Cancellata antiscavalco al Giardino Scotto. Le parole di Raffaele Latrofa

PISARaffaele Latrofa, assessore ai lavori pubblici è tornato a parlare in Consiglio Comunale della cancellata anti-scavalco istallata a Pisa al Giardino Scotto nei giorni scorsi che ha fatto tanto discutere.

Si tratta di un intervento di messa in sicurezza d’urgenza e con parere favorevole, anche se non necessario, della Soprintendenza. L’avvenuto intervento di chiusura degli accessi posti sul lato nord del percorso romantico di Giardino Scotto – ha spiegato Latrofa – è stato comunicato dall’arch. Daole alla Soprintendenza ai sensi dall’articolo 27 del Codice dei beni culturali e del paesaggio. Nella sua risposta, firmata dall’architetto Tampieri e dalla soprintendente arch. Valente, la Soprintendenza, cito testualmente, “prende atto favorevolmente dell’avvenuta messa in sicurezza d’urgenza del percorso romantico nella parte nord del Giardino Scotto. Qualora si intenda realizzare un sistema definitivo di chiusura sarà sottoposto a questo ufficio un progetto per il parere di competenza”. L’architetto Tampieri mi ha poi personalmente precisato che la comunicazione ex art. 27, vista l’urgenza, non occorre che sia precedente l’opera e che il parere non deve essere atteso per realizzare l’intervento“.

Mi preme inoltre sottolineare – ha proseguito ancora Latrofa – che nell’intervento di installazione della cancellata è stata utilizzata una tipologia di ancoraggio “a cravatta” che non prevede alcuna perforazione delle murature esistenti. Questo proprio perché si tratta di un intervento urgente e provvisorio. Quando verrà realizzata la chiusura definitiva presteremo grande attenzione all’aspetto estetico e sottoporremo il progetto al dovuto nullaosta della Soprintendenza“.

By