Calcio femminile: in D il La Cella esce a testa alta da Seravezza

PISA – Una Cella parecchio rimaneggiata esce sconfitta dal campo del Seravezza 4-2, dopo una partita molto nervosa che pure ha lasciato qualche strascico polemico. Fitta pioggia, temporale, campo acquitrinoso, le padrone di casa sbloccano il risultato abbastanza presto sfruttando il contropiede. Il pareggio arriva alla mezz’ora su calcio di rigore concesso per l’atterramento di Ramagli e magistralmente realizzato da capitan Picchi. Peccato che poco dopo La Cella pasticcia nella propria metà canmpo e il Seravezza può andare di nuovo in vantaggio. Nel secondo tempo un tiraccio da fuori permette alle padrone di casa di triplicare, ma la gara è tutt’altro che chiusa. La Cella continua comunque a spingere e riesce a riaprire la partita: ci pensa Ramagli che fugge sulla fascia e riesce in qualche modo a far passare il pallone in rete con l’aiuto di Letta. Le pisane sembrano credere nel pareggio ma anche per il Seravezza c’è un rigore a disposizione: Paterni intuisce, tocca, ma il pallone si insacca. Si diceva di una partita nervosa: il Seravezza ha sicuramente messo fin troppo agonismo in campo, con incitamenti, esultanze e polemiche spinte al parossismo, rischiando anche di buttare tutto in rissa, un atteggiamento inspiegabile, visto anche il diverso livello di forze in campo. La formazione della Cella: Paterni; Lazzerini, Vaglini, Picchi, Rotaru; Della Croce, Rasenna (Teodori), Giamporcaro (Letta), Ramagli (Brau); Carpino, Gioli.

By