Call-center Vodafone Italia: da lunedì 700 dipendenti in mobilità

PISA – Continua la grande crisi occupazionale. Vodafone Italia dal prossimo lunedì, metterà in mobilità circa 700 dei suoi 8000 dipendenti.

“Quelli che si profilano sarebbero i primi licenziamenti della storia di Vodafone” scrive in una nota Silvia Cosci, segretario provinciale di Fistel-Cisl, la federazione dei lavori delle telecomunicazioni della Cisl, evidenziando che a Ospedaletto di Pisa c’é un call center con 480 addetti.

“Un numero che potrebbe ulteriormente assottigliarsi con il nuovo piano aziendale – afferma Silvia Cosci – quanti rischiano la mobilità a Pisa? Difficile dirlo. Vodafone ha annunciato di voler cedere il ramo aziendale dei servizi generali, ma risparmi potrebbero essere fatti anche in altri settori e dunque nessuno degli otto siti Vodafone (con Pisa, Milano, Ivrea, Bologna, Padova, Roma, Napoli e Catania) può considerarsi escluso dal piano dei tagli. Ne sapremo molto di più tra qualche ora: la procedura di mobilità, infatti, aprirà lunedì, da allora avremo 75 giorni per concludere il confronto”.

Il call center di Ospedaletto esiste dal 1998, spiega il sindacato, da quando Omnitel ospitò in un edificio di 46mila metri quadrati centinaia di giovani operatori: l’organico iniziale era costituito da 586 persone tra i 20 ed i 27 anni, più donne (86%) che uomini (14%), molti laureati (24%) ma soprattutto diplomati (76%). Poi Omnitel entrò nel gruppo Vodafone Italia e “il call center ha assunto il titolo della nuova compagnia dieci anni fa. Negli anni Vodafone ha affidato all’esterno alcuni suoi servizi: ha ridotto i suoi dipendenti diretti, ma nessuno di loro ha perso lavoro, mantenendo anzi nelle nuove società i diritti acquisiti”. (fonte Ansa)

You may also like

By