessore alle politiche sociali, Valentina Ricotta -. Ringrazio gli uffici comunali per il preciso e rapido lavoro nonché i volontari che ci hanno dato una mano per consegnare subito i buoni spesa alle famiglie aventi diritto”. Ma non è tutto. Nel corso del mese di maggio, in seguito alla richiesta di aiuto avanzata dal Comune e ha accolta dalla Fondazione Pisa che ha donato 15mila euro nonché a risorse proprio del Comune, saranno disponibili altri buoni spesa da destinare a tutti gli aventi diritto che hanno presentato domanda sia durante la prima che la seconda apertura del bando. “Si tratta di una ulteriore integrazione, circa il 50% di quanto già erogato (salvo l’arrivo di altre risorse governative), da destinare alle persone più bisognose della nostra comunità – precisa il Sindaco Massimiliano Ghimenti -. Per questo ringrazio Fondazione Pisa per aver immediatamente accolto la nostra richiesta di aiuto. Sarà l’ufficio sociale del Comune, nel corso del mese, a contattare gli aventi diritto e a dare le informazioni necessarie per ritirare i buoni alimentari. Questa misura, di concerto con l’apertura del bando relativo ai canoni di locazione, consentirà ai nostri cittadini più bisognosi di fronteggiare almeno in parte questo delicato periodo collegato alla diffusione del Covid-19”.

By