I protagonisti

i protagonisti

PISA – Il Responsabile della CAN Serie A e B Nicola Rizzoli ha affidato la gara Pisa-Monza in programma martedì 20 ottobre (ore 21) e valida per la 4° giornata del Campionato Nazionale di Serie B a Marco Piccinini di Forlì.

Marco Piccinini ha arbitrato il 12 giugno 2016 la finalissima play off fra Foggia e Pisa allo stadio “Zaccheria” che terminò 1-1 e sancì il ritorno in serie B del Pisa allenato da mister Rino Gattuso.

Il direttore di gara sarà assistito da Davide Miele di Torino e Alessio Saccenti di Modena.

Il Quarto Uomo sarà Luca Massimi di Termoli

PISA – Tre squadre comandano la classifica del campionato di serie BKT dopo tre giornate di campionato: Cittadella, Salernitana ed Empoli.

Ventitré i gol realizzati nel terzo turno, tre le vittorie interne di Salernitana, Frosinone e Brescia, quattro i pareggi che testimoniano il grande equilibrio di questo avvio di torneo. Due le vittorie in trasferta ottenute da Chievo ed Empoli. Per i veneti la rete di Garritano al Mapei Stadium da il primo successo in campionato alla formazione del presidente Campedelli.

La classifica dopo tre turni in serie BKT

Spettacolare e pirotecnico 3-3 tra Pordenone e Spal. Doppietta di Davide Diaw autentica anima dei “ramarri”, che hanno trovato il pari proprio all’ultimo tuffo ai danni degli estensi.

La terza giornata ha fatto registrare il primo successo di Lopez sulla panchina del Brescia che nell’anticipo del venerdì ha sconfitto con un secco 3-0 il Lecce.

I risultati dopo il terzo turno:

BRESCIA- LECCE 3-0

COSENZA- CITTADELLA 1-1

CREMONESE- VENEZIA 0-0

PORDENONE- SPAL 3-3

REGGIANA- CHIEVO 0-1

SALERNITANA- PISA 4-1

V.ENTELLA- REGGINA 1-1

PESCARA- EMPOLI 1-2

FROSINONE- ASCOLI 1-0

MONZA- VICENZA RINVIATA

PISA – Il Pisa esce dall’Arechi con un secco 4-1. Una sconfitta netta, ma sicuramente troppo pesante per quello che si è visto in campo. Molte le occasioni fallite in attacco, complici le grandi patate di Belec, altrettante le disattenzioni difensive che hanno permesso ai campani di dilagare nella ripresa. Marconi realizza il suo primo gol stagionale su rigore ma non basta a ridurre l’amarezza della prima sconfitta in campionato. La Salernitana ringrazia e aggancia in vetta alla classifica di serie BKT il Cittadella.

di Antonio Tognoli

PRE GARA. Nelle formazioni per gara non c’è Vido che non figura neanche in panchina. Indisponibili anche Varnier e Marin. Birindelli parte dalla panca. Davanti a Perilli, Belli e Lisi sono i padroni delle corsie esterne. Gucher, De Vitis e Mazzitelli i prescelti in mediana con Siega a dare supporto al duo d’attacco formato da Masucci e Marconi. Mister Castori conferma lo schieramento della vigilia. La sorpresa è Lombardi dal primo minuto in campo al posto di Kupisz. In campo entrambi gli ex Aya e Di Tacchio. Tutino-Djuric è la coppia d’attacco della Salernitana reduce dal successo di Verona contro il Chievo di due settimane fa. Nerazzurri con il lutto al braccio per la scomparsa di Fabrizio Ferrigno. Prima del via osservato un minuto di raccoglimento dalle due squadre per ricordarlo.

Luca Mazzitelli in azione

IL PRIMO TEMPO. I nerazzurri (all’Arechi in maglia bianca) partono subito forte. Galeotto dopo 30 secondi l’intervento di Capezzi su Marconi, pronto in area a calciare a rete. Marconi ci riprova poco più tardi con un colpo di testa alto sopra la traversa. La Salernitana sembra timida, il Pisa comanda il gioco nei primi minuti. Ancora Pisa con un cross da parte di Siega respinto da Aya. Francesco Lisi ci prova da solo a sbloccare la situazione con un vero slalom, dopo tagliato fuori tre avversari, ma il suo destro termina di un paio di metri a lato. La Salernitana si vede in avanti al minuto 12 con un colpo di testa di Djuric che però termina ampiamente alto. È il Pisa a creare gioco e azioni pericolose. Gucher sugli sviluppi di un corner corto, chiamato da mister D’Angelo, impegna Belec alla grande parata in angolo. Sugli sviluppi del corner Mazzitelli deposita in gol di testa però con due nerazzurri in fuorigioco. Su capovolgimento di fronte passa la Salernitana. Il portiere Belec imbecca Tutino sul filo del fuorigioco che brucia tutta la difesa del Pisa e con un piatto destro preciso batte Perilli: 1-0. Il Pisa reagisce con un diagonale di Marconi imbeccato di testa da De Vitis. Belec para. Anche la Salernitana si fa vedere con un errore al tiro di Djuric che favorisce il destro di Casasola: Perilli blocca a terra. È il Pisa a creare l’ultima azione del primo tempo con una girata di Masucci che però termina alta sopra la traversa. Si va all’intervallo con la Salernitana in vantaggio.

Francesco Lisi lotta con Gennaro Tutino autore di una doppietta

IL SECONDO TEMPO. Nella ripresa subito due cambi per Castori dentro Kupisz e Schiavone per Lombardi e Capezzi. Nessun cambio invece per i nerazzurri, all’Arechi in maglia bianca. È il Pisa ad avere ancora la palla del pareggio. Gran cross da destra di Masucci per il colpo di testa di Marconi, ma ancora Belec dice di no, con una gran parata sul numero 31 nerazzurro. Nel Pisa intanto dentro Birindelli e Soddimo, fuori Belli e Siega. Ma è la Salernitana a segnare ancora con Kupisz bestia nera del Pisa (aveva segnato la rete del pari del Trapani all’Arena). D’Angelo toglie anche De Vitis e Masucci e inserisce Sibilli e Palombi. Ma è ancora Tutino a trovare il gol del 3-0 e poco dopo ancora Kupisz sigla il 4-0, ma la rete è viziata da un fallo di mano di Tutino non visto dall’arbitro. Al minuto 80 l’arbitro concede un rigore al Pisa per un fallo su Gucher. Marconi dal dischetto spiazza Belec: 4-1. È troppo tardi ormai. Il Pisa però gioca fino in fondo e prima Soddimo e poi Gucher mettono fuori due buone occasioni. Ma a Salerno c’è stata poca precisione.

SALERNITANA-PISA 4-1

SALERNITANA (4-4-2): Belec; Casasola, Aya, Gyomber, Lopez; Lombardi (46′ Kupisz), Capezzi (46′ Schiavone), Di Tacchio, Cicerelli (78′ Antonucci); Tutino (78′ Anderson), Djuric (85′ Giannetti). A disp. Adamonis, Mantovani, Karo, Dziczek, Veseli, Iannoni, Baraye. All. Fabrizio Castori.

PISA (4-3-1-2): Perilli; Belli (54′ Birindelli), Caracciolo, Benedetti, Lisi (82′ Meroni); Gucher, De Vitis (61′ Sibilli), Mazzitelli; Siega (54′ Soddimo); Masucci (61′ Palombi), Marconi. A disp. Kucich, Colnago, Pisano, Masetti, Alberti. All. Luca D’Angelo.

ARBITRO: Ghersini della sezione di Genova

RETI: 27′ e 62′ Tutino, 57′ e 70′ Kupisz, 80′ Marconi (rig.)

NOTE: Gara a porte chiuse, terreno in perfette condizioni. Angoli 2-5. Ammoniti Mazzitelli, André Anderson. Rec pt 1′, st 4′

SI RINGRAZIA PER LE FOTO SOLO SALERNO.IT

PISA – La notizia è di quelle che ti lasciano sconvolti, quelle che mai ti aspetteresti. Se n’è andato uno dei giocatori più amati della storia del Pisa, passato dall’arena non per caso, ma per lasciare il segno. Fabrizio Ferrigno ci ha lasciato a soli 47 anni per una male incurabile nella sua Catania.

di Antonio Tognoli

Ventotto presenze in maglia nerazzurra, otto reti. La fascia di capitano al braccio. Arrivato a Pisa nell’estate del 2006 fortissimamente voluto da mister Piero Braglia per rinforzare la rosa già composta da molti giocatori di personalità e riformare il blocco di giocatori che aveva trionfato a Catanzaro la stagione precedente. Obiettivo riuscito con Ferrigno che si presenta a Pievepelago esclamando: “Non sono il Ferrigno che pensate…”. Riferito ad un suo omonimo, ma che indossò la maglia del Como la stagione precedente e fu protagonista di un episodio spiacevole.

Conquistò subito tutti con la sua grinta ben presto prese le redini del gruppo, segnò il suo primo gol contro la Lucchese con un gran pallonetto a Brunner. Alla fine fu il grande protagonista di un annata che dopo 13 lunghi anni riportò il Pisa in serie B. Dopo la sconfitta di Monza nell’andata dei play off, fu il primo a credere nella rimonta, concretizzatasi quel 17 giugno 2006 definito da tutti il giorno perfetto con i gol di Ceravolo e Ciotola. Dopo aver appeso le scarpe al chiodo è stato direttore sportivo di Messina, Catania e Paganese. A Pagani viene incoronato miglior Ds della Lega Pro.

Anche il Pisa Sporting Club piange la prematura scomparsa di Fabrizio Ferrigno, uomo simbolo di una squadra rimasta indissolubilmente legata alla memoria e al cuore di tutti noi. Il Presidente Giuseppe Corrado a nome di tutta la società esprime le più sentite condoglianze alla famiglia e a tutte le persone che hanno avuto la fortuna di conoscere e apprezzare Fabrizio Ferrigno. Addio Capitano, non ti dimenticheremo

PISA – La Lega Nazionale Professionisti Serie B ha diramato un comunicato riportante le nuove regole relative alla gestione dei casi di positività al Covid-19 e la conseguente richiesta di rinvio gare.

Di seguito il testo integrale:

Il Presidente della Lega Nazionale Professionisti Serie B:
– considerata la prioritaria l’esigenza di tutelare la salute e la sicurezza dei calciatori, degli staff, degli arbitri e degli addetti ai lavori e di rispettare tutte le misure di prevenzione e protezione vigenti al fine di limitare la diffusione del virus SARS-CoV-2;
– considerata l’esigenza di garantire, nella s.s. 2020/2021, la disputa di tutte le gare del Campionato Serie BKT (di seguito “Competizione”), nell’interesse delle proprie Associate, dei Licenziatari dei diritti audiovisivi, dei Tifosi e degli Sponsor;
– preso atto dell’Allegato I del Regolamento della UEFA Champions League (Stagione 2020/21) e del Regolamento della UEFA Europa League (Stagione 2020/2021), approvato dal Comitato Esecutivo dell’UEFA il 3 agosto 2020;
– fermo restando e fatto salvo quanto previsto da eventuali provvedimenti delle Autorità statali, locali e/o della Federazione Italiana Giuoco Calcio;

ha deliberato di disporre, in via transitoria, eccezionale e limitatamente alla corrente s.s. 2020/2021, e con esclusione della fase di play off e play out, le seguenti regole per disciplinare le modalità di svolgimento dell’attività ufficiale in ipotesi di positività al virus SARS-CoV-2 dei calciatori delle società partecipanti alla Competizione (di seguito “Club”).

1. REGOLA GENERALE
1.1 Nell’eventualità in cui uno o più calciatori dello stesso Club risulti/risultino positivo/i al virus SARS-CoV-2, la gara – salvo quanto previsto al punto 3 – sarà regolarmente disputata purché il Club abbia almeno tredici calciatori disponibili (di cui almeno un portiere), e alla condizione che i suddetti calciatori siano, in ogni caso, risultati negativi ai test che precedono la gara in questione in ossequio al Protocollo della Federazione Italiana Giuoco Calcio.


1.2 Il numero di tredici calciatori disponibili (di cui almeno un portiere) sarà computato tenendo in considerazione tutti i calciatori tesserati per il Club in questione ai quali sia stato assegnato il numero di maglia.


1.3 Qualora il Club non sia in grado di schierare una squadra con il suddetto numero minimo di calciatori (pari a tredici, di cui almeno un portiere), subirà – salvo quanto previsto al punto 3 – la sanzione della perdita della gara con il punteggio di 0-3, senza che possa, però, applicarsi l’ulteriore penalizzazione di un punto in classifica.

2. POSITIVITÀ RILEVATA A SEGUITO DEI TEST ESEGUITI ENTRO LE 48 ORE ANTECEDENTI LA GARA


2.1 Qualora uno o più calciatori della stessa squadra risulti/risultino positivo/i al virus SARSCoV-2 a seguito dei test eseguiti entro le 48 ore antecedenti la gara (“Indicazioni generali per la pianificazione, organizzazione e gestione delle gare di calcio professionistico in modalità “a porte chiuse”, finalizzate al contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID19”, Versione del 22 giugno 2020 – Aggiornamento aspetti Medici, 28 settembre 2020), il Club, che dovrà comunque attenersi alle disposizioni di cui alla Circolare del Ministero della Salute del 18 giugno 2020 (0021463-18/06/2020-DGPRE-DGPRE-P, avente ad oggetto “Modalità attuative della quarantena per i contatti stretti dei casi COVID-19, in particolari contesti di riferimento, quali l’attività agonistica di squadra professionista”), ha l’obbligo di far svolgere immediatamente al Gruppo squadra un ciclo di test mediante “tampone rinofaringeo” ovvero a mezzo diverso accertamento effettuato in conformità al protocollo sanitario di volta in volta vigente.


2.2 Qualora i casi di positività al virus siano riscontrati nei calciatori del Club ospitante, in attesa di conoscere l’esito del predetto immediato ciclo di test/accertamenti, che comunque dovrà pervenire almeno quattro ore prima del calcio d’inizio, il Club stesso potrà richiedere alla Lega il posticipo dell’orario della gara in programma. Solamente qualora la gara sia programmata dopo le ore 20.30, la Lega potrà disporre il posticipo al giorno successivo.


2.3 Qualora i casi di positività al virus siano riscontrati nei calciatori del Club ospitato, in attesa di conoscere l’esito del predetto immediato ciclo di test/accertamenti, il Club stesso potrà richiedere alla Lega di posticipare la gara in programma fino al giorno successivo per oggettive e comprovate problematiche di carattere logistico ed organizzativo connesse alla trasferta. In proposito, si precisa che il posticipo al giorno successivo, con orario che verrà individuato dalla Lega, potrà essere concesso solo a condizione che venga rispettata la calendarizzazione in essere e comunque che vengano garantiti almeno due giorni liberi prima dello svolgimento della gara successiva.

3. POSITIVITÀ O ISOLAMENTO DI PIÙ DI 8 CALCIATORI


3.1 Qualora, nell’arco temporale intercorrente tra l’ultima gara disputata e le 48 ore antecedenti la gara successiva, risultino positivi al virus SARS-CoV-2 ovvero siano posti in isolamento per effetto di provvedimenti delle Autorità statali e/o locali competenti, più di 8 calciatori dello stesso Club, quest’ultimo ha diritto, previa istanza al Presidente della Lega, al rinvio della prima gara utile nella quale sarà impegnato, che sarà riprogrammata in una data stabilita insindacabilmente dal Presidente stesso.


3.2 Il rinvio di cui al punto 3.1 che precede sarà concesso a ciascun Club per una sola volta nel corso della stagione sportiva con la conseguenza che, per tutte le gare successive all’intervenuta concessione del rinvio, il Club, anche nell’ipotesi in cui vi sia la positività o isolamento di più di otto calciatori, dovrà disputare tutte le suddette gare nell’ipotesi in cui disponga di tredici calciatori – come individuati al punto 1.2 – mentre, in difetto di tale disponibilità, subirà la sanzione di cui al punto 1.3.

PISA – Con una rete per tempo l’Italia U20 sconfigge all’Arena Garibaldi Stadio Romeo Anconetani l’Irlanda con un 2-0 meritato che mette in risalto lo spirito combattivo dei validi giovani di mister Alberto Bollini scesi in campo in piena emergenza a sostituire la nazionale Under 21 di Nicolato fermata dalle varie positività al Covid e rappresentata dai soli Sottil, Ricci, Tonali e Cutrone.

di Antonio Tognoli

Un risultato importante che consente agli azzurrini di agganciare a quota 16 proprio l’Irlanda nella classifica del gruppo 1 nella sfida valevole per l’ottava giornata per le qualificazioni al campionato europeo 2021 che si disputerà in Ungheria e Slovenia.

Samuele Birindelli in azione con la maglia dell’Under 20

In campo per tutti i 90′ il nostro Samuele Birindelli che è sceso in campo come esterno destro dando prova di grande grinta e comunque mostrando i suoi segni di una crescita esponenziale rispetto allo scorso anno. Due gol di ottima fattura in un Arena a porte chiuse che vedeva il ritorno degli azzurrini dopo trent’anni di assenza. Ad aprire le danze la rete di Sottil che infilava il portiere irlandese con un destro a giro. A metà ripresa il raddoppio giungeva al termine di un azione corale sulla destra, traversone rasoterra di Vogliacco e CutroneCutrone, sotto-misura dava il 2-0 alla formazione azzurra.

IL TABELLINO DEL MATCH

ITALIA U21 – IRLANDA U21 2-0

ITALIA U21 (3-5-2) : Cerofolini; Vogliacco, Buongiorno, Pirola; Birindelli, Ricci (88′ Nicolussi Caviglia), Tonali, Muratore (46′ Portanova), Frabotta; Sottil (83′ Raspadori), Cutrone. A disp.: Brancolini, Esposito Se., Okoli, Beruatto, Pobega, Vignato. All. Bollini.

REPUBBLICA D’IRLANDA U21 (4-3-2-1): Banuzu; O’Connor L., Masterson (C), Collins, Leahy; Smallbone, Coventry, Taylor (75′ Mandroiu); Elbouzedi, Ronan (75′ Grant); Obafemi (75′ Afolabi). A disp.: Mcginty (GK), Ogunfaolu-Kayode, O’Connor T., Ferry, Scales, McNamara.
All.: Crawford.

ARBITRO: Krzysztof Jakubik (Polonia).
(Ass. Arkadiusz Wójcik (Polonia) – Bartosz Heinig (Polonia). Quarto Uomo: Piotr Lasyk (Polonia).

RETI: 43′ Sottil, 62′ Cutrone

NOTE: Giornata nuvolosa, terreno in buone condizioni. Ammoniti Pirola (Italia U21), O’Connor L. (Repubblica d’Irlanda U21), Collins (Repubblica d’Irlanda U21), Cerofolini (Italia U21). Angoli: 1-5. Rec. 2′ pt, 4′ st. Gara a porte chiuse su disposizione del GOS (Gruppo Operativo Sanitario” di Pisa).

PISA – La Lega Nazionale Professionisti Serie B ha diramato il programma ufficiale delle gare del campionato di serie BKT fino alla prossima sosta prevista per gli impegni delle Nazionali.

Si riparte dall’Arechi sabato 17 ottobre alle ore 14, contro la Salernitana, poi due gare in notturna contro la favorita Monza all’Arena martedì 20 ottobre. Tre giorni dopo l’impegno al Castellani di Empoli sempre alle 21, poi l’impegno a Chiavari in Coppa Italia TIM il 28 ottobre contro L’Entella. Successivamente gli impegni al “Menti” di Vicenza. Sabato 7 novembre alle ore 14 chiuderà il Mini-Tour la sfida all’Arena contro l’Ascoli.

IL CALENDARIO COMPLETO ALLA RIPRESA DEL CAMPIONATO. E C’È ANCHE LA COPPA SULLA STRADA DEL PISA

3° giornata. Salernitana-Pisa
Sabato 17 ottobre, ore 14.00

4° giornata. Pisa-Monza
Martedì 20 ottobre, ore 21.00

5° giornata. Empoli-Pisa
Venerdì 23 ottobre, ore 21.00

6° giornata. Vicenza-Pisa
Sabato 31 ottobre, ore 16.00

7° giornata. Pisa-Ascoli
Sabato 7 novembre, ore 14.00

PISA – Nazionale Under 21 al Centro CONI di Tirrenia i nuovi tamponi danno esito negativo.

In serata la squadra sosterrà una seduta di allenamento nel rispetto delle distanze presso il Centro di Preparazione Olimpica di Tirrenia

Hanno dato esito negativo i tamponi effettuati questa mattina dai calciatori e dal gruppo squadra della Nazionale Under 21, mentre i due calciatori risultati positivi al COVID-19 dopo il secondo tampone effettuato ieri, ancora totalmente asintomatici, lasceranno il ritiro per far rientro alla propria sede nelle modalità concordate con la ASL competente.

Domani la squadra partirà alla volta di Reykjavik, dove venerdì (ore 17.30 – diretta su Rai 2) allo stadio ‘Víkingsvöllur’ affronterà l’Islanda in un match valido per le qualificazioni al Campionato Europeo.

Mister Paolo Nicolato intanto ha convocato il portiere del Pisa Leonardo Loria, alla prima chiamata in Under 21, che ha già raggiunto il ritiro e sarà a disposizione del tecnico per le gare con Islanda e Repubblica d’Irlanda e andrà a fare compagnia a Marco Varnier altro nerazzurro che fa parte del gruppo di Tirrenia.

PISA – Sono quattro le cessioni maturate nell’ultimo giorno di mercato in casa Pisa. Nessun colpo piazzato in entrata da parte del Ds Roberto Gemmi. L’ultimo colpo o scambio last-minute non è arrivato. Ma era prevedibile e forse non era neanche in programma.

QUATTRO CESSIONI. Nicolas Izzillo è stato ceduto in prestito alla Casertana, Marco Pompetti è tornato all’Inter (che lo ha girato alla Cavese) rescindendo consensualmente ed in anticipo il suo prestito con la società nerazzurra meneghina, Roberto Zammarini ha preso nuovamente la strada di Pordenone, mentre Mattia Minesso si è accasato con la formula del prestito al Perugia.

LE ALTRE CESSIONI. Prima dell’addio di questi quattro giocatori avevano lasciato i colori nerazzurri Umberto Eusepi accasatosi all’Alessandria, Luca Verna al Catanzaro e Luigi Cuppone e Vladan Dekic alla Casertana. Trasferimento nella serie cadetta per Gianmarco Ingrosso accasatosi al Cosenza, stessa formula per Alessandro Livieri e Claudio Maffei alla Pro Sesto, Riccardo Perazzolo alla Paganese, Christian Langella al Renate. Rescissione contrattuale per Reinis Reinholds e Federico Nacci.

GLI ARRIVI. Il portiere Leonardo Loria era arrivato nell’ambito dell’operazione che ha portato Stefano Gori alla Juventus. Marco Varnier e Luca Vido hanno rinnovato il prestito dall’Atalanta. Ma il secondo acquisto in ordine di tempo è stato quello a titolo definitivo di Giuseppe Sibilli dall’Albinoleffe. Due gli innesti freschi di Luca Mazzitelli dal Sassuolo e Simone Palombi dalla Lazio.

LA ROSA DEL PISA SC 2020-21

Portieri: Simone Perilli, Leonardo Loria, Matteo Kucich

Difensori: Samuele Birindelli, Eros Pisano, Francesco Belli, Antonio Caracciolo , Andrea Meroni, Simone Benedetti, Francesco Lisi, Lorenzo Masetti, Tommaso Fischer.

Centrocampisti: Robert Gucher, Marius Marin, Alessandro De Vitis, Nicholas Siega, Luca Mazzitelli, Danilo Soddimo, Alessandro Quaini.

Attaccanti: Michele Marconi, Luca Vido, Gaetano Masucci, Simone Palombi, Giuseppe Sibilli, Thomas Alberti.

in neretto i nuovi arrivi



PISA – Dopo il pari all’esordio in campionato e la vittoria in Coppa Italia, terzo appuntamento ufficiale per il Pisa Sc prima della sosta per le Nazionali questo pomeriggio (Arena, ore 15, diretta esclusiva su DAZN con telecronaca di Federico Zanon) contro la Cremonese di mister Pierpaolo Bisoli per la gara valevole per la seconda giornata del campionato di serie BKT.

di Antonio Tognoli

RITORNA IL PUBBLICO. È il debutto in campionato all’Arena in una sfida mai banale, come quella con i grigiorossi, che fa tornare alla memoria le sfide per la promozione in serie A degli anni ’80. Per la seconda sfida di campionato all’Arena tornerà anche il pubblico e un migliaio di pisani, divisi fra Tribuna e Gradinata, assisteranno alla partita con il rispetto delle norme anti – Covid. Era dal 28 febbraio scorso, sfida vinta con il Perugia per 1-0 con gol di Vido, che il pubblico non faceva capolino all’interno dello stadio pisano, per i problemi legati alla pandemia.

FORMAZIONI. Sul terreno dell’Arena le due squadre saranno schiarite a specchio con il 4-3-1-2. Mister Luca D’Angelo recupera Birindelli e Palombi leggermente acciaccati. Con ogni probabilità il nuovo acquisto Mazzitelli sarà schierato dal primo minuto. Soddimo sarà ancora il prescelto sulla tre quarti alle spalle delle due punte Vido e Marconi, con Masucci pronto a subentrare. Al di là delle scelte i cinque cambi consentiranno a partita in corso anche alla panchina di dire la sua in una gara difficile in cui i nerazzurri dovranno tenere alta la concentrazione. La Cremonese invece si presenterà a Pisa senza il suo fantasista Gaetano accostato anche al Pisa in estate e il portiere Zaccagno e il nuovo acquisto Fornasier. Mister Bisoli in attacco punterà sulla coppia Ceravolo (uno dei molti ex di turno) e Ciofani.

FISCHIETTO DEB. Debutta in serie B quest’oggi all’Arena Matteo Gariglio della sezione di Pinerolo. Arbitro inesperto per la categoria, di lui però si dice un gran bene. Oggi lo vedremo all’opera. Ha arbitrato il Pisa nel successo esterno di due stagioni fa per 1-0 di Olbia in serie C, rete di Brignano di testa, sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

LE PROBABILI FORMAZIONI

PISA SC (4-3-1-2): Perilli; Birindelli, Varnier, Caracciolo, Lisi; Mazzitelli, Marin, Gucher; Soddimo; Vido, Marconi. All. Luca D’Angelo

CREMONESE (4-3-1-2): Alfonso; Crescenzi, Terranova, Bianchetti, Fiordaliso; Valzania, Castagnetti, Deli; Bonaiuto; Ciofani, Ceravolo. All. Pierpaolo Bisoli

PISA – In relazione alla gara Pisa-Cremonese, in programma all’Arena Garibaldi Stadio “Romeo Anconetani” domenica 4 ottobre (ore 15) la Società informa gli sportivi che potranno prendere parte all’evento in virtù di quanto stabilito dall’Ordinanza della Giunta Regionale N° 86 del 30 Settembre 2020 – Approvazione Linee guida per consentire la partecipazione del pubblico agli eventi e competizioni sportive http://www301.regione.toscana.it/bancadati/atti/DettaglioAttiP.xml?codprat=2020AP0221 di quanto segue

Il pubblico potrà accedere allo stadio a partire da due ore prima della gara attraverso i seguenti varchi:


Gradinata. Prefiltraggio di Via Rindi – lato via Bianchi
Tribuna. Prefiltraggio  Via Rosmini – lato via Rindi

Si prega di arrivare con congruo anticipo per facilitare tutte le operazioni di prefiltraggio ed evitare assembramenti presso gli ingressi.

Si ricorda inoltre che:
– E’ obbligatorio l’uso delle mascherine in entrata e per tutto il periodo di permanenza all’interno dello stadio; senza la mscherina non si potrà accedere allo stadio
– E’ obbligatorio mantenere le distanze di sicurezza
– E’ obbligatorio rimanere al proprio posto per tutta la durata della gara e si ricorda che è assolutamente vietato sedersi vicini
– E’ vietato l’introduzione di striscioni, bandiere o altro materiale simile
– Il titolo di ingresso è da considerarsi nominale e incedibile
– Sarà permesso di introdurre all’interno dello stadio bevande in brick e/o bottiglia da 1/2 litro in plastica (alla quale verrà comunque tolto il tappo)

All’atto dell’acquisto del titolo di accesso, l’utente ha accettato il nuovo Regolamento d’Uso dello Stadio in regime temporaneo che riportiamo di seguito:

MODIFICA/INTEGRAZIONE  AL REGOLAMENTO D’USO DELLO STADIO
PROTOCOLLO SANITARIO – COVID 19

Per tutti gli eventi in fase pandemica saranno adottate le  seguenti modifiche temporanee al Regolamento d’Uso dell’impianto sportivo: ACCESSO CANCELLO H – CARRAIO:
riservato al personale di servizio e gruppo squadre

  1. Pass di servizio per l’ come unico titolo accesso. Subordinato al rispetto dei punti 2,3,4;
  2. Per l’accesso e la permanenza a qualsiasi titolo all’interno dell’impianto sportivo sarà necessario sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea. Il Club avrà facoltà di espellere e\o non consentire l’accesso all’utente a cui verrà riscontrata la temperatura corporea superiore ai 37,5 °C e\o verrà riscontrata la presenza di sintomatologia compatibile con infezione COVID -19 (a carattere meramente esemplificativo potranno essere: mal di gola, tosse, difficoltà respiratoria, perdita dell’olfatto e del gusto, diarrea, dolori articolari e muscolari diffusi o altri sintomi riconducibili al COVID -19.);
  3. Divieto di accesso alla struttura a chiunque sia stato in contatto nei 14 giorni precedenti con persone sicuramente infette da SarsCov 2 e comunque a chiunque fosse soggetto a quarantena sanitaria;
  4. Per l’accesso e la permanenza a qualsiasi titolo all’interno dell’impianto sportivo sarà necessario fornire tutte le autocertificazioni sullo stato di salute richieste dal Club volte a contenere il rischio di infezione da COVID – 19. Il Club avrà facoltà di espellere e\o non consentire l’accesso all’utente che si rifiuterà di produrre la documentazione richiesta;
  5. Per l’accesso e la permanenza a qualsiasi titolo all’interno dell’impianto sportivo sarà obbligatorio indossare mascherine protettive (chirurgiche, FFP2 senza valvola, ecc). Il Club avrà cura di espellere eventuali trasgressori; Rimane ferma l’esigenza primaria di verifica dell’identità dell’utente che accede allo stadio; per questa ragione qualora lo steward non riuscisse con certezza ad identificare un soggetto stante la parziale copertura del viso potrà chiedere all’utente di allontanarsi ad almeno 2 mt. di distanza e scoprire il volto nella misura e per il lasso di tempo necessario alla corretta identificazione;
  6. Tutto il personale che accederà all’impianto potrà essere controllato esclusivamente con la tecnica del sommario controllo visivo (la tecnica del pat down non dovrà essere attuata perché in deroga al distanziamento sociale)
  7. I dati su gli ingressi saranno conservati per 16 giorni e consegnati a richiesta della autorità sanitarie locali e nazionali per gli scopi di legge.
  8. Eventuali episodi riconducibili a sospetti COVID saranno segnalati al responsabile sanitario dell’evento ed eventualmente alle autorità sanitarie locali attraverso il 118 (verificare eventuali prescrizioni locali di sanità).

PRECISAZIONE
Si ricorda altresì severamente vietato, senza previa autorizzazione scritta della Lega  Nazionale di serie B (LNPB) registrare, trasmettere o in ogni caso sfruttare contenuti sonori, visivi o audiovisivi della partita (a parte per proprio uso personale e privato) qualsiasi dato, statistica e/o descrizione della partita (a parte per propri fini non commerciali

INTEGRAZIONE COVID AL REGOLAMENTO D’USO PER ACCESSO AL PUBBLICO
Fermo restando  il regolamento d’uso in essere presso lo stadio in ottemperanza a quanto previsto dai Decreti del Ministro  dell’Interno 18 marzo 1996, del decreto 6 giugno 2005 e successive modificazioni e integrazioni, fino alla data finale dello stato di emergenza sanitaria si sommeranno  le seguenti implementazioni/divieti.

All’atto dell’acquisto del titolo di accesso, l’utente accetterà l’integrazione al Regolamento d’Uso dello Stadio in regime temporaneo e relativo alle gare in fase pandemica, che prevede il rispetto dell’uso dei dispositivi di protezione individuale, del divieto di assembramento, del rispetto del distanziamento e di quanto altro previsto per la prevenzione al contagio al Covid 19. E con specifico riferimento  al rispetto dei punti a/b/c/

A) Per l’accesso e la permanenza a qualsiasi titolo all’interno dell’impianto sportivo sarà necessario sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea. Il Club avrà facoltà di espellere e\o non consentire l’accesso all’utente a cui verrà riscontrata la temperatura corporea superiore ai 37,5 °C e\o verrà riscontrata la presenza di sintomatologia compatibile con infezione COVID -19 (a carattere meramente esemplificativo potranno essere: mal di gola, tosse, difficoltà respiratoria, perdita dell’olfatto e del gusto, diarrea, dolori articolari e muscolari diffusi o altri sintomi riconducibili al COVID -19.);

B) Divieto di accesso alla struttura a chiunque sia stato in contatto nei 14 giorni precedenti con persone sicuramente infette da SarsCov 2 e comunque a chiunque fosse soggetto a quarantena sanitaria;

C) Per l’accesso e la permanenza a qualsiasi titolo all’interno dell’impianto sportivo sarà obbligatorio indossare mascherine protettive per tutta la durata dell’evento (chirurgiche, FFP2 senza valvola, ecc). Il Club avrà cura di espellere eventuali trasgressori;

Rimane comunque  ferma l’esigenza primaria di verifica dell’identità dell’utente che accede allo stadio; per questa ragione qualora lo steward non riuscisse con certezza ad identificare un soggetto stante la parziale copertura del viso potrà chiedere all’utente di allontanarsi ad almeno 2 mt. di distanza e scoprire il volto nella misura e per il lasso di tempo necessario alla corretta identificazione;

D) E’ vietato introdurre all’interno dell’impianto striscioni, bandiere o altro materiale.

PISA – Il Pisa dopo i colpi in entrata con l’arrivo di Luca Mazzitelli e Simone Palombi lavora in chiave uscite.

Nella lista delle partenze ci sono Nicolas Izzillo verso Caserta, Mattia Minesso destinazione Lecco così come Giuseppe Sibilli. Proprio così. La doppietta in Coppa con cui ha permesso al Pisa di sbarazzarsi in Coppa della Juve Stabia non è passata inosservata secondo quanto riporta il portale TuttoC.

Sulla lista dei partenti viene dato anche il portiere Matteo Kucich che piace al Monopoli. Nelle prossime ore seguiremo l’evolversi delle trattative.

PISA – Il Responsabile della CAN Serie A e B Nicola Rizzoli ha affidato la gara Pisa-Cremonese in programma domenica 4 ottobre (ore 15) e valida per la seconda giornata del Campionato Nazionale di Serie B a Matteo Gariglio di Pinerolo.


Il direttore di gara sarà assistito da Alessandro Giallatini di Roma 2 e Pasquale Capaldo di Napoli.

Il Quarto uomo sarà Manuel Volpi di Arezzo.

PISA – Il Pisa è atteso (Arena, ore 15) dalla gara del secondo turno di Coppa Italia TIM scontro ad eliminazione diretta contro la Juve Stabia fresca di retrocessione in serie C.

La vincente andrà ad affrontare nel terzo turno l’altra vincente del match Virtus Entella-Albinoleffe. In caso di parità al 90′ supplementari ed eventuali calci di rigore.

Per la squadra di mister Luca D’Angelo sarà l’occasione per vedere all’opera chi sono a qui ha giocato meno e i nuovi arrivati Luca Mazzitelli e Simone Palombi che presumibilmente partiranno dal primo minuto.

L’incontro sarà affidato a Marini di Roma 1. Prima del match minuto di raccoglimento per ricordare la scomparsa del Maestro Antonio Di Ciolo.

PISA – Il responsabile della CAN Serie A e B Nicola Rizzoli ha affidato la gara Pisa-Juve Stabia in programma mercoledì 30 settembre (ore 15) e valida per il secondo turno eliminatorio della Coppa Italia a Valerio Marini di Roma 1.


Il direttore di gara sarà assistito da Valerio Colarossi di Roma 2 e Marco Scatragli di Arezzo.
Il Quarto Uomo sarà Simone Galipo’ di Firenze

PISA – Al termine della gara fra Reggiana e Pisa, conclusa sul 2 a 2 il commento del mister nerazzurro Luca D’Angelo riguardo a questo risultato di parità conquistato dalla propria squadra al “Mapei Stadium”.

di Maurizio Ficeli


È stata una partita complicata, come Sapevamo, perché  la Reggiana è una squadra messa bene in campo con dei buoni valori, c’è rammarico perché a una ventina di minuti dalla i e stavamo vincendo, a mio avviso, se eravamo più calmi, avremmo potuto cercare il terzo gol, la Reggiana ha pareggiato su angolo, noi poi siamo ripartiti, abbiamo avuto un paio di occasioni per vincerla, ma non siamo riusciti a segnare. Invitavo i ragazzi alla calma perché la squadra di mister Alvini è una compagine molto aggressiva, che però uscendo molto forte sui nostri centrocampisti e sui nostri difensori poteva concedere spazio alle spalle, se fossimo riusciti meglio, cosa che ci è riuscita più nel primo tempo e nel secondo meno ad uscire dalla prima pressione, avremmo potuto metterli più in alto in difficoltà, invece emblematica è stata quell’azione dove abbiamo rinviato la palla male 4 o 5 volte, e la Reggiana ha preso campo anche se poi il loro gol è venuto da calcio d’angolo, quindi ripeto, con un po’ più di calma potevamo vincere, anche se il pareggio è giusto. La squadra ha reagito bene al gol subito, il gol loro è stata una nostra disattenzione ed anche bravura dell’attaccante però noi ci siamo messi subito in carreggiata facendo un primo tempo in crescendo dove potevamo segnare anche il terzo. Sono comunque soddisfatto della prova dei ragazzi perché hanno sempre lo stesso spirito di non abbattersi mai“.

PISA – La prima giornata del campionato di serie BKT 2020/21 è stata caratterizzata dal segno “X”. Spiccano gli importanti successi esterni entrambi per 2-0 dell’Empoli sul campo del Frosinone e del Cittadella sul terreno della Cremonese. Il Venezia si impone grazie ad un gol di Aramu nel derby veneto contro il Vicenza.

I risultati della prima giornata

Brescia-Ascoli 1-1

Cosenza-Virtus Entella 0-0

Frosinone-Empoli 0-2

Lecce-Pordenone 0-0

Monza – Spal 0-0

Pescara-Chievo 0-0

Salernitana-Reggina 1-1

Venezia – Vicenza 1-0

Cremonese – Cittadella 0-2

Reggiana – PISA SC 2-2

LA CLASSIFICA. Empoli, Cittadella, Venezia punti 3, Reggina, Salernitana, Pescara, Chievo, Lecce, PISA SC, Pordenone, Monza, Spal, Brescia, Ascoli, Reggiana, Cosenza, Entella 1, Cremonese, Frosinone, Vicenza 0.

PISA – Inizia con un pareggio (2-2) il campionato di serie B del Pisa contro la Reggiana al Mapei Stadium. Granata in vantaggio con Mazzocchi, poi la rimonta nerazzurra con il pari di Caracciolo e il gol del vantaggio di Vido. Nella ripresa sugli sviluppi di un angolo Martinelli trova di testa la rete del pari. Nel finale esordio per Palombi e Mazzitelli.

di Antonio Tognoli

PRE GARA. Rispetto alla formazione della vigilia mister D’Angelo sceglie Siega al posto di De Vitis. Davanti a Perilli in difesa spazio a Caracciolo e Varnier. A centrocampo a Gucher è affiancato Matin ed appunto Siega. Alle spalle di Vido e Marconi c’è Danilo Soddimo che festeggia peraltro il suo compleanno. La Reggiana neo promossa vincitrice dei play off del mister Fucecchiese Alvini invece schiera il 3-4-1-2. Gyamfi è preferito alla fine a Ajeti mentre il neo zelandese Kirwan prende il posto di Lunetta dato per titolare alla vigilia. Prima del match un minuto di silenzio nel ricordo dell’ex direttore di gara Daniele De Santis ucciso a Lecce insieme alla sua fidanzata.

PRIMO TEMPO. Pisa in maglia bianca, Reggiana in casacca granata. I nerazzurri approcciano meglio il match. Soddimo crea subito una buona occasione sugli sviluppi di una rimessa laterale ma viene toccato da Espeche con il corpo. Rigore. Forse sì. Ma l’arbitro non la pensa così. Ci prova anche Vido dal limite, ma la palla termina sul fondo. Alla prima occasione però è la Reggiana che passa in vantaggio con Mazzocchi. L’ex Sud Tirol servito sul filo del fuorigioco batte Perilli con un tiro forte che passa sotto le gambe al portiere nerazzurro: 1-0. La risposta del Pisa è affidata a Danilo Soddimo, che con il sinistro si accentra e con il sinistro però calcia alto sopra la traversa. Il Pisa però è ben messo in campo ed insiste. Il giusto pari arriva al minuto 23 da una pennellata da destra di Gucher per la testa di Caracciolo che in tuffo anticipa prima Espeche e poi il tuffo inutile di Cerofolini: 1-1. Ancora un episodio da moviola al 25′ con Soddimo che va ancora una volta giù in area reggiana. Anche questa volta Prontera dice no facendo imbestialire prima D’Angelo e poi Gucher che rimedia anche un ingiusta ammonizione. Il vantaggio nerazzurro però è nell’aria e arriva al minuto 35: rilancio di Perilli con Marconi che “spizza” per Vido che si infila in area e batte Cerofolini: 2-1. Meritato il vantaggio nerazzurro. Il Pisa insiste. Danilo Soddimo è molto ispirato e lascia partire un cross per la testa di Pisano sul secondo palo, che però mette alto da due passi. Palla sprecata per il possibile 3-1. Pisano termina sul taccuino dei cattivi. Il direttore di gara assegna un minuto di recupero. Si va al riposo con i nerazzurri in vantaggio per 2-1.

SECONDO TEMPO. Nessun cambio nell’intervallo per le due squadre. Ci prova subito Marin con un destro rasoterra dal limite che termina di poco a lato con Cerofolini sulla traiettoria. Rischia la formazione di mister D’Angelo al minuto 51 quando Caracciolo è costretto a rifugiarsi in angolo per anticipare Mazzocchi. Il Pisa soffre il ritorno della Reggiana. Martinelli entra duro su Siega e viene ammonito. La gara è molto spezzettata. Varnier intanto “mura” la conclusione di Mazzocchi. Mister Alvini cerca di cambiare l’inerzia del match inserendo Marchi e Lunetta al posto di Zampano e Zamparo. Mister D’Angelo risponde ad Alvini inserendo Birindelli e De Vitis al posto di Pisano e Soddimo. È proprio Birindelli a scappare via sulla destra e fornire a Vido una gran palla. L’ex Crotone cerca la testa di Marconi sul secondo palo ma la palla viene deviato in angolo che non ha esito. La Reggiana trova il pareggio su una indecisione di Birindelli a destra prima tamponata con il corner. Dalla bandierina però Martinelli svetta più in alto di tutti e batte Perilli: 2-2. Intanto mister D’Angelo inserisce Masucci al posto di Vido. Dentro anche Palombi e Mazzitelli. Il Pisa ha una grande occasione con Marconi che però non riesce ad impattare il cross rasoterra da destra di Birindelli. Sono quattro i minuti di recupero. Il Pisa tenta l’assalto finale. Dal limite al termine di una lunga azione prova De Vitis, palla che termina a lato di poco. Prima della fine del recupero Ajeti ferma Masucci lanciato a rete dopodiché arriva il fischio finale. Finisce 2-2.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

REGGIANA – PISA 2-2

REGGIANA (3-4-1-2): Cerofolini; Gyamfi, Espeche, Martinelli; Zampano (58′ Lunetta), Muratore, Redrezza (88′ Pezzella), Kirwan; Voltan (79′ Ajeti); Zamparo (58′ Marchi) , Mazzocchi. A disp. Voltolini, Libutti, Lorenzani, Gatti. All. Massimiliano Alvini.

PISA (4-3-1-2): Perilli; Pisano (62′ Birindelli) , Caracciolo, Varnier, Lisi; Gucher (77′ Mazzitelli), Marin, Siega (77′ Palombi); Soddimo (62′ De Vitis); Vido (70′ Masucci) , Marconi. A disp. Loria, Kucich; Belli, Benedetti, Masetti, Pompetti, Sibilli. All. Luca D’Angelo.

ARBITRO: Paterna della sezione di Teramo (Ass. Meli – Di Iorio). Quarto uomo Prontera

RETI: 7′ Mazzocchi (R), 23′ Caracciolo (P), 35′ Vido (P), 67′ Martinelli (R)

NOTE: Spettatori 1.000. Angoli 7-4. Ammonito Gucher, Radrezza, Zampano, Caracciolo, Pisano, Martinelli. Rec pt 1′, st 4′.

Foto tratta dalla pagina Fb del Pisa Sporting Club