Cascina. La Città del Teatro, quesiti dei lavoratori al Sindaco Antonelli

CASCINA – Oggi i lavoratori della Città del Teatro di Cascina insieme al coordinamento e disoccupati hanno volantinato davanti alla sede, per porre alcune domande al sindaco antonelli. Ecco la lettera.

città_teatro

Nella presentazione della stagione 2015 -2016 della rassegna La scuola va a teatro si leggono interventi della Direzione Artistica e del Presidente della Fondazione e dell’Assessore alla scuola del Comune di Cascina che rimarcano l’importanza del teatro come luogo di crescita e costruzione di comunità, luogo di confronto e di esaltazione di differenze, di costruzione di atteggiamento critico e di rispetto delle altrui visioni.

Purtroppo queste parole alle quali noi, lavoratori a vario titolo da circa venti anni di questo teatro, crediamo veramente, non trovano riscontro nell’operato del Presidente e delle direzioni della CITTA’ DEL TEATRO che gestiscono il teatro e il potere di cui sono investiti dal Sindaco Antonelli, senza rendere conto, senza confronto con i cittadini e con chi qui ci lavora e si impegna perché il teatro sia davvero luogo di crescita e di costruzione di comunità.

Alla sacrosanta mobilitazione contro una politica di licenziamenti ed esternalizzazioni il Presidente con l’appoggio del Sindaco ha risposto con provvedimenti disciplinari nei confronti del personale organico che si è opposto, con l’allontanamento di chi non ha neanche bisogno di essere licenziato perché con contratto a giornata o stagionale. Chi non si allinea viene sostituito (attori, tecnici, collaboratori, personale di sala… ) con la scusa di provare nuovo personale e infischiandosi del fatto che chi per anni ha lavorato precariamente in questo posto, sempre professionalmente, adesso è senza la parte più importante del proprio reddito!

Rinunciare alla libertà di opinione per poter lavorare in questo teatro. Noi non ci stiamo!

Perché questa giornata di riflessione sull’importanza educativa del teatro non sia solo vuota e colpevole retorica sostieni la nostra lotta per la libertà di espressione, la trasparenza e l’onestà nella gestione della cosa pubblica. Vogliamo un confronto pubblico sulla gestione del Teatro di Cascine. Perché sia davvero il teatro della città!

Fonte: #ilavoratoridellacittadelteatro.

Coordinamento lavoratori e disoccupati della provincia di Pisa.

By