Caso Ragusa, Pasquale Davi conferma di aver visto Roberta ai Carabinieri di Pisa

PISA – ”Mi trovavo in Italia, più precisamente nei pressi di Parma, per un breve periodo di vacanza e ne ho approfittato per avvertire i carabinieri di Pisa e venirli a trovare per confermare quanto avevo già detto tempo fa ai loro colleghi di Ventimiglia”. Lo ha detto all’ANSA Pasquale Davi, lo chef italiano che lavora in un ristorante di Cannes dove il 17 maggio 2012 dice di avere visto e parlato con Roberta Ragusa.

Oggi il cuoco ha avuto un breve colloquio informale con i carabinieri del nucleo investigativo di Pisa e ha ribadito le sue certezze.

”Era Roberta Ragusa – ha raccontato dopo l’incontro con gli inquirenti – la donna che ho visto fuori dal ristorante dove lavoro. Ne sono sicuro”. Il cuoco ha poi confermato che a quell’incontro ha assistito anche un suo collega, un cameriere italofrancese, Nicola Bendinelli, ance lui già sentito dai carabinieri che indagano sulla scomparsa della donna.

”Purtroppo non ho fatto in tempo a fotografarla, né a fissare altre immagini di quell’incontro – ha proseguito Davi – ma il parcheggio verso il quale la donna, in compagnia dell’uomo brizzolato con la quale l’ho vista, si è diretta è sorvegliato da una serie di telecamere a circuito chiuso. Non so se le registrazioni sono ancora disponibili, né se potranno essere utili alle indagini”. Davi, infine, spiega come mai non fu ascoltato subito dagli investigatori pisani, ma oltre un anno dopo.

”Io ho contattato subito i carabinieri di Pisa – ha concluso Davi – ma evidentemente in quel periodo ricevevano tantissime segnalazioni di presunti avvistamenti. Ma non ho nulla da dire su come sono state condotte le indagini. Io, invece, nelle scorse settimane sono stato ascoltato dai carabinieri di Ventimiglia su delega della procura di Pisa e poi con gli avvocati di Antonio Logli per le loro indagini difensive”.

Fonte: ANSA

20131120-182746.jpg

By