Serie D

PONSACCO – L’affetto e i legami più forti delle difficoltà, economiche e sportive. Attraggono ancora i colori rossoblù, nonostante le peripezie societarie, almeno coloro che li hanno conosciuti da vicino. Non a caso parte proprio da qui la presentazione di Riccardo Marmugi, dall’inizio della settimana nuovo allenatore del Ponsacco al posto del dimissionario Pagliuca e che domani contro il Grosseto tornerà a sedersi sulla panchina del Comunale, quella che ha occupato per una stagione intera fra il 2010 e 2011 coronata con una salvezza in serie D ai play-out, inutile sul piano sportivo dato che poi il club rossoblù non s’iscrisse comunque al campionato, ma che ha lasciato una traccia profondo nel cuore del tecnico.

“In trent’anni di lavoro nel mondo del calcio, Ponsacco è la piazza che mi ha emozionato di più, lasciandomi legami e amicizie che non si dimenticano – ha esordito Marmugi – ecco perché, nonostante una situazione non priva di difficoltà, non potevo non accettare”.

A scanso di equivoci, Marmugi non era in cerca di una panchina a tutti i costi: dopo Ponsacco è stato a Castelfiorentino, Cerretese e Forcoli e da due anni collabora con il Gozzano, club piemontese di Lega Pro, come responsabile degli osservatori: “Ma a certe telefonate – sorride – non si può dire di no”. Con lui ci sarà il preparatore atletico Alessio Pugi, ponsacchino doc, e già suo braccio destro nel Forcoli, già in forza al club rossoblù nel 2012-13.Un sodalizio nato per caso e divenuto legame che va oltre il fatto meramente professionale: “Con Marmugi sarei andato ovunque, ma lavorare per la squadra della mia città è senz’altro un grandissimo stimolo” dice. Nel ruolo di vice allenatore, invece, è stato promosso Livio Paci, che comunque conserverà anche il ruolo di tecnico della Juniores Nazionale mentre come preparatore dei portieri è rimasto Davide Biancalani.

Domani arriva il Grosseto, una delle corazzate del campionato. “Ho trovato un gruppo spregiudicato e coraggioso, qualità che mi avevano colpito anche osservando la squadra da fuori e che hanno bisogno di essere rivitalizzate con un’iniezione di fiducia – dice Marmugi -. Fisicamente stanno molto bene, segno che chi mi ha preceduto ha svolto un ottimo lavoro”. Contro i maremmani non ci sarà lo squalificato Chelini e gli infortunati Reymond e Pelliconi. A disposizione, invece, Sem Kamana (26 anni), l’ultimo arrivato in casa rossoblù, grazie al lavoro del diesse Jacopo Bartocci e alla collaborazione degli agenti del giocatore Stefano Squitieri e Valentino Viviani. Camerunense di 26 anni, fino dicembre ha giocato nel Tolentino (Serie D girone F): cresciuto nel settore giovanile del Parma, in passato ha vestito anche le maglie di Juve Stabia (una presenza in B con mister Braglia in panchina), Nocerina (Lega Pro), Sersale e Tolentino (Serie D) oltre a un’esperienza allo Gzira United (serie A maltese). Il giocatore è già a disposizione. “Altri rinforzi? Ci siamo lavorando, anche se la situazione non è semplice perché in questo momento non possiamo assolutamente mettere mano al portafogli” spiega Bartocci. Che poi ringrazia l’ormai ex tecnico Luigi Pagliuca “per il lavoro fatto e la professionalità dimostrata: mi è spiaciuto molto per la sua decisione, ma la accettiamo. Ora, però, dobbiamo guardare avanti”.

Nelle foto sopra il diesse Jacopo Bartocci e il nuovo allenatore Riccardo Marmugi

PONSACCO – Il nuovo allenatore del Ponsacco è Riccardo Marmugi. 58 anni, già sulla panchina rossoblù, nel 2010/11 che si chiuse con la salvezza in serie D conquistata ai play-out poi vanificata dalla mancata iscrizione al campionato, successivamente ha guidato Castelfiorentino (Eccellenza), Cerretese e Forcoli. Negli ultimi due anni è stato capo scouting e responsabile degli osservatori del Gozzano in Lega Pro.

Marmugi subentra a Pagliuca, che si è dimesso dopo la sconfitta di Foligno. All’ormai è tecnico rossoblù e al suo staff (hanno lasciato anche il vice Lelio Biancalava e il preparatore atletico Stefano Cappelli) il ringraziamento della società “per la dedizione e la professionalità con cui ha svolto il proprio lavoro in una stagione decisamente complicata’’.

Marmugi già oggi ha avuto modo di conoscere la squadra che si è allenata agli ordini del tecnico della Juniores Nazionale Livio Paci.

Il nuovo tecnico sarà presentato ufficialmente sabato 25 gennaio alle 12, allo stadio Comunale di Ponsacco, al termine della seduta di rifinitura alla vigilia della sfida casalinga con il Grosseto.

PISAPagliuca non è più l’allenatore del Ponsacco. L’allenatore pratese ha comunicato al direttore sportivo Jacopo Bartocci le proprie dimissioni ieri sera dopo la sconfitta per 3-1 a Foligno, la decima nelle ultime undici partite.

La società rossoblù si è presa 48 ore di tempo per decidere sul da farsi.

PONSACCO – C’è una “tendenza assolutamente da invertire” e soprattutto “una squadra da ritrovare” perché sì, il Ponsacco è praticamente fermo da due mesi (un punto nelle ultime nove partite) “ma da tre o quattro partite a questa parte anche le prestazioni non sono all’altezza”.

Diretto e schietto come sempre, non usa troppi giri di parole l’allenatore rossoblù Luigi Pagliuca per fotografare la situazione: “Abbiamo bisogno di un filotto positivo per ricominciare a muovere la classifica e soprattutto trovare convinzione e consapevolezza nei nostri mezzi:  a dicembre sono partiti giocatori importanti e con esperienza in categoria e ne sono arrivati altri, con meno partite in D e soprattutto bisognosi di ritrovare la condizione migliore perché reduci da qualche mese di inattività – spiega il tecnico rossoblù -: avremo sicuramente bisogno di un po’ di tempo per far crescere il gruppo ma non lo abbiamo e dunque dobbiamo provare subito a risalire la china, a cominciare dalla partita di Foligno”.

Pagliuca vuol ritrovare la squadra sfrontata e tratti anche spettacolare delle prime giornate. E risponde così a chi gli chiede se in Umbria il Ponsacco scenderà in campo con un atteggimento più prudente: “Vedremo ma di sicuro non potevamo farlo nello scontro diretto contro il Pomezia: era una partita in cui avevamo l’obbligo di vincere e, come allenatore, avevo la necessità di mandare un messaggio di fiducia e consapevolezza alla mia squadra”.

Sullo sfondo rimane il mercato: “Se mi aspetto nuovi acquisti? Sarebbero sicuramente molto graditi, ma per ora sento solo tante voci e chiacchiere. Nel caso, comunque, sarebbe opportuno fare presto”.

Intanto anche Foligno non ci sarà Reymond, alle prese con uno stiramento e che dovrà rimanere a riposto per almeno un mese. Torna a disposizione, invece, Pelliconi.

PONSACCO – “Da ora in poi non possiamo più sbagliare: da qui alla fine saranno sedici finali e la prima è domani pomeriggio contro il Pomezia, una gara assolutamente da vincere”.

Non importa se negli ultimi due mesi il Ponsacco ha raccolto la miseria di un punto, scivolando al penultimo posto in classifica, l’allenatore rossoblù Luigi Pagliuca suona comunque la carica perché, classifica alla mano, tutto è ancora possibile: “A Montevarchi abbiamo buttato via la partita commettendo alcune ingenuità grossolane e arrendendosi alle prime difficoltà, una cosa che non deve più accadere – ha tuonato l’allenatore del Ponsacco nella consueta conferenza stampa della vigilia -: voglio rivedere lo stesso atteggiamento delle prime giornate, quello di una squadra che va a giocarsela a viso aperto contro tutte e senza timori reverenziali”.

La sfida di domani con il Pomezia, d’altronde, è un vero e proprio scontro diretto in chiave salvezza con la compagine laziale, invischiata in piena zona play-out e che precede i rossoblù di appena tre lunghezze. Non ci saranno gli infortunati Alesso e Reymond. Per il resto Pagliuca avrà tutti gli effettivi a disposizione. Incluso Mattia Pretato, giovane difensore classe 2002 arrivato in settimana in prestito dal Pontedera.

“Qualche altro innesto potrebbe arrivare la settimana prossima – ha aggiunto il diesse Jacopo Bartocci -: abbiamo già contatti ben avviati ma per chiudere è necessario che prima si sistemino alcune questioni societarie”.

Il riferimento è all’accordo con l’amministrazione comunale per la gestione degli impianti sportivi e alla trattativa per la cessione di Tehe. Anche su queste due partite la svolta dovrebbe arrivare in settimana: “Per quanto riguarda la prima abbiamo risolto il nodo della polizza fideiussoria e, dunque, penso che nei prossimi giorni possa arrivare la fumata bianca, mentre per la cessione di Tehe abbiamo un appuntamento nella giornata di lunedì da cui attendiamo buone notizie”,

PONSACCO – Lutto nella famiglia rossoblù. Se ne è andato Mario Ceccotti, 87 anni, storica bandiera del calcio ponsacchino: negli anni ’50 ha vestito a lungo la maglia del Ponsacco in una formazione composta quasi esclusivamente da giocatori locali.

Continue reading…

PONSACCO – Ha preso il Ponsacco in Seconda Categoria, ormai sei anni fa, e lo lascia in serie D, dopo aver sfiorato il balzo nel professionismo per due stagioni consecutive. Si è chiusa ufficialmente sabato 30 novembre la “gestione Donati”, uno dei cicli più vincenti del calcio rossoblù.

Continue reading…

PONSACCO – Stavolta la spavalderia e la sfrontatezza non bastano. Almeno nei numeri, stravince la capolista Monterosi che espugna il Comunale condannando il Ponsacco alla prima battuta d’arresto casalinga stagionale.

Continue reading…

SAN GIOVANNI VALDARNO – Quando si comincia in salita alle volte rimettersi in carreggiata diventa un’impresa impossibile.

Continue reading…

Il diesse Luperini e l’allenatore rossoblù, domani torna in panchina dopo le tre giornate di squalifica, suonano la carica: “Più cattiveria in zona gol per tornare alla vittoria”

Ponsacco –  “E’ giunta l’ora di cominciare a correre anche in trasferta”. Lo chiede il direttore sportivo Andrea Luperini. E lo conferma l’allenatore Luigi Pagliuca: “Anche se a Pomezia abbiamo vinto, in trasferta ci siamo espressi ai nostri livello solo a Grosseto: è giunto il momento di crescere anche lontano da Ponsacco”. L’occasione potrebbe essere proprio la trasferta di domani sul campo Sangiovannese, formazione in salute (otto punti nelle ultime quattro di campionato) e fra le più giovani del campionato proprio insieme ai rossoblù. Dal derby con il Tuttocuoio, Pagliuca ha colto soprattutto segnali positivi: “La rabbia per il rigore contro? L’abbiamo già smaltita anche se il fallo non c’era. Ci rimane la convinzione di aver rivisto quella squadra corta e aggressiva che abbiamo apprezzato nelle prime giornate. Da lì, dobbiamo ripartire”. Possibilmente per migliorare e tornare a fare risultato pieno. Perché margini di crescita ce ne sono eccome. Pagliuca ne è convinto: “E’ vero che prima di domenica, arrivavamo da due trasferte poco convincenti, ma resta il fatto che abbiamo subito tre gol in altrettante partite, di cui due su rigore . Semmai dobbiamo crescere in cattiveria e concretezza nell’area di rigore avversaria: con il Tuttocuoio potevamo chiuderla nel primo tempo, non lo abbiamo fatto e alla fine ci siamo dovuti accontentare di un pari”.

Intanto c’è che l’allenatore rossoblù torna in panchina dopo i tre turni di squalifica: “Sono contento soprattutto per me perché il mio staff, in queste partite in cui non sono potuto essere sul campo, ha lavorato benissimo, ma star fuori è una gran sofferenza. Per fortuna ora è tutto passato, anche se rimane il fastidio per una squalifica ingiusta e soprattutto per la mancata riduzione: parlavo con Di Santo e nessuno dei due doveva essere espulso, ma perché a lui hanno tolto una giornata e a me no?”

PISA – Andiamo a vedere come si sono comportate le squadre pisane nei vari campionati Dilettanti Figc dalla serie D alla Seconda categoria. Continue reading…

PONSACCO  – “Voglio rivedere la mia squadra, quello che va 120 all’ora per tutta la partita: solo così possiamo arrivare al risultato’’. Eccole qua le premesse del derby fra Ponsacco e Tuttocuoio in programma, domenica 19 ottobre alle 15 al Comunale di Via della Rimembranza, raccontate dalla tecnico rossoblù Luigi Pagliuca. Continue reading…

PISA – Un minuto di silenzio domenica prima del fischio d’inizio di Ponsacco-Tuttocuoio. Continue reading…

PISA – Come sempre ricco di appuntamenti il week end di Dilettanti Figc. Andiamo a vedere che cosa è s c essi nei vari tornei per le squadre della nostra città.  Continue reading…

PONSACCO – Nulla da fare. Basta un calcio di rigore di Belli, al 14’ del primo tempo, al Trestina per conquistare l’intera posta in palio. Continue reading…

PONSACCOTre giornate di squalifica per l’allenatore dell’Fc Ponsacco 1920 Luigi Pagliuca per la discussione di domenica scorsa con l’attaccante del San Donato Tavarnelle Di Santo (anche per lui stessa sanzione) dopo la terza rete dei rossoblù firmata da Noccioli. Continue reading…

PONSACCO – Finisce con la standing ovation per Tehe, 20 anni e capocannoniere del campionato con cinque reti realizzate in altrettante gare uscito una manciata di secondi prima del triplice fischio finale. E con il pubblico del Comunale in piedi ad applaudire la “banda Pagliuca”, un manipolo di ragazzini capace di mettere sotto anche il San Donato Tavarnelle, sulla carta una delle corazzate del torneo, che a Ponsacco ha incassato tre sberle e subito una sconfitta che, nelle proporzioni, poteva essere più larga. Continue reading…

PONSACCO – “Sì, può darsi anche che in Coppa Italia dia spazio anche a qualcuno che ha giocato meno, ma questo non significa nulla: voglio una prestazione importante e sono contento di giocare subito per lasciarsi alle spalle il ko di Grosseto”. Non diteglielo a Luigi Pagliuca, allenatore dell’Fc Ponsacco 1920 dei miracoli, nove under minimo tutte le settimane in campo e  prima sconfitta tre giorni fa a Grosseto dopo un filotto di due successi e un pari, che la sfida di mercoledì con il Tuttocuoio al Comunale di Viale della Rimembranza (calcio d’inizio alle 20.45, biglietto unico a 12 euro) valida per il 32esimi della Coppa Italia serie D, è una gara di secondo piano. Continue reading…