Candidati sindaci a confronto: povertà e lavoro a Pisa.

PISAGiovedì 25 maggio alle 21 nella biblioteca dell’ex Convento dei Cappuccini di San Giusto (Via dei Cappuccini, 2b, Pisa) nel corso di una tavola rotonda, moderata dal giornalista Luca Lunedì e promossa dal Centro studi iCappuccini, un’iniziativa delle Acli provinciali di Pisa e a cui hanno aderito una ventina tra realtà associative (Azione Cattolica diocesana, Scout Agesci zona di Pisa, Bilanci di Giustizia, CittadinanzAttiva, Fondazione Toniolo, Chiesa Universitaria di San Frediano, Iris, Chiodofisso onlus, Libera, Ora Legale onlus, Movimento dei Focolari, Gruppi Famiglie Insieme, Officina di Economia Solidale) e imprenditoriali (agenzia formativa Aforisma, cooperative sociali Axis, Il Simbolo e Alzaia, Research&Recycling, Arkea srl). I temi cardine della giornata saranno la povertà e il lavoro a Pisa, ma anche l’immigrazione e la legalità. Sono i temi su cui saranno chiamati a confrontarsi i candidati sindaco.

«Abbiamo deciso di promuovere questo momento di confronto perché ci pare che i temi del lavoro e della lotta alla povertà e alle disuguaglianze, che a nostro parere sono la grande emergenza del Paese e una priorità anche per Pisa, siano i grandi assenti di una campagna elettorale in cui poco finora si è raccontato della città del futuro, eccezion fatta per l’emergenza sicurezza– spiegano gli organizzatori -. Però anche a Pisa non mancano le situazioni di disagio e difficoltà: del1e 1.623 persone incontrate in un anno dalla Caritas in un anno, il 61% è senza lavoro e il 20,2% non ha casa. Circa un terzo delle 1.337 persone a cui la Cittadella della Solidarietà del Cep ha assicurato sostegno alimentare, ha meno di 18 anni. Numeri e dati a cui corrispondono storie e vissuti di cittadini pisani, che devono interpellare chi si candida a governare il comune per i prossimi anni. Così abbiamo deciso di fare un passo in avanti e organizzare questo momento di confronto pubblico».

I candidati hanno tutti assicurato la loro presenza. Ci saranno Gabriele Amore (M5S), Ciccio Auletta (Una Città in Comune), Paolo Casole (Partito Comunista), Michele Conti (Forza Italia-Fratelli d’Italia -Lega), Simonetta Ghezzani (Sinistra Italiana), Raffaele Latrofa (Pisa nel Cuore), Veronica Marianelli (Partito Socialista Italiano), Andrea Serfogli (Partito Democratico, Riformisti, “In Lista per Pisa”, Campo Progressista e Civica Popolare), Antonio Veronese (Patto Civico) e Maria Chiara Zippel (liste “Pisani per Pisa”, “Combatti per Pisa”, “Pisa Libera e Sicura”, “Battiti per Pisa” e “La Nostra Pisa”)

Stringenti le regole che guideranno il confronto. A tutti i candidati sarà posta un quesito su ciascuno dei quattro temi al centro del dibattito: per rispondere avranno a disposizione due minuti e mezzo ciascuno. «Sarà chiesto di rimanere sul merito della domanda, di non interrompere gli altri e di evitare battibecchi – spiegano gli organizzatori-: dato che l’obiettivo dell’incontro è informativo, chiediamo di far emergere le proposte per Pisa sui temi al centro della discussione».

By