Carrarese – Pisa 4-1. Debacle nerazzurra al Dei Marmi, prova da dimenticare in fretta

CARRARA – Sonora sconfitta per il Pisa a Carrara. I nerazzurri escono sconfitti per 4-1 al termine di una gara in cui la formazione di D’Angelo ha ballato di fronte agli attacchi della Carrarese che ha anche sprecato con Tavano due penalty. Gucher ha realizzato nel finale la rete del 4-1

di Antonio Tognoli

PRE MATCH. Mister D’Angelo a differenza di quello che aveva dichiarato alla vigilia manda in campo Moscardelli e Cernigoi in attacco e lascia in panca Marconi e Masucci. Non ci sono per infortunio De Vitis e Izzillo. Il tecnico ex Casertana scegli per il centrocampo Marin, Gucher e Di Quinzio, con Liotti e Lisi laterali offensivo. La Carrarese si presenta in campo con una maglia arancione simile a quella dell’Olanda schiera un 4-2-3-1 disegnata da Sport For Children per la giornata contro la violenza sulle donne. Mister Baldini schiera contemporaneamente dal primo minuto Caccavallo, Tavano e Maccarone.

IL PRIMO TEMPO. In avvio subito ritmi alti con la Carrarese che gioca il suo calcio veloce e crea il primo pericolo dopo venti secondi con un traversone rasoterra che attraversa tutta l’area e termina in fallo laterale dalla parte opposta. Il Pisa risponde con un tentativo di conclusione di Moscardelli che vede Borra fuori dai pali, ma al momento di calciare il numero nove scivola e l’azione sfuma. E’ la Carrarese a fare la partita, il Pisa contiene gli apuani e riparte in contropiede. Al 9′ l’arbitro assegna un rigore alla Carrarese per un fallo molto dubbio di Buschiazzo su Caccavallo. Sul dischetto si presenta Tavano, ma Gori matte tutti d’accordo andando ad intercettare il tiro gettandosi sulla propria destra. Grande esultanza dei tifosi nerazurri. La parata di Gori vale più di un gol. Terzo rigore stagionale contro il Pisa e secondo rigore parato da Gori dopo quello a Gozzano calciato da Rolando. Il Pisa scampato il pericolo si scuote e al 23′ chiede un rigore per un fallo di mano di un difensore su cross di Lisi. Sul proseguo dell’azione palla a Di Quinzio ma il suo piatto e’ respinto dalla difesa apuana. E’ un buon momento per il Pisa che al 26′ ci prova ancora: apertura di Di Quinzio per Liotti che lascia partire un bel diagonale che esce di poco rispetto al palo di sinistra della porta difesa da Borra. Nel peggior memento della Carrarese gli apuani trovano il gol (27′) del vantaggio: Tavano cross da sinistra per Maccarone sinistro miracolo di Gori che nulla può sulla conclusione da due passi in tap-in di Caccavallo. A questo punto il Pisa accusa il colpo e la Carrarese cerca il raddoppio. Al 30′ l’arbitro assegna un altro penalty alla formazione di casa per un fallo di Brignani su Rotaia. Tavano va ancora sul dischetto, pallonetto che pero termina alto sopra la traversa. E’ il secondo rigore fallito dalla Carrarese, che pero’ trova il raddoppio al 37′ ancora con Caccavallo che incorna alla perfezione sul secondo palo un traversone di Maccarone. Pisa in balia dell’avversario. Ci prova Marin a dare la sveglia ai suoi, ma il suo destro termina altissimo. Pochi minuti prima della fine del primo tempo Cernigoi cade in area ma l’arbitro fa cenno di proseguire tra le proteste dei giocatori del Pisa. Ne fanno le spese Moscardelli, Marin e Lisi.  La prima frazione si chiude sul 2-0 per la Carrarese, che ha fallito ben due calci di rigore con Francesco Tavano. Nella ripresa ci vorrà un altro Pisa per tentare la rimonta.

IL SECONDO TEMPO. Ad inizio ripresa nel Pisa dentro Masi al posto di Brignani. Nerazzurri che partono più incisivi con Di Quinzio che effettua un cross di esterno che Borra blocca. Successivamente i nerazzurri conquistano una punizione dal limite con Cernigoi. Dal limite dell’area Moscardelli impegna Borra che alza con la mano di richiamo sopra la traversa. Nessun sussulto pero sul corner. Ma e’ comunque il Pisa ad insistere con Gucher trattenuto per la maglietta al limite dell’area. Ancora una punizione del limite. Se ne incarica Liotti con la palla che termina alta.  Intanto inizia la girandola di sostituzioni da ambo le parti. Parte mister Baldini che toglie Tavano ed inserisce Valente, poi e’ la volta di D’Angelo che sostituisce Cernigoi e Lisi ed inserisce Masucci e Zammarini. La Carrarese intanto va vicino al tris prima del quarto d’ora. con un cross di Caccavallo deviato in angolo e poi sugli sviluppi di una corner dove Luca Ricci di testa coglie in pieno l’incrocio dei pali. Nel Pisa poco dopo il quarto d’ora esce Moscardelli ed entra Marconi. Mister D’Angelo rivoluziona l’attacco ma e’ la Carrarese a trovare il terzo gol con il nuovo entrato Kevin Piscopo (69′) che di sinistro insacca un traversone da sinistra di Mobilio. Il Pisa esce definitivamente di scena dal match dopo il tris calato dalla formazione apuana. Ci prova con un destro “telefonato” Marconi, per Borra e’ un gioco da ragazzi bloccare la sfera. Mister D’Angelo getta nella mischia Cuppone al posto di Di Quinzio. Liotti nel frattempo calcia alto un altra punizione dal limite. La Carrarese all’82’ trova addirittura il poker con Addiego Mobilio che da pochi passi con il destro fa secco Gori: 4-0. Nei minuti finali la Carrarese sfiora il 5-0, ma e’ Gucher con un destro forte a trovare il gol del 4-1. Poco, troppo poco per una sfida in cui il Pisa e’ uscito troppo presto di scena. E dalla Curva si alza un coro; “Meritiamo di più”.

 

CARRARESE – PISA 4-1

CARRARESE (4-2-3-1): Borra; Carissoni, Ricci L. (83′ Cardoselli), Ricci G., Karkalis; Foresta (83′ Pugliese), Rosaia; Caccavallo (64′ Piscopo), Tavano (52′ Valente), Biasci (64′ Addiego Mobilio); Maccarone. A disp. Mazzini, Varga, Agyei, Alari, Rollandi. All. Silvio Baldini.

PISA (3-5-2): Gori; Brignani (46′ Masi), Buschiazzo, Meroni; Liotti, Gucher, Marin, Di Quinzio (80′ Cuppone), Lisi (55′ Masucci); Moscardelli (63′ Marconi), Cernigoi (55′ Zammarini). A disposizione. D’Egidio, Cardelli, Birindelli, Maffei. All. Luca D’Angelo

ARBITRO: Matteo Marcenaro della sezione di Genova (Ass. Di Benedetto – De Palma)

RETI: 27′ e 36′ Caccavallo; 69′ Piscopo, 82′ Mobilio, 90′ Gucher

NOTE: giornata fredda, terreno pesante e in non perfette condizioni. Ammonito Caccavallo, Marin, Moscardelli, Karkalis. Angoli 10-2. Rec pt 2′, st 0′.

By