Carrarese-Pisa 2-3. Doppio Eusepi e Masucci: il Pisa ribalta la Carrarese

CARRARAIl Pisa sotto di due reti al 67′ ribalta la Carrarese con un pirotecnico 3-2 e probabilmente ridà nuova linfa ai nerazzurri. Eusepi entra e segna una doppietta e porta il Pisa sul 2-2. Giannone serve una gran palla a Masucci e a cinque dal termine sigla il gol vitoria. La squadra di mister Pazienza sale a quota 24 punti.

di Antonio Tognoli

PRE GARA. Mister Michele Pazienza deve rinunciare a Lisuzzo squalificato ma recupera Ingrosso. La novità rispetto alla formazione di domenica scorsa è che Eusepi parte dalla panchina, Mannini viene schierato a centrocampo, mentre le due punte sono Masucci e Negro. La Carrarese di mister Silvio Baldini reduce dal successo contro l’Alessandria schiera un 4-2-4 dove Cardoselli viene inizialmente preferito a Rosaia, mentre nel quartetto d’attacco Coralli parte dal primo minuto mentre Piscopo va in panchina. All’interno dello Stadio Dei Marmi di Carrara al fischio di inizio ci sono 2.500 spettatori di cui 1.2oo provenienti da Pisa.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia bianca, Carrarese in campo con i classici colori giallo azzurri. Il derby prende il via a gran ritmo. Non sono passati neanche due minuti che Masucci conquista una interessante punizione dal limite. Nella medesima azione si fa male Benedetti che deve abbandonare il campo per infortunio sostituito da Cazè da Silva. Nel frattempo la punizione dai sedici metri di Negro viene deviata da un difensore locale sopra la traversa. E’ solo una fiammata iniziale quella nerazzurra. Alla prima azione pericolosa la Carrarese rischia di far male al Pisa. Coralli ben servito al centro dell’area da un colpo di testa di Tavano viene messo giù da Filippini. E’ rigore. Sul dischetto si porta Coralli che con il piattone però alza la sfera sopra la traversa. Sospiro di sollievo? Macché. Il tempo di rimettere in gioco la palla e subire il contropiede letale gialloblù sull’asse Tavano-Biasci lanciato a rete, che brucia Filippini sullo scatto e anticipa Petkovic in uscita depositando in gol l’1-0 per la formazione di Baldini al minuto 14. Sulle ali dell’entusiasmo ed accompagnata da un gran tifo sugli spalti la Carrarese continua ad attaccare. Coralli viene anticipato da Ingrosso qualche minuto più tardi. La reazione nerazzurra al gol del pisano (e tifoso nerazzurro) Biasci è riassunto in una deviazione aerea di Masucci al 22′ e da un tiro fiacco dalla distanza di De Vitis al 24′. Il Pisa guadagna due corner consecutivi. Negro viene anticipato a centro area su un traversone rasoterra di Birindelli. La formazione di mister Pazienza però non punge. Nel finale di primo tempo Moschin esce sui piedi di Mannini lanciato da Di Quinzio. Ma anche la Carrarese (45′) ha la palla del raddoppio: Tavano serve Coralli che dal limite calcia altissimo. Sono due i minuti di recupero concessi dal direttore di gara. Si va al riposo con la Carrarese in vantaggio sui nerazzurri per 1-0.

IL SECONDO TEMPO. Ad inizio ripresa non ci sono cambi nei rispettivi schieramenti. Il primo squillo nerazzurro è firmato da Gucher, il cui destro però si spegne di pochissimo a fondo campo. Peccato. La formazione nerazzurra inizia dunque con un buon piglio la ripresa. Al 5′ ci prova anche Di Quinzio ma il suo tiro “a giro” termina alto. Al 6′ Birindelli finisce sulla lista dei cattivi. Al 10′ mister Pazienza ricorre alla panchina dentro Maltese ed Eusepi, fuori Gucher e Negro. Al 12′ il Pisa va ancora vicino al pareggio: Eusepi appoggia a destra per Birindelli che va al cross per la testa di Di Quinzio con la palla che termina di poco alta sopra la traversa. La Carrarese ha bisogno di ossigeno. Mister Baldini se ne accorge ed inserisce prima Rosaia al posto di Cardoselli e poi Cais in luogo di Coralli. Al 67′ però è la Carrarese a trovare il raddoppio con Tavano che è lesto a riprendere una corta respinta di Petkovic da pochi passi: 2-0. Ancora un doppio cambio per Pazienza: dentro Zammarini e Giannone in luogo di Birindelli e Di Quinzio. La gara sembra chiusa ma il Pisa si riversa in avanti. Al 25′ Eusepi di testa appoggia in rete da pochi passi e riapre il match: 2-1. Passano pochi minuti e l’ex portiere nerazzurro Moschin commette una colossale ingenuità rimettendo in gioco Eusepi che da pochi passi conquista palla e lo trafigge: 2-2. Incredibile. Protestano giocatori e pubblico carrarino. Il Pisa ci crede e al 39′ la gara viene ribaltata dai nerazzurri: verticale di Giannone a servire  Masucci che a tu per tu con Moschin lo scavalca con un pallonetto e deposita in rete il 3-2.

CARRARESE – PISA 2-3

CARRARESE (4-2-4): Moschin; Tentoni, Cason, Benedetti (3′ Cazè da Silva), Possenti; Cardoselli (52′ Rosaia), Agyei; Vassallo, Coralli (62′ Cais), Biasci, Tavano. A disp. Lagomarsini, Andrei, Maccabruni, Benedini, Saporetti, Piscopo, Aldrovandi, Marchionni, Scognamiglio. All. Silvio Baldini

PISA (4-4-2): Petkovic; Birindelli (68′ Zammarini), Sabotic, Ingrosso, Filippini; Mannini (80′ Favale) De Vitis, Gucher (55′ Maltese), Di Quinzio (68′ Giannone); Masucci, Negro (55′ Eusepi). A disp. Voltolini, Cuppone, Peralta, Carillo,  Izzillo. Balduini, Zaccagnini.  All. Michele Pazienza

ARBITRO: Santoro della sezione di Messina (Ass. Donato e Amantea di Milano)

RETI: 14′ Biasci, 67′ Tavano, 70′ e 82′ Eusepi, 85′ Masucci

NOTE: serata fredda, terreno in buone condizioni. Ammoniti Birindelli, Moschin, Agyei. Angoli 5-5. Spettatori 3.500 circa di cui 1.200 provenienti da Pisa. All’11’ Coralli calcia alto un calcio di rigore. Rec pt 2′, st 5′.

Loading Facebook Comments ...
By