Cascina. Riduzione Imu, taglio alle spese, manutenzione scolastica: il Consiglio comunale approva il documento di bilancio

Il sindaco Susanna Ceccardi: “Orgogliosa del lavoro fatto in pochi mesi. Nessun libro dei sogni ma fatti concreti”

CASCINA – Il Consiglio comunale di Cascina, nella seduta di martedì 28 marzo 2017, ha dato il via libera al documento di bilancio, insieme anche ad altri atti collegati al bilancio e inerenti la politica fiscale e tariffaria adottata dal Comune, al Documento unico di programmazione e ad alcune modifiche operative ai regolamenti sui rifiuti e sul Canone di occupazione spazi e aree pubbliche.

Siamo molti soddisfatti dell’approvazione di questo bilancio – dichiara il sindaco Susanna Ceccardi – perché pur avendo ereditato una situazione dei conti drammatica, abbiamo dato avvio ad un percorso di completo risanamento del bilancio, mantenendo fede agli impegni di campagna elettorale. Abbiamo razionalizzato oltre 600mila euro sulle spese correnti, dato avvio ad alcune opere di manutenzione scolastica per un totale di 330mila euro in due anni, a fronte dei 150 mila euro impegnati dalla precedente amministrazione in quatto anni. Abbiamo previsto risorse per la nuova illuminazione pubblica e sulla sicurezza idraulica, tagliato le consulenze e stanziato maggiori risorse per la sicurezza. E soprattutto- conclude il sindaco- pur avendo subito ancora i tagli del governo centrale, ben 700mila euro in meno rispetto al 2015, e con minori oneri di urbanizzazione, abbiamo ridotto la tassazione locale abbassando l’Imu sui capannoni. In otto mesi abbiamo fatto di più di quello che è stato fatto in cinque anni”.

Un obiettivo politico forte che abbiamo voluto dare grazie ad una attenta analisi del bilancio, e la copertura dei debiti fuori bilancio e mancati accantonamenti – afferma Dario Rollo, assessore al bilancio di Cascina– ma oltre a tutto questo abbiamo anche previsto nel regolamento Cosap, al fine di venire incontro alle richieste dei cittadini residenti nelle corti, la possibilità di chiedere l’emissione dei bollettini per il pagamento dei passi carrabili. Inoltre, nel regolamento Tari è stata prevista l’applicazione delle agevolazioni ai contribuenti in condizione di indigenza certificata, di ottenere l’agevolazione al pagamento della tassa sin da subito senza attendere l’anno successivo, così come la possibilità di rateizzare anche gli avvisi di pagamento relativi all’anno in corso”

By