Carenza infermieri e OSS, l’Aoup risponde al Nursind

PISA – In merito a quanto dichiarato dal sindacato Nursind sulla carenza di infermieri e Oss nell’Aoup, l’Azienda ritiene di dover fare alcune doverose precisazioni partendo dal presupposto che nessun blocco alle assunzioni si è realizzato e si realizzerà nel corso del 2019.

In particolare, le procedure di assunzione nell’anno in corso si sono svolte e si stanno realizzando in piena coerenza con il piano triennale dei fabbisogni, oggetto di approvazione nel corso del 2018 che per il 2019 prevede, al fine di non pregiudicare la continuità assistenziale, un numero di assunzioni in relazione alle cessazioni in grado di garantire il turnover ed un incremento di personale sia in relazione agli infermieri sia agli Oss.

Tale programma di assunzioni è in corso e le procedure per garantire gli ingressi, da qui alla fine dell’anno, già completate.

Alcuni dati:

– per gli infermieri al 20 settembre, a fronte di 94 cessazioni, si sono realizzate 114 assunzioni. Entro la fine dell’anno sono previste 31 cessazioni a fronte delle quali sono già programmate e definite le procedure per 51 assunzioni.

– per gli Oss al 20 settembre, a fronte di 42 cessazioni, si sono realizzate 58 assunzioni. Entro la fine dell’anno sono previste 11 cessazioni a fronte delle quali sono già programmate e definite le procedure per 11 assunzioni.

Non si vede pertanto quale spiegazione ufficiale la Direzione aziendale avrebbe dovuto dare sui motivi delle mancate assunzioni considerato che l’Azienda non ha smesso di assumere né ha dichiarato alcun blocco, anzi ha cercato, nei limiti del possibile e nel rispetto di tutte le variabili che possono verificarsi nel processo assuntivo, di programmare le assunzioni garantendo la continuità assistenziale.

Per quanto riguarda il personale interinale, essendo personale non utilizzabile per fronteggiare stabilmente le carenze di organico, i 35 contratti a cui fa riferimento il sindacato erano stati sottoscritti per sopperire alle esigenze del periodo estivo con scadenza programmata alla fine del periodo stesso e non possono essere considerati in alcun modo nel computo delle risorse stabili da garantire.

By