Ospedale

Ospedale di Pisa

PISA – I nuovi casi registrati in Toscana martedì 20 aprile sono 644 su 23.031 test di cui 11.269 tamponi molecolari e 11.762 test rapidi.

Il tasso dei nuovi positivi è 2,80% (9,3% sulle prime diagnosi).

I vaccini attualmente somministrati in Toscana sono 1.015.018

I nuovi casi sono lo 0,3% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,7% e raggiungono quota 187.011 (85,8% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 11.269 tamponi molecolari e 11.762 tamponi antigenici rapidi, di questi il 2,8% è risultato positivo. Sono invece 6.944 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 9,3% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 25.071, -2,5% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.822 (28 in meno rispetto a ieri), di cui 269 in terapia intensiva (4 in meno). Oggi si registrano 28 nuovi decessi: 21 uomini e 7 donne con un’età media di 80,8 anni.

L’età media dei 644 nuovi positivi odierni è di 44 anni circa (il 17% ha meno di 20 anni, il 23% tra 20 e 39 anni, il 33% tra 40 e 59 anni, il 22% tra 60 e 79 anni, il 5% ha 80 anni o più).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (620 confermati con tampone molecolare e 24 da test rapido antigenico). Sono 59.708 i casi complessivi ad oggi a Firenze (189 in più rispetto a ieri), 19.619 a Prato (93 in più), 20.406 a Pistoia (61 in più), 12.224 a Massa-Carara (24 in più), 22.733 a Lucca (66 in più), 26.828 a Pisa (56 in più), 16.077 a Livorno (44 in più), 19.968 ad Arezzo (35 in più), 12.088 a Siena (44 in più), 7.787 a Grosseto (32 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 358 i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 175 nella Nord Ovest, 111 nella Sud Est.

La Toscana si trova al 13° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 5.904 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 6.504 per 100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 7.632 casi per 100.000 abitanti, Pistoia con 6.996, Pisa con 6.416, la più bassa Grosseto con 3.545.
Complessivamente, 23.249 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (614 in meno rispetto a ieri, meno 2,6%).


Sono 28.896 (861 in più rispetto a ieri, più 3,1%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 12.261, Nord Ovest 9.295, Sud Est 7.340).
Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 1.822 (28 in meno rispetto a ieri, meno 1,5%), 269 in terapia intensiva (4 in meno rispetto a ieri, meno 1,5%). Le persone complessivamente guarite sono 187.011 (1.258 in più rispetto a ieri, più 0,7%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 187.011 (1.258 in più rispetto a ieri, più 0,7%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Oggi si registrano 28 nuovi decessi: 21 uomini e 7 donne con un’età media di 80,8 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 11 a Firenze, 4 a Prato, 1 a Pistoia, 3 a Lucca, 3 a Pisa, 2 a Livorno, 1 a Siena, 2 a Grosseto, 1 residente fuori Toscana.

Sono 5.911 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 1.879 a Firenze, 485 a Prato, 529 a Pistoia, 504 a Massa-Carrara, 600 a Lucca, 634 a Pisa, 382 a Livorno, 396 ad Arezzo, 268 a Siena, 154 a Grosseto, 80 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 160,1 per 100.000 residenti contro il 196,6 per 100.000 della media italiana (12° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa-Carrara (262,9 per 100.000), Firenze (188,7 per 100.000) e Prato (188,7 per 100.000), il più basso a Grosseto (70,1 per 100.000).

PISA – Nell’Azienda USL Toscana Nord Ovest i casi positivi di lunedì 19 aprile sono 227.

APUANE:  24 nuovi casi positivi

Carrara 10, Massa 13, Montignoso 1;

Tamponi eseguiti:  265 tamponi molecolari e 41 test rapidi;

Numero di guarigioni30;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 31.549 prime dosi e 9.574 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 79%.

LUNIGIANA:  10 nuovi casi positivi

Fivizzano 4, Pontremoli 1, Tresana 2, Villafranca in Lunigiana 3;

Tamponi eseguiti:  100 tamponi molecolari e 18 test rapidi;

Numero di guarigioni1;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 9.702 prime dosi e 3.515 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 78,5%.

PIANA DI LUCCA: 52 nuovi casi positivi

Altopascio 9, Capannori 10, Lucca 28, Pescaglia 3, Porcari 2;

Tamponi eseguiti:  442 tamponi molecolari e 25 test rapidi;

Numero di guarigioni21;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 28.348 prime dosi e 10.179 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 77,5%.

VALLE DEL SERCHIO: 5 nuovi casi positivi

Borgo a Mozzano 1, Careggine 1, Castelnuovo  di Garfagnana 1, Piazza al Serchio 1, San Romano in Garfagnana 1;

Tamponi eseguiti:  144 tamponi molecolari e test rapidi;

Numero di guarigioni0;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 9.270 prime dosi e 3.273 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 83,7%.

PISA: 31 nuovi casi positivi

Cascina 3, Crespina Lorenzana 6, Fauglia 1, Pisa 11, San Giuliano Terme 5, Vecchiano 3,  Vicopisano 2;

Tamponi eseguiti:  365 tamponi molecolari e 96 test rapidi;

Numero di guarigioni45;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 27.364 prime dosi e 6.159 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 79,3%.

ALTA VAL DI CECINA VAL D’ERA: 15 nuovi casi positivi

Buti 1, Calcinaia 1, Casciana Terme Lari 4, Peccioli 3, Pontedera 2, Santa Maria a Monte 3, Terricciola 1;

Tamponi eseguiti:  179 tamponi molecolari e 67 test rapidi;

Numero di guarigioni16;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 22.918 prime dosi e 7.562 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 85,3%.

LIVORNO: 28 nuovi casi positivi

Collesalvetti 2, Livorno 26;

Tamponi eseguiti:  363 tamponi molecolari e 31 test rapidi;

Numero di guarigioni44;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 37.454 prime dosi e 12.218 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 78,5%.

VALLI ETRUSCHE: 10 nuovi casi positivi

Campiglia Marittima 1, Cecina 1, Piombino 3, Rosignano Marittimo 4, Santa Luce 1;

Tamponi eseguiti:  197 tamponi molecolari e 12 test rapidi;

Numero di guarigioni13;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 23.294 prime dosi e 7.570 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose 83,3%.

ELBA: 6 nuovi casi positivi

Capoliveri 1, Marciana 1, Portoferraio 3, Rio 1;

Tamponi eseguiti:  78 tamponi molecolari e 0 test rapidi;

Numero di guarigioni0;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 5.841 prime dosi e 2.222 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose 84%.

VERSILIA: 46 nuovi casi positivi

Camaiore 10, Forte dei Marmi 4, Massarosa 3, Pietrasanta 1, Seravezza 3, Stazzema 1, Viareggio 24;

Tamponi eseguiti:  471 tamponi molecolari e 28 test rapidi;

Numero di guarigioni61;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 29.722 prime dosi e 9.590 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose 78,9%.

I guariti su tutto il territorio aziendale sono 62.602 (+351 rispetto a ieri).

Si sono registrati decessi di persone residenti nel territorio aziendale: uomo di 84 anni, uomo di 88 anni e donna di 92 anni dell’ambito territoriale di Massa Carrara; uomo di 72 anni dell’ambito della Versilia. Si ribadisce che spetterà all’Istituto superiore di sanità attribuire in maniera definitiva al Coronavirus queste morti “con Covid”: si tratta infatti, spesso, di persone che avevano già patologie concomitanti.

Per quanto riguarda i ricoveri per “Covid-19”, negli ospedali dell’Azienda USL Toscana nord ovest sono in totale 387 (ieri erano 375), di cui  59 (lo stesso numero di ieri) in Terapia intensiva.

All’ospedale di Livorno 83 i ricoverati, di cui 11 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Lucca 101 i ricoverati, di cui 20 in Terapia intensiva.

All’ospedale Apuane 51 ricoverati, di cui 15 in Terapia intensiva.

All’ospedale Versilia 96 ricoverati, di cui 8 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Pontedera 29 ricoverati, di cui 2 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Cecina 27 i ricoverati, di cui 3 in Terapia intensiva.

Dal monitoraggio giornaliero, infine, su tutto il territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest, sono 8.903  (+194  rispetto ieri) le persone in quarantena perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

PISA – In Toscana sono 217.349 i casi di positività al Coronavirus, 771 in più rispetto a ieri (745 confermati con tampone molecolare e 26 da test rapido antigenico).

I nuovi casi sono lo 0,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,6% e raggiungono quota 185.753 (85,5% dei casi totali).

Oggi sono stati eseguiti 9.610 tamponi molecolari e 1.589 tamponi antigenici rapidi, di questi il 6,9% è risultato positivo. Sono invece 4.127 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 18,7% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 25.713, -1,4% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.850 (49 in più rispetto a ieri), di cui 273 in terapia intensiva (3 in più). Oggi si registrano 31 nuovi decessi: 20 uomini e 11 donne con un’età media di 83,1 anni.

L’età media dei 771 nuovi positivi odierni è di 43 anni circa (il 18% ha meno di 20 anni, il 26% tra 20 e 39 anni, il 31% tra 40 e 59 anni, il 20% tra 60 e 79 anni, il 5% ha 80 anni o più).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (745 confermati con tampone molecolare e 26 da test rapido antigenico). Sono 59.519 i casi complessivi ad oggi a Firenze (224 in più rispetto a ieri), 19.526 a Prato (79 in più), 20.345 a Pistoia (52 in più), 12.200 a Massa-Carrara (34 in più), 22.667 a Lucca (103 in più), 26.772 a Pisa (80 in più), 16.033 a Livorno (43 in più), 19.933 ad Arezzo (71 in più), 12.044 a Siena (53 in più), 7.755 a Grosseto (32 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 388 i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 227 nella Nord Ovest, 156 nella Sud Est.

La Toscana si trova al 13° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 5.886 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 6.489 per 100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 7.596 casi per 100.000 abitanti, Pistoia con 6.975, Pisa con 6.403, la più bassa Grosseto con 3.530.

Complessivamente, 23.863 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (407 in meno rispetto a ieri, meno 1,7%).
Sono 28.035 (553 in più rispetto a ieri, più 2%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 11.843, Nord Ovest 8.903, Sud Est 7.289).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 1.850 (49 in più rispetto a ieri, più 2,7%), 273 in terapia intensiva (3 in più rispetto a ieri, più 1,1%).
Le persone complessivamente guarite sono 185.753 (1.098 in più rispetto a ieri, più 0,6%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 185.753 (1.098 in più rispetto a ieri, più 0,6%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Oggi si registrano 31 nuovi decessi: 20 uomini e 11 donne con un’età media di 83,1 anni.

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 16 a Firenze, 3 a Prato, 6 a Pistoia, 3 a Massa-Carrara, 1 a Lucca, 1 a Pisa, 1 a Arezzo.

Sono 5.883 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 1.868 a Firenze, 481 a Prato, 528 a Pistoia, 504 a Massa-Carrara, 597 a Lucca, 631 a Pisa, 380 a Livorno, 396 ad Arezzo, 267 a Siena, 152 a Grosseto, 79 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 159,3 per 100.000 residenti contro il 196 per 100.000 della media italiana (12° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa-Carrara (262,9 per 100.000), Firenze (187,6 per 100.000) e Prato (187,1 per 100.000), il più basso a Grosseto (69,2 per 100.000).

PISA – I nuovi casi registrati in Toscana sono domenica 18 aprile sono 958 su 20.407 test di cui 14.362 tamponi molecolari e 6.045 test rapidi.

Il tasso dei nuovi positivi è 4,69% (14,5% sulle prime diagnosi).

Le persone estremamente vulnerabili non ancora registrate sul portale per il vaccino possono iscriversi su https://prenotavaccino.sanita.toscana.it/#/new-adhesion/ef.

Ad oggi sono oltre 63mila i vaccini somministrati ai vulnerabili.

I nuovi casi sono lo 0,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,7% e raggiungono quota 184.655 (85,3% dei casi totali). 

L’età media dei 958 nuovi positivi è di 44 anni circa (il 19% ha meno di 20 anni, il 21% tra 20 e 39 anni, il 34% tra 40 e 59 anni, il 19% tra 60 e 79 anni, il 7% ha 80 anni o più). Oggi si registrano 28 decessi: 15 uomini e 13 donne con un’età media di 81,8 anni.

Sono stati eseguiti 14mila362 tamponi molecolari e 6mila45 tamponi antigenici rapidi, di questi il 4,7% è risultato positivo. Sono invece 6mila607 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 14,5% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 26mila71, -1,1% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.801 (14 in meno rispetto a ieri), di cui 270 in terapia intensiva (8 in meno).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (942 confermati con tampone molecolare e 16 da test rapido antigenico). Sono 59mila295 i casi complessivi ad oggi a Firenze (278 in più rispetto a ieri), 19mila447 a Prato (105 in più), 20mila293 a Pistoia (106 in più), 12mila166 a Massa (31 in più), 22mila564 a Lucca (93 in più), 26mila692 a Pisa (118 in più), 15mila990 a Livorno (37 in più), 19mila862 ad Arezzo (77 in più), 11mila991 a Siena (82 in più), 7mila723 a Grosseto (31 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 518 i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 250 nella Nord Ovest, 190 nella Sud est.

La Toscana si trova al 13° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 5.865 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 6.468 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 7.565 casi x100.000 abitanti, Pistoia con 6.957, Pisa con 6.384, la più bassa Grosseto con 3.515.

Complessivamente, 24.270 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (285 in meno rispetto a ieri, meno 1,2%).
Sono 27mila482 (506 in più rispetto a ieri, più 1,9%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 11mila717, Nord Ovest 8mila709, Sud Est 7mila056).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 1.801 (14 in meno rispetto a ieri, meno 0,8%), 270 in terapia intensiva (8 in meno rispetto a ieri, meno 2,9%).

Le persone complessivamente guarite sono 184.655 (1.229 in più rispetto a ieri, più 0,7%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 184.655 (1.229 in più rispetto a ieri, più 0,7%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Si registrano oggi 28 nuovi decessi: 15 uomini e 13 donne con un’età media di 81,8 anni.

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 10 a Firenze, 4 a Prato, 7 a Lucca, 1 a Pisa, 1 a Livorno, 5 a Arezzo.

Sono 5mila852 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 1.852 a Firenze, 478 a Prato, 522 a Pistoia, 501 a Massa Carrara, 596 a Lucca, 630 a Pisa, 380 a Livorno, 395 ad Arezzo, 267 a Siena, 152 a Grosseto, 79 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 158,5 x100.000 residenti contro il 195,6 x100.000 della media italiana (12° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (261,4 x100.000), Firenze (186,0 x100.000) e Prato (185,9 x100.000), il più basso a Grosseto (69,2 x100.000).

PISA– Da sabato 17 aprile sono aperte le prenotazioni per la fascia d’età che riguarda gli over 70, ovvero le persone nate dal 1941 al 1951.

Per prenotare la somministrazione della prima dose occorre andare, come sempre, sul portale prenotavaccino.sanita.toscana.it.


La vaccinazione avverrà nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì  20, 21 e 22 aprile prossimi, su appuntamento prenotato nel punto vaccinale che l’interessato avrà indicato sul portale.
Le agende saranno richiuse a posti disponibili esauriti, che attualmente sono soltanto 25mila, a causa dell’andamento a rilento delle forniture.

Rimangono aperte sul portale on line le prenotazioni per gli over 80 e rimane attivo il numero verde dedicato: 800 11 77 44 per gli ultraottanttenni che non hanno la possibilità di prenotare in autonomia.

PISA – In Toscana sono 215.620 i casi di positività al Coronavirus, 1.150 in più rispetto a ieri (1.127 confermati con tampone molecolare e 23 da test rapido antigenico)

I nuovi casi sono lo 0,5% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,7% e raggiungono quota 183.426 (85,1% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 15.612 tamponi molecolari e 11.253 tamponi antigenici rapidi, di questi il 4,3% è risultato positivo. Sono invece 8.812 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 13,1% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 26.370, -0,7% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.815 (20 in meno rispetto a ieri), di cui 278 in terapia intensiva (stabili). Oggi si registrano 20 nuovi decessi: 11 uomini e 9 donne con un’età media di 80 anni.

L’età media dei 1.150 nuovi positivi odierni è di 43 anni circa (il 18% ha meno di 20 anni, il 26% tra 20 e 39 anni, il 33% tra 40 e 59 anni, il 17% tra 60 e 79 anni, il 6% ha 80 anni o più).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (1.127 confermati con tampone molecolare e 23 da test rapido antigenico). Sono 59.017 i casi complessivi ad oggi a Firenze (338 in più rispetto a ieri), 19.342 a Prato (167 in più), 20.187 a Pistoia (93 in più), 12.135 a Massa Carrara (38 in più), 22.471 a Lucca (130 in più), 26.574 a Pisa (104 in più), 15.953 a Livorno (79 in più), 19.785 ad Arezzo (79 in più), 11.909 a Siena (75 in più), 7.692 a Grosseto (47 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 639 i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 310 nella Nord Ovest, 201 nella Sud est.

La Toscana si trova al 13° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 5.839 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 6.442 per 100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 7.524 casi per 100.000 abitanti, Pistoia con 6.921, Pisa con 6.356, la più bassa Grosseto con 3.501.
Complessivamente, 24.555 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (166 in meno rispetto a ieri, meno 0,7%).
Sono 26.976 (808 in più rispetto a ieri, più 3,1%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 11.342, Nord Ovest 8.669, Sud Est 6.965).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 1.815 (20 in meno rispetto a ieri, meno 1,1%), 278 in terapia intensiva (stabili rispetto a ieri).
Le persone complessivamente guarite sono 183.426 (1.316 in più rispetto a ieri, più 0,7%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 183.426 (1.316 in più rispetto a ieri, più 0,7%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Oggi si registrano 20 nuovi decessi: 11 uomini e 9 donne con un’età media di 80 anni.

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 4 a Firenze, 2 a Prato, 2 a Pistoia, 1 a Massa Carrara, 3 a Lucca, 3 a Pisa, 1 a Livorno, 3 a Arezzo, 1 residente fuori Toscana.

Sono 5.824 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 1.842 a Firenze, 474 a Prato, 522 a Pistoia, 501 a Massa Carrara, 589 a Lucca, 629 a Pisa, 379 a Livorno, 390 ad Arezzo, 267 a Siena, 152 a Grosseto, 79 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 157,7 per 100.000 residenti contro il 195,1 per 100.000 della media italiana (12° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (261,4 per 100.000), Firenze (185,0 per 100.000) e Prato (184,4 x100.000), il più basso a Grosseto (69,2 per 100.000).

PISA – La possibilità di coniugare il disagio patito dagli studenti in questo “annus horribilis” caratterizzato dall’emergenza sanitaria a causa dell’epidemia Covid-19 con l’apprezzamento per il lavoro ed il sacrificio del Personale sanitario nel cercare di contrastare la pandemia è stata la base da cui è nata l’idea, da parte della Sezione di Pisa dell’ANCRI (Associazione Nazionale degli insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana) di promuovere un Bando di Concorso riservato agli Studenti dei Licei Artistici di Pisa, Cascina e Volterra avente come tema proprio il periodo che stiamo purtroppo ancora vivendo, iniziativa che è stata presentata agli organi di informazione all’interno della struttura ospedaliera di Cisanello.

di Giovanni Manenti

Un concorso, dal titolo quanto mai significativo, ovvero “Oltre il buio la luce; sacrificio, coraggio e speranza nella lotta dei sanitari alla pandemia di Covid-19“, che vede quale termine ultimo per la presentazione delle opere il prossimo 30 giugno, con successivo esame delle stesse da parte di una apposita Commissione che provvederà alla scelta dei tre migliori lavori che avranno l’onore di essere esposti al pubblico all’interno dell’AOUP di Cisanello.

A presentare l’evento provvedere il Dr. Eugenio Orsitto, attuale Consigliere ANCRI – Sezione di Pisa, ma già Direttore del Dipartimento di emergenza-accettazione dell’Azienda Ospedaliera, che riferisce come: “l’idea sia nata da un colloquio intercorso con una collega che ancora oggi lavora presso l’azienda ospedaliera, così da fare in modo di costruire una sorta di “ponte di solidarietà” che unisse il personale medico agli studenti dei Licei artistici di Pisa, Cascina e Volterra attraverso l’indizione di questo Concorso mediante il quale i ragazzi, seguendo un filo conduttore agli stessi assegnato, avranno modo di esprimere la propria solidarietà ed apprezzamento per il difficile lavoro svolto a mezzo opere d’arte che saranno eseguite con i metodi a loro più usuali, vale a dire la pittura, scultura, grafica ed incisione” …
Concorso riservato“, conclude il Dr. Orsitto, “alle Classi III, IV e V che entro il prossimo 30 giugno 2021 dovranno inviare al Provveditorato agli Studi di Pisa le loro produzioni artistiche che saranno poi sottoposte alla valutazione di una Commissione esaminatrice composta da tre elementi (uno per ciascuna delle tre Scuole) da cui scaturità una graduatoria per far emergere i tre migliori lavori che saranno consegnati all’Azienda Ospedaliera Pisana – la quale, tengo a sottolineare, ha accolto con grande entusiasmo questa iniziativa – che provvederà ad esporli in un luogo dove potranno essere ammirati dal pubblico“.

Un progetto che non può che trovare l’apprezzamento da parte della Prof.ssa Valeria Raglianti, Dirigente dell’Ufficio Scolastico territoriale di Pisa, la quale evidenzia come: “una volta che, come Ufficio Scolastico, di cui sono la referente per tutti i progetti di cittadinanza attiva e democratica, siamo stati contattati da parte dell’ANCRI per chiedere la nostra collaborazione nell’indire un Concorso che avesse l’obiettivo di stimolare le Scuole, ed in particolare i Licei Artistici, nel produrre elaborati da poter poi esporre all’interno della struttura ospedaliera, abbiamo immediatamente abbracciato tale iniziativa soprattutto poiché la stessa consente agli Studenti di riflettere su di un tema che, purtroppo, continua a sussistere, sulla base di una traccia quanto mai significativa al riguardo. Le produzioni che parteciperanno al Concorso“, conclude la Prof.ssa Raglianti, “non sono altro che elaborazioni artistiche costituite da disegni, sculture realizzate con vari materiali, trattandosi comunque di opere che possano essere esposte in quanto le tre migliori di esse avranno la possibilità di essere collocate in maniera definitiva all’interno della Struttura Ospedaliera, facendo altresì presente come l’ANCRI abbia proposto alle Scuole dei tre vincitori una donazione liberale proprio per sottolineare l’impegno che questi ragazzi hanno profuso nella partecipazione al Concorso“.

Direttamente chiamata in causa, la Prof.ssa Gaetana Zobel, Dirigente Scolastico del Liceo Artistico Russoli di Pisa, espone così il proprio pensiero: “abbiamo accolto favorevolmente l’idea di questo Concorso per due serie di motivi, ovvero dare l’occasione ai nostri alunni di esprimere attraverso l’arte quello che hanno vissuto in questo drammatico periodo, e cioè il disagio ed il malessere di una fascia d’età compresa tra i 16 ed i 19 anni ed in più l’opportunità che è loro concessa di vedere esposte all’interno del nuovo Ospedale di prossima costruzione le tre migliori opere a ricordo sia di questa pandemia che di loro stessi e delle rispettive capacità creative” …
Per quel che riguarda in concreto dette produzioni”, conclude la Prof.ssa Zobel, “abbiamo a disposizione cinque indirizzi distinti e pertanto ritengo che i Professori daranno ampia facoltà di scelta agli studenti, e se non vi sono problemi per coloro che sceglieranno la soluzione grafica, per quel che concerne l’indirizzo di arti figurative sarà data l’opportunità ai ragazzi di esprimere le loro competenze in ambito sia pittorico che scultoreo, senza trascurare che potrebbero nascere lavori di incisione piuttosto che in legno, nel mentre saranno i Professori a stimolare la tipologia di lavoro, vale a dire se opere create da un singolo oppure da piccoli gruppi, anche perché i tempi sono abbastanza ridotti e soprattutto gli Studenti delle quinte devono prepararsi per l’esame di Stato“.

PISA – Si è aperto nel pomeriggio di venerdì 16 aprile, il portale https://prenotavaccino.sanita.toscana.it/#/home  per le persone con elevata vulnerabilità, che potranno registrarsi per la prima volta, in relazione alla propria patologia come da elenco pubblicato sul sito regionale e secondo quanto previsto dalle ultime «Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti Sars-CoV-2/Covid-19» del 10 marzo 2021, pubblicate sulla Gazzetta ufficiale (Serie generale n. 72 del 24 marzo 2021).

Continuano, invece, ad essere aperte le agende di prenotazione per le persone a elevata fragilità, che si sono registrate prima del 31 marzo e che hanno ricevuto  – o stanno ricevendo – un sms con il codice di prenotazione di 8 cifre. In questo caso, gli appuntamenti disponibili prenotabili sono quelli che vanno dal 23 aprile al 7 maggio 2021.

Alle ore 18 di venerdì 16 aprile, hanno ricevuto la prima dose 50.538 persone a elevata vulnerabilità e 10.354 invece  la seconda, come riportato sul portale https://vaccinazioni.sanita.toscana.it/, aggiornato in tempo reale.

Over 80, alcuni dati sul numero verde “ProntoVaccino”

Sono già 1.150 gli over 80 che hanno utilizzato “ProntoVaccino”, il numero verde 800117744 dedicato alle persone con più di 80 anni, che hanno difficoltà nell’utilizzo degli strumenti digitali. Il servizio gratuito telefonico, attivato oggi, consente di prenotare l’appuntamento per la vaccinazione da domenica 18 a martedì 20 aprile, in alcuni hub appositamente selezionati.

L’iniziativa è rivolta agli over 80, che non hanno ancora fissato l’appuntamento con il proprio medico di medicina generale e che non sono in grado di prenotarsi sul portale regionale, aperto da oggi anche per loro, al fine di raggiungere entro il 25 aprile 2021 la più ampia copertura vaccinale possibile, tramite la somministrazione della prima dose.

In Toscana vivono circa 320mila over 80: alle ore 18 di oggi 16 aprile, sono 256.285 gli anziani, che hanno ricevuto la prima dose di vaccino, e 104.028 coloro ai quali è stata somministrata la seconda dose.

PISA – Nell’Azienda USL Toscana Nord Ovest i casi positivi di venerdì 16 aprile sono 314.

APUANE:  38 nuovi casi positivi

Carrara 21, Massa 16, Montignoso 1;

Tamponi eseguiti:  361 tamponi molecolari e 111 test rapidi;

Numero di guarigioni45;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 28.950 prime dosi e 9.185 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 70,3%.

LUNIGIANA:  8 nuovi casi positivi

Fivizzano 1, Fosdinovo 2, Pontremoli 2, Tresana 1, Villafranca in Lunigiana 2;

Tamponi eseguiti:  45 tamponi molecolari e 14 test rapidi;

Numero di guarigioni14;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 9.066 prime dosi e 3.290 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 74,1%.

PIANA DI LUCCA: 47 nuovi casi positivi

Altopascio 10, Capannori 8, Lucca 24, Montecarlo 3, Pescaglia 1, Porcari 1;

Tamponi eseguiti:  453 tamponi molecolari e 110 test rapidi;

Numero di guarigioni48;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 25.733 prime dosi e 9.815 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 71,4%.

VALLE DEL SERCHIO: 12 nuovi casi positivi

Barga 1, Castelnuovo  di Garfagnana 2, Coreglia Antelminelli 1, Fabbriche di Vergemoli 2, Molazzana 1, Piazza al Serchio 2, Pieve Fosciana 1,  Sillano Giuncugnano 1, Villa Collemandina 1;

Tamponi eseguiti:  156 tamponi molecolari e 15 test rapidi;

Numero di guarigioni11;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 8.706 prime dosi e 3.031 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 79,5%.

PISA: 23 nuovi casi positivi

Calci 1, Cascina 2, Crespina Lorenzana 6, Pisa 10, San Giuliano Terme 1, Vicopisano 3;

Tamponi eseguiti:  334 tamponi molecolari e 242 test rapidi;

Numero di guarigioni43;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 24.607 prime dosi e 5.481 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 72,1%.

ALTA VAL DI CECINA VAL D’ERA: 22 nuovi casi positivi

Bientina 2, Capannoli 1, Casciana Terme Lari 4, Palaia 1, Peccioli 2, Pomarance 1, Ponsacco 4, Pontedera 6, Santa Maria a Monte 1

Tamponi eseguiti:  351 tamponi molecolari e 56 test rapidi;

Numero di guarigioni40;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 20.686 prime dosi e 7.115 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 77,6%.

LIVORNO: 79 nuovi casi positivi

Collesalvetti 7, Livorno 72;

Tamponi eseguiti:  616 tamponi molecolari e 52 test rapidi;

Numero di guarigioni62;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 34.210 prime dosi e 11.767 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 70,3%.

VALLI ETRUSCHE: 44 nuovi casi positivi

Bibbona 2, Campiglia Marittima 1, Castagneto Carducci 2, Cecina 8, Montescudaio 1, Monteverdi Marittimo 2,  Piombino 15, Rosignano Marittimo 11, Santa Luce 2;

Tamponi eseguiti:  262 tamponi molecolari e 61 test rapidi;

Numero di guarigioni47;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 21.164 prime dosi e 7.280 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose 77%.

ELBA: 1 nuovo caso positivo

Portoferraio 1;

Tamponi eseguiti:  59 tamponi molecolari e 5 test rapidi;

Numero di guarigioni6;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 5.416 prime dosi e 1.990 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose 79,9%.

VERSILIA: 40 nuovi casi positivi

Camaiore 11, Forte dei Marmi 1, Massarosa 1, Pietrasanta 3, Seravezza 4, Stazzema 3, Viareggio 17;

Tamponi eseguiti:  310 tamponi molecolari e 168 test rapidi;

Numero di guarigioni82;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 26.848 prime dosi e 9.082 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose 70,4%.

I guariti su tutto il territorio aziendale sono 61.558 (+404 rispetto a ieri).

Si è registrato decesso di persona residenti nel territorio aziendale: uomo di 87 anni dell’ambito territoriale di Pisa. Si ribadisce che spetterà all’Istituto superiore di sanità attribuire in maniera definitiva al Coronavirus questa come le altre morti “con Covid”: si tratta infatti, spesso, di persone che avevano già patologie concomitanti.

Per quanto riguarda i ricoveri per “Covid-19”, negli ospedali dell’Azienda USL Toscana nord ovest sono in totale 400 (ieri erano 424), di cui  58 (ieri  erano 61) in Terapia intensiva.

All’ospedale di Livorno 78 i ricoverati, di cui 12 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Lucca 99 i ricoverati, di cui 19 in Terapia intensiva.

All’ospedale Apuane 59 ricoverati, di cui 14 in Terapia intensiva.

All’ospedale Versilia 107 ricoverati, di cui 9 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Pontedera 33 ricoverati, di cui 2 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Cecina 24 i ricoverati, di cui 2 in Terapia intensiva.

Dal monitoraggio giornaliero, infine, su tutto il territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest, sono 8.420 (+116  rispetto ieri) le persone in quarantena perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

PISA – I nuovi casi registrati in Toscana venerdì 16 Aprile sono 1.239 su 24.749 test di cui 13.852 tamponi molecolari e 10.897 test rapidi.

Il tasso dei nuovi positivi è 5,01% (14% sulle prime diagnosi).

Sono aperte inoltre le prenotazioni per le persone di più di 80 anni che non hanno ancora ricevuto l’appuntamento dal proprio medico. Sul portale https://prenotavaccino.sanita.toscana.it o chiamando il numero verde 800 11 77 44.

I nuovi casi sono lo 0,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,8% e raggiungono quota 182.110 (84,9% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 13.852 tamponi molecolari e 10.897 tamponi antigenici rapidi, di questi il 5% è risultato positivo. Sono invece 8.878 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 14% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 26.556, -0,9% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.835 (84 in meno rispetto a ieri), di cui 278 in terapia intensiva (8 in meno). Oggi si registrano 20 nuovi decessi: 12 uomini e 8 donne con un’età media di 80,2 anni.

L’età media dei 1.239 nuovi positivi odierni è di 45 anni circa (il 18% ha meno di 20 anni, il 22% tra 20 e 39 anni, il 33% tra 40 e 59 anni, il 22% tra 60 e 79 anni, il 5% ha 80 anni o più).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (1.200 confermati con tampone molecolare e 39 da test rapido antigenico). Sono 58.679 i casi complessivi ad oggi a Firenze (400 in più rispetto a ieri), 19.175 a Prato (126 in più), 20.094 a Pistoia (105 in più), 12.097 a Massa Carrara (46 in più), 22.341 a Lucca (99 in più), 26.470 a Pisa (95 in più), 15.874 a Livorno (119 in più), 19.706 ad Arezzo (114 in più), 11.834 a Siena (92 in più), 7.645 a Grosseto (43 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 676 i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 314 nella Nord Ovest, 249 nella Sud est.

La Toscana si trova al 13° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 5.808 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 6.415 per 100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 7.459 casi per 100.000 abitanti, Pistoia con 6.889, Pisa con 6.331, la più bassa Grosseto con 3.480.

Complessivamente, 24.721 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (146 in meno rispetto a ieri, meno 0,6%).

Sono 26.168 (544 in più rispetto a ieri, più 2,1%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 10.999, Nord Ovest 8.420, Sud Est 6.749).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 1.835 (84 in meno rispetto a ieri, meno 4,4%), 278 in terapia intensiva (8 in meno rispetto a ieri, meno 2,8%).

Le persone complessivamente guarite sono 182.110 (1.449 in più rispetto a ieri, più 0,8%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 182.110 (1.449 in più rispetto a ieri, più 0,8%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Oggi si registrano 20 nuovi decessi: 12 uomini e 8 donne con un’età media di 80,2 anni.

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 9 a Firenze, 2 a Prato, 4 a Pistoia, 2 a Pisa, 3 a Arezzo.

Sono 5.804 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 1.838 a Firenze, 472 a Prato, 520 a Pistoia, 500 a Massa Carrara, 586 a Lucca, 626 a Pisa, 378 a Livorno, 387 ad Arezzo, 267 a Siena, 152 a Grosseto, 78 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 157,2 per 100.000 residenti contro il 194,4 per 100.000 della media italiana (12° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (260,8 per 100.000), Firenze (184,6 per 100.000) e Prato (183,6 per 100.000), il più basso a Grosseto (69,2 per 100.000).

PISA – Nell’Azienda USL Toscana Nord Ovest i casi positivi di giovedì 15 aprile sono 336.

APUANE:  36 nuovi casi positivi

Carrara 13, Massa 23;

Tamponi eseguiti:  357 tamponi molecolari e 70 test rapidi;

Numero di guarigioni37;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 28.525 prime dosi e 8.961 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 67,2%.

LUNIGIANA:  14 nuovi casi positivi

Aulla 3, Bagnone 1, Comano 1, Fivizzano 2, Fosdinovo 1, Licciana Nardi 3, Podenzana 1, Villafranca in Lunigiana 2;

Tamponi eseguiti:  95 tamponi molecolari e 5 test rapidi;

Numero di guarigioni15;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 8.809 prime dosi e 3.146 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 70,7%.

PIANA DI LUCCA: 48 nuovi casi positivi

Altopascio 3, Capannori 10, Lucca 32, Montecarlo 1, Porcari 1, Villa Basilica 1;

Tamponi eseguiti:  621 tamponi molecolari e 66 test rapidi;

Numero di guarigioni39;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 25.077 prime dosi e 9.570 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 67,4%.

VALLE DEL SERCHIO: 21 nuovi casi positivi

Bagni di Lucca 1, Barga 2, Borgo a Mozzano 2, Castelnuovo  di Garfagnana 4, Piazza al Serchio 11, Villa Collemandina 1;

Tamponi eseguiti:  159 tamponi molecolari e 30 test rapidi;

Numero di guarigioni16;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 8.495 prime dosi e 2.965 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 77,3%.

PISA: 55 nuovi casi positivi

Calci 1, Cascina 10, Crespina Lorenzana 2, Pisa 29, San Giuliano Terme 7, Vecchiano 6;

Tamponi eseguiti:  708 tamponi molecolari e 197 test rapidi;

Numero di guarigioni53;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 23.683 prime dosi e 5.084 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 67,8%.

ALTA VAL DI CECINA VAL D’ERA: 50 nuovi casi positivi

Bientina 2, Calcinaia 6, Capannoli 2, Casciana Terme Lari 1, Palaia 3, Peccioli 2, Ponsacco 7, Pontedera 17, Santa Maria a Monte 10

Tamponi eseguiti:  490 tamponi molecolari e 77 test rapidi;

Numero di guarigioni85;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 20.204 prime dosi e 6.914 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 73,6%.

LIVORNO: 55 nuovi casi positivi

Collesalvetti 6, Livorno 49;

Tamponi eseguiti:  448 tamponi molecolari e 67 test rapidi;

Numero di guarigioni42;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 33.690 prime dosi e 11.448 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 67,2%.

VALLI ETRUSCHE: 16 nuovi casi positivi

Campiglia Marittima 1, Cecina 3, Montescudaio 2, Monteverdi Marittimo 1,  Piombino 3, Rosignano Marittimo 6;

Tamponi eseguiti:  335 tamponi molecolari e 43 test rapidi;

Numero di guarigioni23;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 20.590 prime dosi e 6.967 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose 73%.

ELBA: 2 nuovi casi positivi

Porto Azzurro 1, Portoferraio 1;

Tamponi eseguiti:  79 tamponi molecolari e 0 test rapidi;

Numero di guarigioni13;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 5.317 prime dosi e 1.930 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose 78,6%.

VERSILIA: 39 nuovi casi positivi

Camaiore 7, Forte dei Marmi 2, Massarosa 5, Pietrasanta 4, Seravezza 2, Stazzema 2, Viareggio 17;

Tamponi eseguiti:  372 tamponi molecolari e 71 test rapidi;

Numero di guarigioni75;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 26.098 prime dosi e 8.876 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose 66,1%.

I guariti su tutto il territorio aziendale sono 61.154 (+365 rispetto a ieri).

Si sono registrati decessi di persone residenti nel territorio aziendale: uomo di 91 anni dell’ambito territoriale di Massa Carrara;  uomo di 80 anni e uomo di 88 anni dell’ambito di Pisa; donna di 91 anni e uomo di 63 anni dell’ambito di Livorno. Si ribadisce che spetterà all’Istituto superiore di sanità attribuire in maniera definitiva al Coronavirus questa come le altre morti “con Covid”: si tratta infatti, spesso, di persone che avevano già patologie concomitanti.

Per quanto riguarda i ricoveri per “Covid-19”, negli ospedali dell’Azienda USL Toscana nord ovest sono in totale 424 (ieri erano 414), di cui  61 (ieri  erano 59) in Terapia intensiva.

All’ospedale di Livorno 79 i ricoverati, di cui 12 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Lucca 109 i ricoverati, di cui 20 in Terapia intensiva.

All’ospedale Apuane 59 ricoverati, di cui 13 in Terapia intensiva.

All’ospedale Versilia 112 ricoverati, di cui 10 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Pontedera 37 ricoverati, di cui 2 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Cecina 28 i ricoverati, di cui 4 in Terapia intensiva.

Dal monitoraggio giornaliero, infine, su tutto il territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest, sono 8.304 (-73  rispetto ieri) le persone in quarantena perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

PISA – Da venerdì 16 aprile le persone con più di 80 anni che non sono state ancora contattate dal medico di famiglia possono prenotare il vaccino su https://prenotavaccino.sanita.toscana.it

Chi avesse difficoltà a prenotarsi sul portale può telefonare al numero verde 800 11 77 44 attivo, tutti i giorni dalle ore 9 alle 17.

Stiamo rispettando rigorosamente la vaccinazione delle categorie indicate dal Governo e con questo rush finale, che coinvolge gli over 80, riteniamo ragionevole il raggiungimento dell’obiettivo che ci siamo dati entro il 25 aprile: somministrare la prima dose a tutte le persone con più di 80 anni che vivono in Toscana – dichiara il presidente Eugenio Giani -. Ma ancora di più vogliamo essere certi di avere fatto tutto il possibile per intercettare anche quegli anziani che, per varie ragioni, non sono ancora entrati in contatto con il loro medico di famiglia. Per questo motivo, accanto all’attività ambulatoriale dei medici di medicina generale, che ringrazio della loro strettissima e massima collaborazione, abbiamo deciso di aprire anche un portale di prenotazione e  di attivare un servizio gratuito telefonico per quegli anziani che sono in difficoltà nell’utilizzo degli strumenti informatici e hanno bisogno dell’assistenza di un operatore, che li aiuti a prenotare il vaccino. La prossima settimana sarà decisiva. Riteniamo di poter arrivare a una copertura vaccinale particolarmente elevata. Anche i dati di oggi confermano che siamo sulla buona strada”.

Alla chiamata telefonica risponderà un operatore, che prenderà le informazioni indispensabili ovvero il nome e il numero di telefono della persona anziana, che sarà contattata successivamente, entro 24 ore, da un altro operatore, che prenoterà sul portale l’appuntamento per la vaccinazione, sulla base delle indicazioni fornite dalla stessa persona interessata. Il giorno dell’appuntamento sarà sufficiente presentarsi presso l’hub prescelto muniti di tessera sanitaria. La documentazione, relativa al consenso informato, potrà essere firmata al momento della vaccinazione.

Vogliamo garantire a tutte le persone anziane la possibilità di avere il vaccino anche a chi, per una serie di ragioni oggettive, potrebbe non accedere a questa opportunità. E per tutte intendo anche coloro che dichiareranno all’operatore la loro impossibilità a muoversi e la necessità di essere vaccinate a domicilio – spiega l’assessore alla sanità, Simone Bezzini -. Gireremo queste richieste alle Asl, che stanno già svolgendo un grande lavoro anche in questa direzione, perché possano provvedere già la prossima settimana. Mi sento di affermare che il lavoro positivo svolto fino a oggi dai medici di medicina generale, che ringrazio della collaborazione, insieme a quello che garantiremo in questi giorni, tutti insieme, ci consentirà di arrivare ad assicurare una valida copertura vaccinale degli over 80 nei tempi che ci siamo dati”.

A questo ultimo sforzo per garantire la vaccinazione degli over 80 in tempi rapidi stanno dando il loro contributo anche i volontari della colonna mobile della protezione civile toscana e i ragazzi del servizio civile delle Botteghe della Salute – aggiunge l’assessora regionale alla protezione civile, Monia Monni -. E’ un grande lavoro di squadra, che ci vede tutti impegnati con profondo senso di responsabilità. Ciascuno sta dando il suo massimo contributo, senza perdere di vista l’obiettivo comune di arrivare a mettere in sicurezza la salute dei nostri anziani più fragili o più esposti ad ammalarsi di Covid, a causa della loro età. Il numero unico, che attiviamo da domani per loro, è il frutto di questo sforzo comune immediatamente condiviso, senza alcuna esitazione da parte di alcuno”.

Gli operatori coinvolti in “ProntoVaccino” sono circa 200, messi a disposizione dalle Aziende sanitarie, da Anci Toscana e dalla rete degli sportelli territoriali Botteghe della Salute con i suoi volontari del servizio civile adeguatamente formati, nell’ambito di una task force, coordinata dalla protezione civile e dall’assessorato alla sanità della Regione Toscana.

Considerati i tempi strettissimi, non era possibile coinvolgere direttamente i Comuni toscani in questa iniziativa, ma volevamo dare comunque il nostro contributo a un progetto importante e abbiamo deciso di coinvolgere le nostre Botteghe della Salute – conclude Simone Gheri, direttore di Anci Toscana -. Si tratta di 74 sportelli, dislocati in tutta la Toscana e soprattutto nei Comuni più piccoli e marginali, con 118 volontari del servizio civile che risponderanno. Inoltre, abbiamo messo in piedi una task force del personale di AnciToscana, che si affiancherà agli altri operatori nel fine settimana“.

In Toscana vivono circa 320mila over 80: alle ore 16 di oggi, giovedì 15 aprile, hanno ricevuto la prima dose 243.705 anziani con più di 80 anni, di questi hanno ricevuto la seconda dose 96.675, come riportato sul portale https://vaccinazioni.sanita.toscana.it/, aggiornato in tempo reale.

PISA – I nuovi casi registrati in Toscana giovedì 15 aprile sono 1.206 su 25.102 test di cui 15.069 tamponi molecolari e 10.033 test rapidi.

Il tasso dei nuovi positivi è 4,80% (13,2% sulle prime diagnosi).

I vaccini attualmente somministrati in Toscana sono 919.604

I nuovi casi sono lo 0,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,8% e raggiungono quota 180.661 (84,7% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 15.069 tamponi molecolari e 10.033 tamponi antigenici rapidi, di questi il 4,8% è risultato positivo. Sono invece 9.110 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 13,2% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 26.786, -1,1% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.919 (27 in meno rispetto a ieri), di cui 286 in terapia intensiva (4 in più).  Si registrano 26 nuovi decessi: 14 uomini e 12 donne con un’età media di 83 anni. L’età media dei 1.206 nuovi positivi odierni è di 46 anni circa (il 16% ha meno di 20 anni, il 22% tra 20 e 39 anni, il 33% tra 40 e 59 anni, il 21% tra 60 e 79 anni, l’8% ha 80 anni o più).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (1.180 confermati con tampone molecolare e 26 da test rapido antigenico). Sono 58.279 i casi complessivi ad oggi a Firenze (407 in più rispetto a ieri), 19.049 a Prato (111 in più), 19.989 a Pistoia (100 in più), 12.051 a Massa Carrara (50 in più), 22.242 a Lucca (108 in più), 26.375 a Pisa (139 in più), 15.755 a Livorno (70 in più), 19.592 ad Arezzo (110 in più), 11.742 a Siena (69 in più), 7.602 a Grosseto (42 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 649 i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 336 nella Nord Ovest, 221 nella Sud est.

La Toscana si trova al 13° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 5.775 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 6.387). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 7.410 casi per 100.000 abitanti, Pistoia con 6.853, Pisa con 6.308, la più bassa Grosseto con 3.460.
Complessivamente, 24.867 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (264 in meno rispetto a ieri, meno 1,1%).
Sono 25.624 (67 in più rispetto a ieri, più 0,3%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 10.776, Nord Ovest 8.304, Sud Est 6.544).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 1.919 (27 in meno rispetto a ieri, meno 1,4%), 286 in terapia intensiva (4 in più rispetto a ieri, più 1,4%).
Le persone complessivamente guarite sono 180.661 (1.471 in più rispetto a ieri, più 0,8%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 180.661 (1.471 in più rispetto a ieri, più 0,8%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Purtroppo, oggi si registrano 26 nuovi decessi: 14 uomini e 12 donne con un’età media di 83 anni.

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 8 a Firenze, 3 a Prato, 3 a Pistoia, 1 a Massa Carrara, 2 a Pisa, 2 a Livorno, 5 a Siena, 2 a Grosseto.

Sono 5.784 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 1.829 a Firenze, 470 a Prato, 516 a Pistoia, 500 a Massa Carrara, 586 a Lucca, 624 a Pisa, 378 a Livorno, 384 ad Arezzo, 267 a Siena, 152 a Grosseto, 78 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 156,6 per 100 mila residenti contro il 193,8 per 100 mila della media italiana (12° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (260,8 per 100 mila), Firenze (183,7) e Prato (182,8), il più basso a Grosseto (69,2).

PISA – Riaprono mercoledì 14 aprile, le prenotazioni del vaccino AstraZeneca, per la la fascia d’età che riguarda gli over 70, ovvero le persone nate dal 1941 al 1951. Per prenotare la somministrazione della prima dose occorre andare, come sempre, sul portale prenotavaccino.sanita.toscana.it.

La vaccinazione avverrà nei giorni di venerdì 16 e sabato 17 aprile prossimi, su appuntamento prenotato nel punto vaccinale, che l’interessato avrà indicato sul portale.

Le agende saranno richiuse a posti disponibili esauriti, che attualmente sono soltanto 15mila, considerato che nella giornata di ieri è stata consegnata una fornitura ridotta di vaccino AstraZeneca: in tutto 9.900 nuove dosi, alle quali la Regione Toscana ha aggiunto 5.100 dosi rimaste dalla precedente fornitura.

Alle ore 14.30 di oggi, 14 aprile, le persone over 70, che hanno ricevuto la prima dose di AstraZeneca, sono in tutto 143.797, come riportato sul portale https://vaccinazioni.sanita.toscana.it/, aggiornato in tempo reale.

PISA – Nell’Azienda USL Toscana Nord Ovest i casi positivi di mercoledì 14 aprile sono 315.

APUANE:  20 nuovi casi positivi

Carrara 5, Massa 13, Montignoso 2;

Tamponi eseguiti:  291 tamponi molecolari e 115 test rapidi;

Numero di guarigioni28;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 28.027 prime dosi e 8.763 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 64,4%.

LUNIGIANA:  9 nuovi casi positivi

Aulla 2, Fivizzano 5, Villafranca in Lunigiana 2;

Tamponi eseguiti:  112 tamponi molecolari e 4 test rapidi;

Numero di guarigioni15;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 8.682 prime dosi e 3.087 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 68,7%.

PIANA DI LUCCA: 56 nuovi casi positivi

Altopascio 8, Capannori 30, Lucca 10, Pescaglia 1, Porcari 7;

Tamponi eseguiti:  346 tamponi molecolari e 95 test rapidi;

Numero di guarigioni60;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 24.498 prime dosi e 9.419 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 63,8%.

VALLE DEL SERCHIO: 11 nuovi casi positivi

Barga 4, Borgo a Mozzano 1, Castelnuovo  di Garfagnana 2, Coreglia Antelminelli 2,Minucciano 1, Villa Collemandina 1;

Tamponi eseguiti:  134 tamponi molecolari e 15 test rapidi;

Numero di guarigioni21;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 8.370 prime dosi e 2.907 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 75,6%.

PISA: 55 nuovi casi positivi

Calci 3, Cascina 10, Crespina Lorenzana 3, Fauglia 3, Pisa 23, San Giuliano Terme 5, Vecchiano 5, Vicopisano 3

Tamponi eseguiti:  619 tamponi molecolari e 168 test rapidi;

Numero di guarigioni56;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 22.931 prime dosi e 4.854 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 64,4%.

ALTA VAL DI CECINA VAL D’ERA: 48 nuovi casi positivi

Calcinaia 2, Capannoli 1, Casciana Terme Lari 12, Palaia 2, Peccioli 2, Ponsacco 9, Pontedera 11, Santa Maria a Monte 7, Terricciola 2

Tamponi eseguiti:  559 tamponi molecolari e 121 test rapidi;

Numero di guarigioni55;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 19.739 prime dosi e 6.764 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 69,5%.

LIVORNO: 43 nuovi casi positivi

Collesalvetti 6, Livorno 37;

Tamponi eseguiti:  621 tamponi molecolari e 75 test rapidi;

Numero di guarigioni51;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 33.243 prime dosi e 11.261 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 64,3%.

VALLI ETRUSCHE: 25 nuovi casi positivi

Bibbona 1, Cecina 5, Piombino 7, Rosignano Marittimo 11, San Vincenzo 1;

Tamponi eseguiti:  332 tamponi molecolari e 32 test rapidi;

Numero di guarigioni28;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 20.010 prime dosi e 6.823 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose 69,2%.

ELBA: 8 nuovi casi positivi

Marciana Marina 3, Portoferraio 5;

Tamponi eseguiti:  91 tamponi molecolari e 1 test rapido;

Numero di guarigioni3;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 5.268 prime dosi e 1.853 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose 78%.

VERSILIA: 40 nuovi casi positivi

Camaiore 6, Forte dei Marmi 5, Massarosa 6, Pietrasanta 2, Seravezza 2, Viareggio 19;

Tamponi eseguiti:  383 tamponi molecolari e 172 test rapidi;

Numero di guarigioni63;

Vaccinazioni complessivamente effettuate: 25.648 prime dosi e 8.732 seconde dosi;

la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose 62,7%.

I guariti su tutto il territorio aziendale sono 60.789 (+485 rispetto a ieri).

Si sono registrati decessi di persone residenti nel territorio aziendale: uomo di 81 anni, uomo di 80 anni e donna di 75 anni dell’ambito territoriale di Lucca;  donna di 83 anni dell’ambito di Pisa; uomo di 92 anni dell’ambito della Versilia. Si ribadisce che spetterà all’Istituto superiore di sanità attribuire in maniera definitiva al Coronavirus questa come le altre morti “con Covid”: si tratta infatti, spesso, di persone che avevano già patologie concomitanti.

Per quanto riguarda i ricoveri per “Covid-19”, negli ospedali dell’Azienda USL Toscana nord ovest sono in totale 414 (ieri erano 416), di cui  59 (ieri  erano 62) in Terapia intensiva.

All’ospedale di Livorno 80 i ricoverati, di cui 11 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Lucca 103 i ricoverati, di cui 18 in Terapia intensiva.

All’ospedale Apuane 57 ricoverati, di cui 14 in Terapia intensiva.

All’ospedale Versilia 111 ricoverati, di cui 11 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Pontedera 36 ricoverati, di cui 2 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Cecina 27 i ricoverati, di cui 3 in Terapia intensiva.

Dal monitoraggio giornaliero, infine, su tutto il territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest, sono 8.377 (+114   rispetto a ieri) le persone in quarantena perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

PISA – I nuovi casi positivi registrati in Toscana mercoledì 14 aprile sono 1.168 su 25.655 test di cui 15.837 tamponi molecolari e 9.818 test rapidi.

Il tasso dei nuovi positivi è 4,55% (14,0% sulle prime diagnosi).

I nuovi casi sono lo 0,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,8% e raggiungono quota 179.190 (84,5% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 15.837 tamponi molecolari e 9.818 tamponi antigenici rapidi, di questi il 4,6% è risultato positivo. Sono invece 8.326 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 14% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 27.077, -1,2% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.946 (1 in meno rispetto a ieri), di cui 282 in terapia intensiva (1 in meno).

Oggi si registrano 32 nuovi decessi: 25 uomini e 7 donne con un’età media di 80,6 anni. L’età media dei 1.168 nuovi positivi odierni è di 43 anni circa (il 18% ha meno di 20 anni, il 24% tra 20 e 39 anni, il 34% tra 40 e 59 anni, il 19% tra 60 e 79 anni, il 5% ha 80 anni o più).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (1.133 confermati con tampone molecolare e 35 da test rapido antigenico). Sono 57.872 i casi complessivi ad oggi a Firenze (401 in più rispetto a ieri), 18.938 a Prato (97 in più), 19.889 a Pistoia (87 in più), 12.001 a Massa-Carrara (29 in più), 22.134 a Lucca (107 in più), 26.236 a Pisa (142 in più), 15.685 a Livorno (76 in più), 19.482 ad Arezzo (103 in più), 11.673 a Siena (84 in più), 7.560 a Grosseto (42 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 624 i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 315 nella Nord Ovest, 229 nella Sud est.

La Toscana si trova al 13° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 5.742 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 6.360 per 100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 7.367 casi per 100.000 abitanti, Pistoia con 6.818, Pisa con 6.275, la più bassa Grosseto con 3.441.

Complessivamente, 25.131 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (336 in meno rispetto a ieri, meno 1,3%).
Sono 25.557 (440 in più rispetto a ieri, più 1,8%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 10.741, Nord Ovest 8.377, Sud Est 6.439).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 1.946 (1 in meno rispetto a ieri, meno 0,1%), 282 in terapia intensiva (1 in meno rispetto a ieri, meno 0,4%). Le persone complessivamente guarite sono 179.190 (1.473 in più rispetto a ieri, più 0,8%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 179.190 (1.473 in più rispetto a ieri, più 0,8%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Oggi si registrano 32 nuovi decessi: 25 uomini e 7 donne con un’età media di 80,6 anni.

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 9 a Firenze, 10 a Prato, 2 a Pistoia, 5 a Lucca, 4 a Pisa, 1 a Siena, 1 a Grosseto.

Sono 5.758 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 1.821 a Firenze, 467 a Prato, 513 a Pistoia, 499 a Massa Carrara, 586 a Lucca, 622 a Pisa, 376 a Livorno, 384 ad Arezzo, 262 a Siena, 150 a Grosseto, 78 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 155,9  per 100.000 residenti contro il 193 per 100.000 della media italiana (12° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa-Carrara (260,3 per 100.000), Firenze (182,9 per 100.000) e Prato (181,7 per 100.000), il più basso a Grosseto (68,3 per 100.000).

PISA – Grazie all’arrivo di quattromila mila nuove dosi in più del vaccino Pfizer-BioNTech la Asl Toscana nord ovest avvia una campagna straordinaria per 3.300 pazienti estremamente vulnerabili “a chiamata diretta” (su circa 13mila che si sono registrati sul portale regionale) e 900 genitori di bambini fragili (il totale degli iscritti).

Queste sono solo le prime somministrazioni dedicate ad una ben più ampia platea di cittadini da vaccinare in tempi brevi perché considerati prioritari per patologia, come da indicazioni regionali e nazionali.

Infatti, anche nelle prossime settimane sono state annunciate dosi in più, rispetto a quelle previste originariamente, che permetteranno la predisposizione di sedute aggiuntive, sempre per gli estremamente vulnerabili.

Venerdì 16 e sabato 17 aprile queste persone potranno essere vaccinate nei principali centri vaccinali dell’Azienda.

Le prime 4.200 persone così individuate riceveranno dalla Regione Toscana un sms con l’indicazione di luogo, data e orario della vaccinazione; potranno quindi recarsi direttamente nel centro indicato per essere sottoposte al vaccino Pfizer, senza bisogno di ulteriori conferme.

Ricordiamo che nella formazione delle agende vengono considerati, per queste quote aggiuntive di Pfizer, due requisiti principali: il fatto che sia già stata effettuata la pre-adesione sul portale regionale e la verifica della condizione di fragilità da parte dei centri specialistici territoriali.

Per coprire eventuali vuoti nelle agende di venerdì 16 e sabato 17, l’Asl ha inoltre predisposto delle “liste di riserva”, costituite sempre da persone appartenenti agli elenchi di estremamente vulnerabili.

Parallelamente prosegue, tramite chiamata diretta dai centri specialistici, il “reclutamento” di ulteriori pazienti ritenuti particolarmente fragili e quindi da vaccinare in tempi rapidi.

PISA – I nuovi casi registrati in Toscana martedì 13 aprile sono 934 su 23.879 test di cui 12.549 tamponi molecolari e 11.330 test rapidi.

Il tasso dei nuovi positivi è sceso al 3,91% (12,2% sulle prime diagnosi).

I nuovi casi sono lo 0,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,6% e raggiungono quota 177.717 (84,3% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 12.549 tamponi molecolari e 11.330 tamponi antigenici rapidi, di questi il 3,9% è risultato positivo.

Sono invece 7.673 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 12,2% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 27.414, -0,8% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.947 (37 in meno rispetto a ieri), di cui 283 in terapia intensiva (3 in meno).

Oggi si registrano 34 nuovi decessi: 14 uomini e 20 donne con un’età media di 81,4 anni.

L’età media dei 934 nuovi positivi odierni è di 44 anni circa (il 18% ha meno di 20 anni, il 24% tra 20 e 39 anni, il 32% tra 40 e 59 anni, il 20% tra 60 e 79 anni, il 6% ha 80 anni o più).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (914 confermati con tampone molecolare e 20 da test rapido antigenico). Sono 57.471 i casi complessivi ad oggi a Firenze (335 in più rispetto a ieri), 18.841 a Prato (108 in più), 19.802 a Pistoia (70 in più), 11.972 a Massa (18 in più), 22.027 a Lucca (96 in più), 26.094 a Pisa (111 in più), 15.609 a Livorno (68 in più), 19.379 ad Arezzo (54 in più), 11.589 a Siena (45 in più), 7.518 a Grosseto (29 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 560 i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 246 nella Nord Ovest, 128 nella Sud est.

La Toscana si trova al 13° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 5.710 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 6.337). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 7.329 casi, Pistoia con 6.789, Massa Carrara con 6.246, la più bassa Grosseto con 3.422.

Complessivamente, 25.467 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (180 in meno rispetto a ieri, meno 0,7%).
Sono 25.117 (290 in più rispetto a ieri, più 1,2%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 10.577, Nord Ovest 8.263, Sud Est 6.277).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 1.947 (37 in meno rispetto a ieri, meno 1,9%), 283 in terapia intensiva (3 in meno rispetto a ieri, meno 1%).

Le persone complessivamente guarite sono 177.717 (1.117 in più rispetto a ieri, più 0,6%) Tutte sono state dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Dei 34 nuovi decessi: 14 uomini e 20 donne con un’età media di 81,4 anni, sono: 12 a Firenze, 2 a Prato, 6 a Pistoia, 5 a Lucca, 2 a Livorno, 4 a Arezzo, 3 a Grosseto.

Salgono a 5.726 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 1.812 a Firenze, 457 a Prato, 511 a Pistoia, 499 a Massa Carrara, 581 a Lucca, 618 a Pisa, 376 a Livorno, 384 ad Arezzo, 261 a Siena, 149 a Grosseto, 78 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 155,1 per 100 mila residenti contro il 192,2 della media italiana (12° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (260,3 per 100mila), Firenze (182,0) e Prato (177,8), il più basso a Grosseto (67,8).