Capodanno. Lucia Ciampi sindaco di Calcinaia: “Facciamo festa, ma senza botti”

CALCINAIA – È solitamente la notte più fragorosa dell’anno quella tra il 31 Dicembre e il primo giorno dell’anno nuovo. Dopo la mezzanotte, nel giorno di San Silvestro, è infatti il frastuono dei cosiddetti “botti” a risuonare per strade e piazze.

Si tratta dei caratteristici intrattenimenti pirotecnici che rischiano però di generare situazioni tutt’altro che divertenti, sia per le persone, che per gli animali. Proprio per cercare di scongiurare spiacevoli inconvenienti, stretta conseguenza delle esplosioni di petardi o simili, il sindaco del Comune di Calcinaia lancia un appello a tutti i cittadini e le cittadine.

“Facciamo festa, ma senza “botti” – esordisce Lucia Ciampi -. È questo l’invito che vorrei rivolgere a Calcinaioli e Fornacettesi per il Capodanno ormai alle porte. Si tratta di un appello alla sensibilità di famiglie, genitori e giovani, mosso dalla consapevolezza e dai numerosi e tristi esempi degli effetti dannosi che queste esplosioni possono causare”.

“Il primo aspetto – continua il Sindaco – riguarda l’incolumità delle persone. Sia chi lancia petardi o fuochi artificiali, sia chi, per errore, potrebbe esser colpito da questi ultimi, rischia infatti danni fisici permanenti, tra cui ustioni e mutilazioni”.

“Altro elemento da tenere in considerazione – aggiunge Lucia Ciampi – è invece relativo agli animali. L’attenzione crescente dedicata negli ultimi anni a questi “amici” domestici, che sempre più spesso le famiglie accolgono nelle proprie case, dando loro affetto e cure, ci impone di rispettare e tutelare anche i loro diritti”.

“Tutti sanno che il fragore causato da giochi pirotecnici – spiega il Sindaco – scatena negli animali, sia domestici che selvatici, una naturale reazione di spavento. Ciò può spingerli anche a reazioni istintive e incontrollate, pericolose per la loro incolumità e quella degli altri. Talvolta gli animali, terrorizzati dai forti rumori, perdono l’orientamento. Il pericolo è dunque quello di smarrimento e, conseguentemente, di investimento, con possibili incidenti e danni anche a veicoli, guidatori e passeggeri”.

Gioia e divertimento: ecco dunque le uniche cose da far esplodere nella notte di Capodanno, per un happy end assicurato e un nuovo inizio senza cattive conseguenze per nessuno.

By