Calci, più telecamere per un maggior controllo del territorio

CALCI – “Fin dal nostro insediamento abbiamo tenuto alta l’attenzione sul tema della sicurezza. Abbiamo costantemente sollecitato gli organi preposti a far in modo di avere un presidio maggiore di forze dell’ordine sul territorio per la criticità che più preoccupa i cittadini, ovvero il fenomeno dei furti in abitazione.”. Queste le parole del Sindaco di Calci Massimiliano Ghimenti.

“Oltre a ciò, è stata pienamente utilizzata la convenzione con l’associazione nazionale Carabinieri anche allo scopo del monitoraggio di certe zone e situazioni, con l’eventuale immediato allertamento dei numeri di emergenza. Certamente la novità di maggior rilievo rispetto al passato è rappresentata dall’investimento per la creazione -e la successiva implementazione- del sistema di videosorveglianza comunale.

“Siamo partiti dotando Calci di una centrale operativa collegata con 7 telecamere fisse (piazza Garibaldi, giardini pubblici, perimetri scolastici adiacenti, via Roma, semaforo la gabella) ed una mobile (soprattutto per contrasto all’abbandono dei rifiuti).

“Oggi presentiamo il potenziamento di tale sistema. Raddoppiano infatti le telecamere comunali collegate alla Centrale Operativa. Telecamere ultramoderne sono state collocate anche al parco delle fonderie, a pontegrande e in via calzezane per tracciare i flussi verso le Frazioni alte, in piazza cairoli, ed al parcheggio di via Brogiotti, oltre a due importantissimi lettori targhe che registrano i flussi in entrata verso Calci da la Gabella e da ponte dello Zucchini.”

In pratica, ogni auto che transita viene identificata tramite la targa e fotografata. Uno strumento preziosissimo quest’ultimo poiché permette facilmente di controllare e di identificare vetture anche con dati parziali (ad es. se si assiste ad un reato ma si riesce a prendere una targa parziale e/o colore modello vettura).

La collocazione delle installazioni è stata autorizzata dal Comitato Ordine e Sicurezza Pubblica ed ha tenuto conto delle indicazioni del comando provinciale carabinieri, anche in relazione al Contrasto del fenomeno dei furti operato -spesso- da bande che transitano colpendo più comuni.

La Regione Toscana, attraverso apposito bando ha riconosciuto un finanziamento di 15.000 euro (il massimo previsto) al nostro Ente per questo progetto.
Un’altra misura indiretta per la sicurezza: Installati ad oggi 30 nuovi lampioni/punti luce. E ne arriveranno nel corso del 2018 almeno altrettanti, anche in zone isolate del territorio. E’ di tutta evidenza l’impatto anche sulla percezione di sicurezza dei cittadini.

Il rappresentante del Comando Prov.le dei Carabinieri, dott.ssa Cristina Spina, ha aggiunto: “ Siamo qui per dire grazie all’Amministrazione Comunale perché questi strumenti sono davvero importantissimi sia per la prevenzione che per il contrasto di molte tipologie di reato”. Erano presenti anche il Comandante della Locale Stazione dei Carabinieri, Domenico Guglielmi, ed il Comandante della Polizia Municipale, Renato Sarno, che ha aggiunto: “Grazie al primo lotto di telecamere i reati contro il patrimonio pubblico si sono ridotti. Crediamo possa avvenire anche grazie all’ampliamento”.

La Prefettura non è potuta intervenire, ma plaude all’iniziativa.

By