Catanzaro – Pisa 0-0. Pisa spuntato, ma super in difesa porta a casa un bel punto dalla Calabria

PISA – Pareggio a reti bianche per il Pisa al “Ceravolo” di Catanzaro. I nerazzurri creano poco, ma portano a casa un punto importante in un terreno difficile. Ottima ancora una volta la prova della difesa, Goldaniga su tutti.

Mister Dino Pagliari conferma l’undici che iniziato la gara contro la Nocerina sette giorni fa. Cia dunque vince il ballottaggio con Napoli. Davanti a Pugliesi agiscono Pellegrini, Rozzio, Goldaniga e Kosnic. Sulla linea mediana agiscono Sampietro e Mingazzini. Sugli esterni Cia va ad occupare l’out destro, mentre Martella agisce a sinistra. Davanti la coppia Giovinco – Arma. Il Catanzaro schiera un 4-3-3 con Germinale, Fioretti e Martignago trio d’attacco.

Pisa in maglia bianca con strisce verticali nerazzurre, Catanzaro nella classica casacca giallorossa. Oltre 4.000 gli spettatori sugli spalti del “Ceravolo”.

La partita e’ da subito vivace. I locali si fanno subito pericolosi con Fioretti che viene lanciato sul filo del fuorigioco e si presenta solo davanti a Pugliesi che lo ipnotizza e blocca la sfera e tiene a galla i nerazzurri, che però reagiscono prontamente e dimostrano di non avere timori reverenziali. Ci prova subito Arma che però alza la mira e pochi istanti dopo Goldaniga gita sopra la traversa una punizione di Sampietro. Al “Ceravolo” si vedono buone trame di gioco. Cia recupera un buon pallone (12′) che arriva ad Arma che però alza ancora una volta troppo la mira. Dopo un inizio scoppiettante e pieno di occasioni il primo tempo non presenta vere e proprie palle gol se non qualche affondo dei calabresi sventato da un ottimo Goldaniga in fase difensiva, che spazza via un paio di situazioni molto pericolose in area nerazzurra. Mingazzini e Sampietro finiscono sul taccuino dell’arbitro in maniera un po’ troppo affrettata. Nel finale di primo tempo qualche fallo di troppo da parte dei locali. Le squadra vanno al riposo sullo 0-0.

Nella ripresa i due allenatori non variano gli assetti tattici presentando i ventidue interpreti che hanno iniziato la partita. Nei primi minuti Pisa più vivace con una bella giocata di Cia sulla destra che mette in mezzo un pallone che la difesa giallorossa spazza. Ma e’ una partita maschia, che il Catanzaro mette sul fisico. Mister Pagliari al 12′ toglie dal campo Cia inserendo Napoli in una staffetta quasi annunciata. Pugliesi al 16′ anticipa provvidenzialmente Fioretti lanciato a rete e al 20′ ancora Pugliesi anticipa fuori dall’area in qualche modo Germinale, suscitando le proteste del mister giallorosso Oscar Brevi che viene espulso. Poche le emozioni. Bollino rileva Giovinco. Anche mister Brevi cambia l’assetto offensivo. Escono Fioretti e Martignago ed entrano Tortolano e Russotto. Meglio il Catanzaro nella seconda parte della ripresa con qualche folata offensiva che mette in seria difficoltà la difesa nerazzurra. Il finale di gara e’ incandescente. Il Catanzaro rimane in nove per le espulsioni di Vitiello per doppia ammonizione reo di aver colpito con una manata Bollino e Germinale per proteste. Non succede niente nei 5′ di recupero. La gara termina 0-0.

SOTTO EDOARDO GOLDANIGA (foto Massimo Ficini)

20130929-170857.jpg

You may also like

By