Carmine Gautieri: “Questo gruppo può solo che migliorare”

 

PISA – Nel giorno dell’antivigilia della sfida contro il Cuneo ha parlato il tecnico nerazzurro Carmine Gautieri.

di Giovanni Manenti

Per i nerazzurri è stata una settimana di lavoro diversa: “La settimana è stata diversa perché la vittoria con una buona preparazione per 70′ ti dà morale. Con il Cuneo la gara sarà difficile e dovremo stare attenti dal punto di vista tattico. La squadra si allena sempre bene e cerca di migliorare settimana dopo settimana per dare sempre il massimo. Per carattere non sono mai contento, vedo molti miglioramenti ma la squadra può fare ancora di più sia in ogni singolo reparto, che nel gioco di squadra e nel saper gestire le varie situazioni e momenti della partita”.

“Sotto l’aspetto caratteriale c’è un sicuro miglioramento e contro la Viterbese abbiamo dato continuità al secondo tempo di Monza e questo è un aspetto sicuramente importante perché ogni gara presenta delle difficoltà ed il carattere è l’aspetto fondamentale per superarle”.

Gautieri parla dell’utilizzo di Negro: “Non metto in discussione le qualità tecniche di Negro, domenica è stato fuori per scelta tattica, ma ora abbiamo tre gare in dieci giorni e ci sarà spazio per tutti, considerando che Negro può fare anche la prima punta, ed io devo essere bravo a gestire il Gruppo e fare le scelte che possono far giocare la squadra al meglio”.

SU ZAMMARINI E BIRINDELLI. “Io devo preoccuparmi di allenare i giocatori che ho indipendentemente dalle scelte societarie. Da Storo sto lavorando su Zammarini come alternativa a Birindelli e penso che domenica non abbia fatto male quando è subentrato. Credo che non esista un problema Birindelli per quanto riguarda la durata delle sue prestazioni, visto che anche in allenamento corre come un matto, e forse ciò dipende da una errata gestione della partita da parte del ragazzo, cosa per cui lo invito a non esagerare con la sua generosità ed esuberanza”.

Gautieri da anche un giudizio sul campionato: “Il giudizio su queste prime giornate è che è un Campionato difficile con squadre molto attrezzate, migliorato tantissimo dal punto di vista tecnico e dovremo essere bravi da parte nostra a calarci in questa realtà per non farci trovare impreparati in ogni situazione che si potrà presentare durante il Torneo”.

SU DE VITIS. “De Vitis si è sempre allenato, gli mancava solo il minutaggio della partita, è in continua crescita e ritengo che entro al massimo un mese potrà essere al top della condizione”.

By