Calci, pannelli innovativi sulla Lungomonte: le polemiche non si placano fra maggioranza e minoranza

CALCI – Botta e risposta fra minoranza e maggioranza a Calci dopo l’istallazione dei pannelli innovativi decisi dalla giunta Ghimenti sulla Lungomonte.

“Né scherzi né polemiche, i nostri, ma una contestazione ferma e precisa sull’acquisto, per 17.435 euro, dei due pannelli elettronici posti all’ingresso del paese”. aveva tuonato nei giorni scorsi Serena Sbrana, capogruppo di Uniti per Calci: “Proprio per questo il Sindaco, con la sua maggioranza, ha dovuto correre ai ripari, scrivendo su Facebook non uno, ma ben tre post, per tentar di giustificare quella spesa assolutamente inutile. Si tratta di una cifra importante che, all’interno di quei capitoli di bilancio, non era vincolata all’acquisto dei pannelli luminosi voluti dalla maggioranza, ma poteva essere utilizzata per soddisfare priorità vere, nell’ambito, ad esempio, della manutenzione straordinaria del patrimonio. Il Sindaco, dopo aver letto sui social le reazioni sdegnate dei cittadini, ha cercato di svicolare e di metterla sul piano della sicurezza e della protezione civile: argomenti importanti, che stanno a cuore a tutti, dei quali però non vi è traccia negli atti con cui il Comune ha giustificato l’acquisto dei due pannelli. Si legge testualmente, infatti, che servono per “dare informazioni alla popolazione in primo luogo in merito ad allerta meteo ed in secondo piano per segnalare eventi, chiusura di strade ecc. Un doppione!” afferma la Sbrana “Abbiamo già l’Alert-System, che avvisa telefonicamente non solo per le emergenze meteo, ma anche per ogni evento particolare che riguardi il territorio, compresi quelli di protezione civile. Il Sindaco può raccontare quello che vuole, ma gli atti parlano chiaro. D’altronde siamo abituati a questi show, che tentano di ricostruire la verità a piacimento, ma l’apparenza inganna solo chi vuole essere ingannato”.

Non tarda ad arrivare la risposta della maggioranza con Francesca Meneghini, capogruppo di Centrosinistra-Porgetto Calci 2024. “La minoranza risponde piccata ai nostri post in cui chiariamo ai cittadini motivi e utilità dell’istallazione dei pannelli luminosi innovativi all’ingresso del paese lungo le due vie provinciali. E’ indubbio che si possano avere vedute diverse e priorità diverse su come spendere soldi dei capitoli di bilancio. Ognuno ha il proprio mandato di programma e chi è stato scelto dalla maggioranza dei cittadini porta avanti il proprio con responsabilità e preparazione. Quindi dire “quei soldi potevano essere spesi diversamente” “potevano soddisfare priorità vere (?)”, francamente, lascia il tempo che trova. Non staremo qui a ripetere l’utilità di quei pannelli, ci preoccupa solo che la minoranza insista nel sottovalutare le azioni dell’amministrazione in ambito di sicurezza e protezione civile. Continuano a parlare di doppione del sistema di allerta telefonico, senza considerare che questi pannelli forniranno informazioni utili non solo ai cittadini ma anche alle tante persone che visitano il paese da fuori, o ai semplici fruitori delle due strade. Dimostrano miopia e leggerezza sui temi di protezione civile – incalza Meneghini – sottovalutando l’importanza di un investimento per eventuali, si spera poche, emergenze nel territorio. Vi chiediamo: non è utile informare i turisti delle chiusure della strada del Serra prima che file di auto si avventurino nelle tortuose strade di Castelmaggiore? Non sarebbe stato utile poter aggiornare cittadini e avventori della situazione strade e lavori della Protezione Civile nei giorni successivi all’incendio? Ci accusano di essere una sinistra che fa scelte senza motivazioni concrete e verificabili, ci accusano di svicolare la polemica spostando la discussione sui temi di sicurezza e protezione civile (come se fossero temi secondari!). Ecco, ci chiediamo che idea abbiano loro della gestione di un’emergenza…ma forse preferiamo non saperlo.

By