Camelie per il Polo oncologico di Santa Chiara. L’iniziativa della pittrice Pacini

Pisa – Dal 19 Maggio fino al 19 Giugno, la corsia del Polo Oncologico dell’Ospedale Santa Chiara di Pisa sarà abbellita dalle camelie della pittrice Isabel Pacini.

L’evento realizzato con il patrocinio del Comune di Pisa e il supporto della SdS Zona Pisana, durerà un mese: le camelie con corolle, petali e altri variopinti dettagli catturati dal pennello di Pacini abbelliranno questo reparto.

Trasmettere energia, gioia, felicità, voglia di vivere e tante altre emozioni positive trasmesse attraverso i colori è l’obbiettivo della pittrice, che in questo modo vuole regalare un po’ di ottimismo ai pazienti che ogni giorno frequentano il Polo Oncologico.

L’iter vede l’inizio Venerdi pomeriggio alle 18.30 nei locali dello stesso Polo oncologico (edificio 22), l’inaugurazione di una mostra molto “particolare” perché non è solo quella di un’artista che si presenta ad un pubblico, ma anche quella di una persona che comprende totalmente lo stato d’animo di tutti i pazienti che ogni giorno varcano le soglie del reparto di oncologia, frequentato da lei stessa da circa tredici anni.  Grazie alla collaborazione con la Fondazione Arco, l’artista è riuscita, dopo tutti questi anni a raccontare la propria storia e vissuto agli altri, così da potere esorcizzare la malattia e inviare un messaggio di speranza a tutti quelli che lottano ogni giorno.

La Fondazione Arco presieduta dal professor Alfredo Falcone, direttore dell’Unità Operativa di oncologia medica 2 dell’Azienda ospedaliera universitaria di Pisa, si occupa di ricerca in campo oncologico dal 2004 con sede operativa presso il Polo Oncologico dell’Ospedale Santa Chiara.

Il direttivo della Fondazione Arco, composto da Gianluca Masi (vicepresidente), dal Enrico Vasile (segretario), da Chiara Cremolini (responsabile scientifico) e dal Professor Falcone, si impegna quotidianamente insieme a tutto il gruppo del polo oncologico di Pisa nel perseguire un obiettivo comune, migliorare la cura del cancro.

L’assessore Sandra Capuzzi, presidente della SdS Zona Pisana, sostiene “Tanto possono fare anche iniziative come queste, volte a sostenere e fare opera di sensibilizzazione in favore della ricerca oncologica attraverso l’arte specie quando si tratta di realizzazioni che muovono dall’esperienza e dal vissuto dell’autore”.

“Credo sia indispensabile parlare il più possibile di ricerca, anche attraverso iniziative in altri campi come l’arte.” sostiene la dottoressa Chiara Cremolini Responsabile Scientifico della Fondazione Arco, “La ricerca sta a cuore a tutti, è una priorità che molti vivono sia direttamente che indirettamente.

By