L’avversario di turno

L’avversario di turno

PISA – Il mister amaranto Roberto Breda commenta nella sala stampa dell’Arena Anconetani la sconfitta della propria squadra nel derby contro il Pisa.

di Maurizio Ficeli

Abbiamo fatto delle cose buone e avremmo dovuto portare il derby a casa in tutte le maniere non solo per le cose fatte ma perché avevamo giocato con una intensità che nel secondo tempo è venuta a mancare e gli episodi ci hanno condannato“.

Nel primo tempo pensavamo di avere in mano la partita invece se non segni e concedi episodi rischi tanto anche se come impegno e atteggiamento credo che i ragazzi abbiano fatto la partita che dovevano fare, purtroppo non è andata bene“.

PISA – Il mister del Livorno Roberto Breda ha parlato in conferenza stampa al Centro Coni di Tirrenia, riguardo al derby a porte chiuse contro il Pisa.

di Maurizio Ficeli

Al tecnico amaranto viene chiesto se la squadra ha recuperato energie dopo le precedenti gare giocate. “Sarà il campo a parlare e quindi lo vedremo domani, la settimana è stata certamente pesante ma al di là di questo le motivazioni sia fisiche che mentali per un derby non possono mai mancare. Sarebbe un errore guardarsi alle spalle, dobbiamo pensare alla sfida di domani”.

Sul derby di domani all’Arena afferma: “Dovremo entrare in campo con grinta e personalità. Abbiamo preparato alcune situazioni diverse per affrontare i nostri avversari. Il Pisa ha fatto riposare dei giocatori nella passata partita e si pensa che questi possano giocare. Si tratta di una squadra che spesso cambia volto, noi dobbiamo lavorare sulla nostra gara cercando di chiuderli e concedendo il meno possibile: serve cattiveria e voglia di portare a casa il risultato. Porte chiuse? Dispiace, il pubblico è una parte importante di queste sfide, mancherà un po’ di atmosfera. Ad ogni modo si tratta pur sempre di un derby”.

Tra i convocati assente Brignola. Breda dice: “Brignola ha accusato un problema alla caviglia nei giorni passati, niente di grave ma salterà il derby”.

PISA – Il derby fra Pisa e Livorno si sta avvicinando a grandi passi anche se si giocherà in un clima surreale visto che sarà a porte chiuse. Per parlare di ciò Pisanews ha raccolto l’opinione di Franco Ferrari, attaccante amaranto che ha sbloccato il risultato contro il Frosinone.

di Maurizio Ficeli

“Abbiamo disputato una bella gara tra l’altro contro un Frosinone vicecapolista dove abbiamo dato tutto quello ciò che potevamo dare. Inoltre son contento della rete messa a segno, in quanto, come attaccante, vivo per quello“.

l’attaccante amaranto parla del prossimo derby contro il Pisa: “Sappiamo che sia per noi giocatori che per le tifoserie di entrambe le squadre questa è la partita più importante dell’anno, un derby che è uno dei più belli della cadetteria, una gara a cui  giungiamo molto carichi e vogliamo vincerla, anche per dimostrare che non siamo morti “.

PISA – Sentiamo le parole del mister dei calabresi Giovanni Stroppa nel dopo gara di Crotone – Pisa, che esprime la sua soddisfazione per un successo conquistato in extremis.

di Maurizio Ficeli

Ci abbiamo creduto fino alla fine, anzi avremmo meritato di segnare anche prima, ma la partita finisce quando l’arbitro fischia. Con il Pisa è stata una partita difficile dove non potevi concedere campo, in quanto ci hanno pressati e ci sono state due ripartenze da parte del Pisa. Ma alla fine abbiamo meritato di portare a casa i tre punti“.

PISA – Alla vigilia della sfida con il Pisa ha parlato l’attaccante della compagine calabrese, Kristian Samuel Armenteros, di nazionalità svedese con origini cubane.


Mi sento bene, sto giocando ancora ed ho la fiducia di Mister Stroppa e dei compagni di squadra, siamo in un momento positivo e bisogna continuare così”.

Armenteros rafforza il concetto parlando di se: “Sono un attaccante, il mio compito è segnare per dare una mano alla squadra per vincere le partite, quindi bisogna mantenere la stessa mentalità per conquistare i tre punti nella prossima partita con il Pisa“. 

PISA – Il mister Giovanni Stroppa, allenatore del Crotone ha parlato nel vittorioso dopo partita della gara contro l’Entella, dando subito uno sguardo alla gara interna di martedì contro il Pisa.

di Maurizio Ficeli

Il tecnico dei calabresi inizia con il commentare la vittoria in terra ligure: “Grandissima vittoria su un campo difficile perché adattarsi al sintetico non era facile. Siamo stati bravi a chiudere la gara e ad avere la solita cattiveria agonistica“.

Mister Stroppa guarda alla partita di martedì prossimo con il Pisa: “Adesso arriva un altro avversario ostico ma giocando a Crotone mi auguro e spero che ci sia la nostra gente a darci una mano, ne abbiamo bisogno per fare il salto di qualità. Quella con il Pisa sarà una partita. sulla falsariga di quella con l’Entella di tre giorni fa. Il Pisa lo seguo molto, è molto simile all’Entella è una squadra ben allenata e che mi piace per le qualità che ha, si mette sempre in bella evidenza mettendo in difficoltà chiunque si trovi di fronte. Sarà indubbiamente una gara difficile, che però affronteremo con lo stesso piglio e la stessa determinazione di quella di Chiavari “.

PISA L’ex nerazzurro Leandro Greco è l’unico a parlare in casa perugina in un intervista raccolta dalla redazione umbra del “Messaggero” alla vigilia della partita contro la sua vecchia squadra.

Greco inizia la sua intervista parlando della gara interna persa con l’Empoli: “Ci sono aspetti da migliorare ma la partita contro l’Empoli ha dato indicazioni molto positive, risultato a parte. Mi riferisco al fatto di essere stati molto più presenti a livello nervoso rispetto a Spezia e Frosinone, siamo stati bravi a soffrire con attenzione e partecipazione e a lavorare di reparto. Sbagliando, ma anche comunicando tra di noi. L’Empoli nel secondo tempo non è uscito dalla sua metà campo, abbiamo perso per un episodio. Noi per primi sappiamo che giocando così la prossima volta la palla di Kouan o quella di Iemmello sono destinate ad entrare. Ci resta qualcosa dentro per andare a lavorare meglio in settimana, piccole cose che però fanno la differenza”.

Il giocatore di origine capitolina parla della sua attuale esperienza nella squadra biancorossa: “Perugia per me è una grossa opportunità, sono venuto a condizioni particolari per sei mesi perché ritengo di essere ancora in grado di fare qualcosa di importante e ho voglia di essere protagonista. Non ho portato i miei tre bimbi e la mia famiglia ma spero che la cosa sia solo rimandata. Sono qui per dare il mio contributo, spero di essere di supporto ai ragazzi del reparto, a cominciare dalla prossima gara contro il Pisa “

PISA – Mister Alessio Dionisi analizza il successo del Venezia sul campo del Pisa.

“Partita meno pulita rispetto ad altre. Siamo riusciti a ribaltata faccio i complimenti alla squadra e gli chiedo di non adagiarsi perché dobbiamo affrontare un altra battaglia contro il Cosenza. Siamo contenti perché questa è una vittoria importante. Nell’intervallo ho cercato di stimolare i ragazzi a giocarla in attacco il Pisa non poteva resistere a quel ritmo per tutta la partita”.

PISA – “Sappiamo che possiamo e dobbiamo far meglio. Vogliamo migliorare quello che di buono stiamo facendo e che non ci basta. Abbiamo visto come le partite possano cambiare negli ultimi minuti e come gli episodi possano decidere i risultati. Noi nella partita precedente siamo stati deficitari da questo punto di vista; è capitata la stessa cosa anche al Pisa, che pur giocando un’ottima partita contro l’Empoli ha preso gol al 96′, perdendo una partita che probabilmente non meritavano di perdere. Questo dimostra quanto le partite vadano giocate fino alla fine e quanto sia importante essere cinici negli ultimi 20 metri. Sarà una gara giocata fino alla fine. Ad Empoli il Pisa non meritava di perdere.

di Maurizio Ficeli

Mister Alessio Dionisi, tecnico del Venezia, ha analizzato in conferenza stampa la gara che verrà opposta la propria squadra al Pisa.

Modolo e Lezzerini hanno avuto dei problemi fisici e non saranno convocati, mentre rientrano Molinaro e Vacca che si sono allenati in settimana e stanno bene. Mi dispiace non poter avere tutti i giocatori a disposizione, ma i più importanti sono quelli che sono a disposizione; sono sicuro che chi giocherà sarà all’altezza della situazione. Dobbiamo andare a Pisa per far sudare agli avveri le proverbiali sette camicie”.

“Nella classifica del girone di ritorno saremmo a metà graduatoria, abbiamo fatto lo stesso cammino del Pisa però purtroppo noi siamo partiti con il deficit del girone d’andata. Dobbiamo fare nel ritorno più punti di quelli fatti nella prima parte di stagione; siamo focalizzati su questo, sapendo che le partite saranno sempre meno ma che ce ne sono ancora tante a partire da quella di domani, che sarà una sfida importante. Loro sono una squadra determinata, si portano dietro entusiasmo ed intensità dalla scorsa stagione, in cui hanno fatto un girone di ritorno incredibile. Dovremo duellare con loro e ribattere colpo su colpo, però noi abbiamo le qualità per giocarcela e lo vogliamo fare”.

EMPOLI – Il giocatore azzurro Gennaro Tutino match winner commenta la vittoria della propria squadra contro il Pisa.

di Maurizio Ficeli

“È stata una partita strana, un po’ bloccata, con tanti falli, non è facile giocare contro una squadra come il Pisa che gioca sulle seconde palle e ci ha messo in difficoltà e non perdeva da dicembre”.

“E’ stata una bella emozione segnare al 95′ Sono contento anche per i tifosi. Sul gol quando vedo certe palle alte, ci provo ed è andata bene. Il gol del Pisa si poteva evitare anche se siamo rimasti calmi perché la gara era lunga. Siamo stati bravi a lottare e soffrire da squadra matura”.

EMPOLI – Nel dopo gara parla l’autore del gol del pareggio Davide Frattesi in rete anche all’andata.


di Maurizio Ficeli

“Abbiamo trovato le stesse difficoltà trovate a Cittadella, perché il Pisa ha le stesse caratteristiche e ci ha messo in difficoltà e questo avvalora la nostra vittoria”.

“Personalmente sono un diesel, però sono contento per il gol di stasera ma soprattutto per la vittoria della squadra e per i tifosi che ci hanno sostenuto”.

EMPOLI – L’ allenatore dell’Empoli Pasquale Marino commenta la vittoria in extremis della propria squadra nel derby con il Pisa.

di Maurizio Ficeli

“Sono soddisfatto perche questa è la terza vittoria che ci da serenità, anche se il Pisa ci pressava e ci ha creato delle difficoltà. Pisa che è partito bene anche nel secondo, abbiamo rischiato su qualche ripartenze ma siamo cresciuti, prima pareggiando con Frattesi e poi negli ultimi minuti portando a casa la vittoria”.

“Questo Empoli da l’anima, ho visto i ragazzi stremati, questo è positivo, una squadra che finisce in crescendo ogni partita compresa questa di stasera. La gente è stata dalla nostra parte, ci ha incitato nei momenti di difficoltà e sono stati premiati”.

EMPOLI – Alla vigilia di Empoli – Pisa ha parlato in conferenza stampa il mister azzurro Pasquale Marino.

di Maurizio Ficeli

“La gara con il Pisa è indubbiamente difficile da affrontare anche perché sappiamo che è un avversario ostico e per questo abbiamo preparato questa partita nei minimi particolari. Tutte le gare però sono importanti”.

Il tecnico empolese parla della situazione della propria squadra: “Abbiamo un organico di gente disponibile per lottare al massimo e non avere cali di tensione perché questo sarebbe un errore madornale visto la classifica che abbiamo attualmente. Questa squadra deve mettere in campo la qualità avendo la mente sgombra, per uscire da questa posizione di classifica senza fare voli pindarici, imparando ad essere bravi a soffrire, migliorandoci senza dare vantaggi tattici agli avversari”.

PISA – Il tecnico Michele Marcolini commenta il pareggio del suo Chievo all’Arena Garibaldi contro il Pisa.

di Antonio Tognoli

“Sapevamo di trovare questa atmosfera, campo difficile, squadra ostica ed in salute, ma quando creiamo sei palle gol dobbiamo capitalizzare le occasioni, essere più concreti. Ho avuto delle ottime risposte la squadra ha creato tanto e ha saputo soffrire. La squadra ha fatto una buona prestazione. Nel finale ero un po’ nervoso perché non ero d’accordo su alcune decisioni”.

PISA – Alla vigilia della gara dell’Arena fra Pisa e Chievo ha parlato in conferenza stampa il mister dei gialloblu veneti Michele Marcolini.

di Maurizio Ficeli


Marcolini ritroverà a Pisa il suo ex compagno di squadra Davide Moscardelli: “Ritrovare Mosca mi fa sempre piacere, è stato un gran compagno di squadra, ed a parte le indiscutibili qualità tecniche, è un ragazzo splendido con il quale ho condiviso bei momenti ed ha delle qualità di alto livello“.

Sulla partita di Pisa afferna: “C’è solo da pensare a fare bene quello che si deve. Noi siamo una squadra che si allena per fare bene, a volte ci siamo riusciti bene, a volte un po’ meno, ma noi dobbiamo essere preparati per avere la meglio su ogni avversario, in questo caso il Pisa“.

CREMONA – Il Mister della Cremonese Massimo Rastelli si presenta in sala stampa per commentare la sconfitta subita contro il Pisa.

di Maurizio Ficeli

“Abbiamo fatto 36 minuti perfetti e rischiato di fare il 3-0 più volte, ma poi l’episodio del 2-1 li ha fatti tornare in partita”.

“L’inizio della ripresa dice tutto sul nostro periodo mentale. In 8 minuti abbiamo vanificato tutto il primo tempo, poi sul 3-3 la partita è stata bella e aperta, nel finale ha detto bene al Pisa che ha segnato il quarto gol. Se la giocano sempre a viso aperto, corrono tantissimo. In più con i cambi hanno trovato freschezza».

Al netto dei tanti errori di stasera, la Cremonese ha mostrato di essere arrembante e creare più occasioni rispetto al solito. «Di positivi ci sono i primi 36 minuti e il fatto che anche sul 3-3 i ragazzi hanno cercato di vincerla. Abbiamo rischiato qualcosina perché nelle ripartenze il Pisa è letale, ma anche solo un punto avrebbe mosso la classifica. Considerato l’andamento della gara è una brutta batosta ad una squadra che presenta una fragilità mentale elevata”.

CREMONA – Alla vigilia della partita fra Cremonese e Pisa ha parlato anche il mister grigiorosso Massimo Rastelli.

di Maurizio Ficeli

“Domani sera un solo obiettivo, i 3 punti, non esiste altro di diverso per la Cremonese, che dovrà fare di tutto per ottenere la vittoria contro il Pisa”

Il mister della Cremonese rafforza il concetto: “Ci troveremo davanti una squadra con un’identità precisa e molto propositiva, creano molte occasioni ma ne concedono altrettante.Sono una squadra camaleontica e cambiano spesso sistema di gioco. D’angelo è molto preparato, cambia molto ruoli ai suoi giocatori ottenendo prestazioni positive».

Rastelli parla degli ex grigiorossi giunti da poco a Pisa Soddimo e Caracciolo: «Sarà strano vederci contro Antonio e Danilo. Per quanto riguarda quest’ultimo quando sono rientrato la sua cessione era già ben avviata e non l’ho fatto partire a cuor leggero, poteva esserci molto utile».

CREMONA – Alla vigilia della gara di venerdì sera fra Cremonese e Pisa, allo stadio “Zini” parla il neo acquisto grigiorosso Alessandro Crescenzi, molto carico e motivato,quindi da tenere d’occhio. Crescenzi prende il posto di Caracciolo appena ceduto al Pisa e indosserà la maglia numero 23.

di Maurizio Ficeli

“Ho accettato Cremona perché mi hanno convinto la società, la storia della Cremonese” – afferma il giocatore di origine capitolina – “inoltre ho una certa esperienza in serie B e quindi conosco molti compagni. Sono contento di essere qui e voglio dimostrare prima possibile le mie qualità. Ho girato molte squadre, anche in Francia dove però sono stato poco. A Pescara sono stato tre anni passando dalla B alla A e in serie A ho giocato con campioni, sicuramente sono migliorato sotto tanti aspetti e la considero una esperienza positiva. Gli ultimi periodi li ho passati infortunato e sono stati brutti momenti ma so cosa posso dare a questa squadra. Per me basta poco per venirne fuori. Il gruppo ha buone qualità, dobbiamo ragionare di partita in partita. Dobbiamo essere compatti con società e tifosi e ne verremo fuori. Ho giocato sia a destra che a sinistra in carriera, per me è uguale. Non c’è un ruolo esatto che preferisco. Per alcuni motivi preferisco giocare a sinistra e per altri a destra. Sono a disposizione, deciderà il mister. Ho avuto un infortunio non semplice alla caviglia ma ora sto bene e negli ultimi due mesi ho già lavorato in modo pesante. Sono carico, questa per me è una stagione importante. Vengo da un infortunio lungo e ho voglia di rifarmi. Sarà un girone di ritorno difficile ma sono pronto”

FONTE UFFICIO STAMPA US CREMONESE