Candidatura UNESCO, Pisa si gioca le sue carte a Roma

PISA – Ancora più di sei mesi di tempo per giocarsi il tutto per tutto e diventare la candidata italiana ad entrare nella lista UNESCO dei patrimoni immateriali dell’umanità.

Sarà infatti svelato il 31 marzo 2014 il nome del candidato italiano che verrà sottoposto al vaglio di Unesco Mondo. Il verdetto finale da Parigi è atteso per l’inizio del 2015.

Intanto una delegazione pisana, con in testa l’assessore alla Manifestazioni Storiche Federico Eligi, si è recata venerdì scorso a Roma per una serie di colloqui con rappresentanti di Unesco Italia e del Mibac. Una visita interlocutoria, per capire l’indirizzo da prendere, in attesa di presentare, a fine anno, il dossier completo, che correda la candidatura.

Tra le rivali per la storica festa pisana c’è una vecchia conoscenza: Venezia con le sue gondole, i vetri di Murano, i merletti di Burano e perfino il Carnevale. E proprio l’altra Repubblica Marinara si candida a essere l’avversaria più temibile, anche in nome della vecchia rivalità.

20130916-234149.jpg

You may also like

By