Cancro al seno, la mozione della consigliera Nardini

La consigliera del PD scende in campo a difesa delle donne: “Il tumore mammario è la principale patologia tumorale da cui sono colpite le donne europee e richiede per questo delle intense politiche sanitarie e di prevenzione”.

PISA – Crescono i numeri e i casi relativi al tumore al seno, di pari passo, tuttavia, cresce anche il progresso della ricerca. In quest’ottica diviene fondamentale la prevenzione: ne è convinta anche la consigliera del Pd.

“La Regione Toscana – afferma la consigliera – su questo aspetto si è sempre mossa con attenzione, con strategie finalizzate alla presa in carico dei casi. Il Centro di Senologia, ad esempio, rappresenta un vero modello organizzativo grazie a un gruppo multidisciplinare di professionisti e alla riunione di tutte le unità operative e dei servizi coinvolti nella diagnosi, cura e riabilitazione del carcinoma mammario. Forti di questo percorso abbiamo presentato in Consiglio Regionale una mozione che, innanzi tutto, chiede l’istituzione della Giornata nazionale di sensibilizzazione sul tumore al seno metastatico per il 13 ottobre, e di attivarsi presso Governo e Parlamento al fine di giungere all’approvazione della Legge 748 e del Ddl 481, così da arrivare alla concreta applicazione degli elementi migliorativi in essi contenuti su trattamenti diagnostici, terapeutici e assistenziali”. La consigliera ha partecipato domenica al flash-mob di sensibilizzazione organizzato dall’associazione “Non più sola” a Pontedera, nell’ambito della mobilitazione di Europa Donna Italia, e domani sempre a Pontedera prenderà parte alla tavola rotonda sul tumore al seno.

Prosegue Nardini: “Con la mozione chiediamo inoltre che le buone pratiche raggiunte dal nostro Sistema sanitario regionale siano punto di riferimento per uniformare l’approccio su scala nazionale e che si dia la più ampia diffusione possibile a iniziative finalizzate alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica e delle istituzioni su questo tema importante e delicato”.

By