Canapisa, le modifiche al traffico veicolare. La posizione di Confesercenti

PISA – In occasione della manifestazione “Canapisa” che si svolgerà a Pisa sabato 20 Maggio ecco le modifiche al traffico veicolare in vigore dalle ore 14.

Divieto di transito al passaggio dei manifestanti secondo il percorso prestabilito: piazza Stazione, viale Gramsci, viale Bonaini, piazza Guerrazzi, via Sangallo, Lungarno Fibonacci, ponte della Fortezza, lungarno Buozzi, via del Borghetto, via Luschi, via Gioberti, via Garibaldi, via Canavari.

Sulle stesse strade istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta su ambo i lati a partire dalle ore 12 fino a cessate esigenze.

LA POSIZIONE DI CONFESERCENTI. “Nel giorno di Canapisa proponiamo una campagna rivolta a tutti i commercianti del centro che prevede sconti per coloro che acquisteranno nei negozi aderenti che espongono un cartello in vetrina. Un modo per dire a tutti che la città è aperta nonostante il corteo che ne paralizzerà buona parte”. A lanciare questa provocazione è Antonio Veronese, presidente area pisana di Confesercenti, alla vigilia della manifestazione di domani. Veronese non contesta il diritto di manifestare da parte degli organizzatori, ma la forma. “Nessuno vuole impedire a qualcuno di rappresentare le proprie idee – insiste Veronese -, ma bisogna anche considerare che in questo caso il diritto di uno va ad intaccare quello di chi ha una attività e quindi, in un giorno come il sabato, spera di lavorare. E’ del tutto evidente che una manifestazione come Canapisa, che va ad incidere su arterie importanti della città sia a livello commerciale che per lo scorrimento del traffico, crea problemi. Ogni anno, però, ci troviamo a discutere di questo a pochi giorni dall’evento senza alcuna possibilità di concertarlo insieme”. Veronese parla poi del percorso che seguirà il corteo. “Ad oggi non è stato ancora comunicato il percorso del corteo. Presumiamo che sia lo stesso dell’anno scorso, ma crediamo che averlo saputo con qualche giorno di anticipo permetteva ai commercianti che si trovano nelle strade coinvolte di organizzarsi. Siamo chiari: nessuno paventa gesti di inciviltà o violenza, ma solo un disagio dovuto al transito di questo corteo come potrebbe essere di un altro. Sarebbe stato giusto quindi che le associazioni di categoria fossero informate per tempo”. Secondo il presidente di Confesercenti si poteva anche pensare ad una data diversa. “Canapisa quest’anno è organizzata alla vigilia della giornata delle Frecce Tricolori a Pisa. Una vera e propria prova generale per la stagione turistica. Sono tanti i turisti già in città e tanti che magari passeranno il fine settimana sotto la Torre anche per vedere l’esibizioni aeree di domenica. Una gestione dell’ordine pubblico, dovuta ad una presenza massiccia di turisti, che si complica anche per Canapisa. Ci auguriamo che il prossimo anno – conclude Veronese – si possa per tempo sederci ad un tavolo con gli organizzatori per discutere sulle modalità dell’iniziativa”.

By