Canapisa e Gennai: botta e risposta tra maggioranza e minoranza

PISA – “Non siamo rimasti sorpresi – così hanno dichiarato i capogruppo in Consiglio Comunale di maggioranza Alessandro Bargagna (Lega), Maurizio Nerini (Fdi-Nap), Gino Mannocci (Pisa nel Cuore), e Riccardo Buscemi (Forza Italia), osservando il teatrino messo in scena dalle opposizioni durante la chiusura dell’ultimo consiglio comunale.
Hanno dato ancora una volta dimostrazione di quanto per la sinistra e i cinque stelle valga poco la volontà espressa dalla maggioranza dei cittadini pisani con il voto alle ultime amministrative.

La contrarietà del Sindaco Michele Conti e della maggioranza a questa “manifestazione” non è mai stata un segreto e ci batteremo fino all’ultimo momento affinché quest’anno non si ripeta un corteo indecoroso che da troppi anni ha messo sotto scacco i quartieri cittadini.

Un evento che non porta né buon commercio né promozione turistica, ma al contrario crea un degrado vergognoso che i pisani non vogliono più vedere, non voglio più una città assediata e martirizzata, sporcata e militarizzata ad opera di persone estranee alla città.
Prendiamo atto – concludono i capigruppo di maggioranza – che la sinistra esprime ancora una volta il proprio appoggio a Canapisa fregandosene di cosa pensa la stragrande maggioranza dei pisani a prescindere dall’orientamento politico. Pisa ha già dato per diciotto lunghi anni: invitiamo i sindaci dei comuni “a guida rossa” a dimostrare nei fatti e in concreto la loro apertura, accogliendo e ospitando già da quest’anno la manifestazione nei loro comuni”.

I gruppi di minoranza hanno invece contestato l’operato di Alessandro Gennai presidente del Consiglio Comunale

“La sua totale inadeguatezza a condurre i lavori del Consiglio trova una ulteriore conferma in quanto accaduto martedi 30 aprile in Sala Baleari.
Il tentativo di proseguire i lavori del Consiglio quando era ormai terminato il tempo da dedicare alla riunione, i toni minacciosi nei confronti dei Consiglieri di minoranza, la richiesta dell’intervento dei vigili urbani per espellere dalla Sala delle Baleari il consigliere Auletta, la incapacità di comprendere che si stava operando un attacco pretestuoso a tutta la minoranza sono prove chiarissime della totale inadeguatezza del Presidente Gennai che continua a ritenersi il Presidente della Lega e non il Presidente di tutto il Consiglio. Una situazione certamente confusa che impone comunque scelte chiare alla maggioranza. Una maggioranza che tuttavia ha dimostrato di non voler sostenere in modo compatto il Presidente Gennai quando – Forza Italia, Fratelli d’Italia, Pisa nel cuore – hanno abbandonato rapidamente la Sala delle Baleari lasciando soli la Lega e il suo Presidente. Forse è giunto il tempo che nella stessa maggioranza qualcuno cominci a prendere atto di quanto sta accadendo; certamente il gruppo consiliare del PD non cesserà di rimarcare la necessità che, per un miglior funzionamento del Consiglio, si vada verso un rinnovamento della Presidenza magari con scelte che siano frutto di una reale concertazione istituzionale come impone il ruolo di Presidente del Consiglio Comunale”.

Nella foto Alessandro Bargagna con il Ministro della Lega Gianmarco Centinaio

By