Carpi-Pisa 1-1. Eusepi risponde a Lasagna. Nerazzurri quinti

MODENA – Il big-match della settima giornata tra Carpi e Pisa termina in parità (1-1). Alla rete iniziale di Kevin Lasagna risponde Re Umberto Eusepi a sette minuti dal triplice fischio finale. Un punto importante per i nerazzurri che salgono al quinto posto a quota 12 punti. Adesso i prossimi due impegni i nerazzurri saranno tra le mura amiche con Spal e Vicenza.

di Antonio Tognoli

Mister Gattuso deve rinunciare agli acciaccati Mannini, Lisuzzo e Longhi e schiera un 3-4-3 iniziale senza nessun timore reverenziale. Davanti a Ujkani ci sono Del Fabro, Crescenzi e Avogadri. Sanseverino e Golubovic, fungono da esterni con Verna e Di Tacchio sulla mediana. In attacco l’inedito trio Lores Varela, Eusepi e Montella. Quest’ultimo all’esordio dal 1′ in serie B con il Pisa. Mister Castori dal canto suo oltre a Struna e Belec impegnati con l nazionali deve fare a meno di Poli (al suo posto l’ex Frosinone Blanchard) e Romagnoli parte inizialmente dalla panchina. Davanti a Colombi la coppia centrale di difesa è formata da Blanchard e Sabbione con Letizia e Gagliolo esterni bassi. A centrocampo Pasciuti e Di Gaudio vengono schierati sugli esterni, mentre Bianco stringe i denti e affianca Crimi sulla mediana con Lollo a sostegno dell’unica punta Kevin Lasagna. La serata all’Alberto Braglia e’ fresca la temperatura si aggira sui 15 gradi, oltre 1.500 i tifosi del Pisa giunti nella vicina Modena. In tribuna c’è il presidente Lorenzo Giorgio Petroni, oltre agli ex nerazzurri Francesco Colombini e Cristian Biancone.

IL PRIMO TEMPO. Il Pisa parte guardingo, il Carpi cerca subito di premere sull’accelleratore e sorprendere la squadra di Gattuso. Le due squadre adottano un atteggiamento abbastanza speculare, ma il Pisa nonostante le assenze pesanti tiene bene il campo. Il primo tiro dei nerazzurri è di Varela (21′) con palla che però termina altissima sopra la traversa. Poco dopo arriva la rete del vantaggio della squadra di Castori: filtrante di Bianco in orizzontale che prende in contropiede Verna sulla mediana, la palla perviene a Lasagna che calcia dai 22 metri: il suo sinistro potente e preciso prende velocità rimbalzando davanti a Ujkani e termina alle spalle dell’estremo difensore kosovaro, rimasto nell’occasione un po’ sorpreso dal tiro del numero 15 di Castori 1-0 e Carpi in vantaggio. Una mazzata per il Pisa che soffre la formazione di Castori che di fatto però non si rende quasi mai pericoloso se non da qualche traversone. Fioccano invece le ammonizioni. Illuzzi sembra in serata di cartellini in una gara spigolosa, ma non cattiva. Il primo tempo si chiude con ben cinque ammonizioni e un gioco spezzettato e poco spettacolare. Prima del riposo il Pisa prova a pungere con una punizione di Di Tacchio a metà strada tra un tiro è un Cross che termina sul fondo.

IL SECONDO TEMPO. Le squadre tornano in campo senza alcuna variazione.  Non passano però neanche tre minuti che mister Castori è costretto a sostituire Bianco non in perfette condizioni. Al suo posto entra Mbaye. La sua gara dura pochissimo. Infatti al 9′ il numero 24 di Castori si becca il rosso (forse eccessivo) dopo un fallo da dietro ai danni di Di Tacchio. Carpi in dieci uomini. Il Pisa inizia a crederci. Montella con un sinistro potente impegna Colombi in angolo. I nerazurri iniziano a spingere. All’alba del quarto d’ora Gattuso opera un doppio cambio: dentro Peralta e Lazzari (esordio) al posto di Di Tacchio e Montella. Al 22′ Varela costringe alla parata in due tempi Colombi, mentre un minuto più tardi su capovolgimento di fronte, Ujkani devia in angolo una conclusione del solito Lasagna. Da registrare nelle file nerazzurre la prestazione difensiva senza sbavature di Crescenzi che è stato autore davvero di un ottima partita dando dimostrazione di una costante crescita. Alla mezz’ora il Carpi rimane addirittura in nove per il secondo cartellino giallo di Sabbione. Castori protesta moltissimo dopo questa seconda decisione dell’arbitro. I biancorossi cominciano a vacillare sugli attacchi del Pisa che concentra il suo massimo sforzo offensivo. Il Carpi è disattento soprattutto in difesa. I nerazzurri fanno incetta di calci d’angolo. Alla fine però il pareggio arriva da una azione avvolgente con un destro di Golubovic, che viene respinto con i piedi da Colombi. La Corea respinta dell’estremo biancorosso viene ribadita in gol dal colpo di testa in tuffo di Re Eusepi che sigla il gol dell’ex portando in parità i suoi. Seconda rete stagionale per Eusepi dopo quella realizzata ad Empoli al Brescia. A questo punto il Pisa prova a vincere, ma il Carpi resiste e la gara si chiude in parità.

IL TABELLINO DEL MATCH: CARPI – PISA 1-1

CARPI (4-4-1-1): 1 Colombi; 3 Letizia, 4 Sabbione, 23 Blanchard, 6 Gagliolo; 19 Pasciuti, 8 Bianco (47′ 24 Mbaye) 17 Crimi, 11 Di Gaudio (75′ 21 Romagnoli), 20 Lollo; 15 Lasagna. A Disp. 28 Rausa, 9 Comi, 10 Catellan, 13 Poli, 14 Bifulco, 16 Jawo, 26 De Marchi. All. Fabrizio Castori

PISA (3-4-3): 1 Ujkani; 17 Del Fabro, 13 Crescenzi, 2 Avogadri; 24 Golubovic, 8 Verna (67′ 9 Cani), 6 Di Tacchio (59′ 20 Peralta) 27 Sanseverino; 10 Lores Varela, 23 Eusepi, 11 Montella (59′ 19 Lazzari). A disp. 22 Cardelli, 12 Giacobbe, 3 Longhi, 4 Lisuzzo, 30 Fautario. All. Rino Gattuso.

ARBITRO: Lorenzo Illuzzi di Molfetta (Ass. Matteo Bottegoni di Terni e Orlando Pagnotta di Nocera Inferiore. Quarto uomo Giampaolo Mantelli di Brescia)

RETI: 22′ Lasagna (C), 82′ Eusepi (P)

NOTE: serata fresca, terreno in buone condizioni. Ammoniti 17 Del Fabro (8′), 24 Golubovic (16′), 6 Di Tacchio (35′), 20 Lollo (41′), 4 Sabbione (45), 8 Verna (57′), 23 Eusepi (88′). Espulso al 9′ 24 Mbaye per fallo da dietro su Di Tacchio e al 75′ 4 Sabbione per doppia ammonizione. Angoli 6-8. Rec pt 1′, st 3′. Spettatori paganti 1667. Incasso 11.919,20. Abbonati 760. Quota abbonati 10.369.

By