Il personaggio

PONTEDERA – La palma del migliore in campo all’Ettore Mannucci se la aggiuduca Luca Giannone. Continue reading…

PISA – La vittoria nel derby con il Livorno ha ridato linfa ed entusiasmo a tutto l’ambiente pisano, avvicinando la squadra di Mister Michele Pazienza alla vetta della classifica, ma adesso il team nerazzurro deve affrontare un altro ostacolo di non poco conto, quello della gara con il Pontedera sul sintetico del “Mannucci”, contro una squadra, quella allenata da Mister Maraia, che non molla mai. A tal proposito Pisanews ha contattato un doppio ex di entrambe le compagini che arrivo al Pisa proprio dal Pontedera. Si tratta di Massimo Lucarelli, pisano doc, classe 1993, attualmente difensore al Montecatini Valdinievole in serie D, dove è un pupillo del direttore sportivo Fabrizio Giovannini. Inoltre Massimo è figlio d’arte, suo padre Davide, è una gloria nerazzurra che ha militato nel Pisa in B ed in A ai tempi di Romeo Anconetani. Continue reading…

PIACENZA – Un Andrea Lisuzzo commosso arriva in sala stampa, ricordando Marco Deri, scomparso domenica sera, dopo una brutta malattia, esordendo così, nel ricordo di questo storico massaggiatore nerazzurro e Pisano doc. Continue reading…

PISA – Nella settimana che porterà alla sfida di Piacenza ha parlato il capitano nerazzurro Daniele Mannini. Continue reading…

PISA – La vittoria sfuggita in extremis nel derby con la Pistoiese ha sicuramente lasciato tanto amaro in bocca nell’ambiente nerazzurro che già pregustava un successo importante in chiave di alta classifica, ma adesso non serve a nulla recriminare, bisogna guardare al prossimo turno infrasettimanale di giovedì 9 novembre prossimo, alle 20,30, che vedrà di scena la truppa di Mister Michele Pazienza, allo stadio dei “Marmi”, dove si troverà di fronte una Carrarese, reduce da un successo interno in rimonta contro l’Alessandria. A tal proposito Pisanews ha contattato telefonicamente un calciatore importante della compagine allenata da Mister Baldini stiamo parlando di Tommaso Tentoni centrocampista classe 1997, marchigiano di Ancona, che ha iniziato la sua carriera nell’Atalanta, poi nel Forlì, dove ha giocato per due anni ed ora a Carrara, dove sta facendo molto bene. Continue reading…

PISA – E’ arrivato il poster del Pisa Sc 2017-18 realizzato grazie alla collaborazione con il Centro Stampa Campano, grazie allo scatto del fotografo ufficiale Francesco Malasoma nella storica Sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti Continue reading…

PISADiciotto anni fa scompariva Romeo Anconetani, uno che ha fatto la storia del calcio pisano ma non solo. Inutile andare a scavare i perché ed i per come. La sua opera è ormai consegnata alla storia del calcio planetario. Continue reading…

PISA – Un ‘altro test importante aspetta il Pisa di Mister Michele Pazienza, in un derby che vedrà i nerazzurri opposti alla Pistoiese dell’ex Indiani. Un team, quello arancione, che scenderà all’Arena carico di entusiasmo, anche grazie alla vittoria in extremis ottenuta nel derby contro i cugini del Prato. A tal proposito Pisanews ha contattato il responsabile dell’area tecnica della società arancione Federico Bargagna, classe 1972, pisano doc come testimonia anche il cognome molto diffuso a Pisa e fino allo scorso anno nella società nerazzurra dove è stato per due anni nello staff di Rino Gattuso con il ruolo di osservatore e scouting.

Continue reading…

PISA – Altro parere importante riguardo al pareggio con il Piacenza è quello del vice-capitano nerazzurro Andrea Lisuzzo, che analizza cosi la gara del Garilli ed il rapporto della squadra con Mister Pazienza. Continue reading…

PISA – Un giocatore importante con un curriculum di tutto rispetto, che è un valore aggiunto nello scacchiere del Piacenza avversario dei nerazzurri questa sera (ore 20.45): stiamo parlando di Tommaso Morosini, aitante centrocampista alto 185 cm per 70 kg di peso, classe 1991, nativo di Ponte San Pietro, in provincia di Bergamo, che si allenò per dieci giorni con il Pisa a San Piero a Grado, nel periodo in cui Dino Pagliari era il tecnico dei nerazzurri. Il mister marchigiano lo avrebbe voluto in nerazzurro, ma poi fu esonerato e con la sua partenza saltò anche l’ingaggio del giocatore orobico che poi fini al Catanzaro. Pisanews lo ha contattato telefonicamente. Continue reading…

PISA – Pisanews a poche ore dalla sfida tra Alessandria e Pisa  ha contattato telefonicamente Riccardo Taddei, pisano doc ed ex attaccante di squadre prestigiose ora vice allenatore della Casertana. Taddei ha militato nell’ Alessandria, ma non ha mai avuto occasione di giocare nel Pisa, squadra di cui è grande tifoso fin da piccolo. Continue reading…

LUCCA – Mister Giovanni Lopez, allenatore della Lucchese, analizza cosi il pareggio contro il Pisa. Continue reading…

LUCCA – Il grande ex Ciro Capuano parla del derby ricordando però suoi trascorsi pisani. Continue reading…

PISA – Con il Pisa ha sfiorato la serie B nell’infausta giornata di Bergamo da due stagioni veste la maglia della Lucchese. Si tratta dell’ex di turno Ciro Capuano, difensore napoletano classe 1981, che ha giocato nel Pisa per quattro stagioni collezionando ben 99 presenze e segnando 7 reti.

di Maurizio Ficeli 

D. Grazie per aver accettato l’invito del nostro portale: da giocatore d’esperienza puoi far un  bilancio della tua carriera?

R. “Direi che è un bilancio positivo, visto che ho disputato 9 campionati di serie A, 2 di serie B poi sette anni di serie C,:dei quali 4 nel Pisa, 1 ad Agrigento e questi due alla Lucchese. Certo, quando arrivi in fondo, è normale pensare che forse potevo fare di più, ma va bene così”.

D. Questi ultimi due anni a Lucca come sono andati?

R. “Bene, quest’anno siamo partiti con una squadra di giovani promettenti, un mix di giocatori giovani ed esperti come il sottoscritto Fanucchi, Mingazzini, Di Masi, Nolè mentre lo scorso anno siamo arrivati ai quarti di finale dei playoff persi poi con il Parma, facendo sognare l’ambiente di Lucca. Sono stati valorizzati giovani come Terrani, Forte, Nobile e De Feo, tutta gente che ora gioca in categoria superiore”.

D. La Lucchese arriva da un roboante successo in quel di Cuneo. Che partita è stata?

R. “Quella contro il Cuneo è stata una gara che abbiamo saputo interpretare bene, del resto quando si va in certi campi, bisogna sapere dove vai a giocare nel senso che, un conto è giocare ad esempio ad Arezzo in uno stadio bello, un altro conto è giocare a Cuneo in uno campo stretto. Loro giocavano molto con palla lunga e sulle seconde palle e noi ci siamo adeguati e lo abbiamo fatto bene. Nell’arco dei novanta minuti è uscito il nostro livello tecnico”.

D . Passiamo a parlare del Pisa. Che gara ti aspetti?

R. “Anzitutto conosco personalmente Daniele Mannini, con cui ho giocato insieme proprio nel Pisa. Personalmente non temo ne’ il Pisa ne altri avversari, ma si deve sicuramente portare rispetto ad una squadra come quella nerazzurra, costruita per vincere. Si è vero il loro inizio di campionato non è stato certo brillantissimo ma ora stanno recuperando. Ora  c’è questo derby, che sarà difficile e molto combattuto da ambo le parti e la squadra che fra le due sbagliera’ di meno nell’arco dei 90′ penso che vincerà la gara, il calcio è fatto di episodi e chi li sfrutta meglio è normale che faccia sua la gara”.

D. Tu sei un ex nerazzurro avendo giocato 4 stagioni nel Pisa che ricordi hai di quel periodo all’ombra della Torre Pendente?

R. “Bei ricordi, inoltre io devo fare anche un grosso saluto a tutto l’ambiente del Pisa, che mi ha dato la possibilità di crescere infatti nei momenti difficili si sente sempre il loro tifo. Direi che il tifo nerazzurro ha fatto si che il Pisa sia stato ai vertici fra la C e la B. Senza un tifo così il Pisa non avrebbe avuto un futuro. Infatti qualsiasi imprenditore che prende il Pisa ha la forza di avere 10.000 tifosi che lo supportano”.

D. Invece la situazione a Lucca qual è?

R. “Lucca è una città che ha bisogno di credere che può tornare ad alti vertici, però necessita di investimenti ad alti livelli, anche se, allo stesso tempo bisogna assolutamente riconoscere i sacrifici delle persone che guidano attualmente la società e che hanno fatto di più di quello che potevano in base ai loro mezzi”.

D.Dove può arrivare questa Lucchese?

R. “È una Lucchese che può lottare per far sognare i tifosi e puntare ai playoff raggiungendo così un traguardo importante. Prima però dobbiamo raggiungere la salvezza per poi puntare ad altri obiettivi. Siamo convinti di avere la squadra giusta per centrarli”.

PISALucchese già in clima derby dopo le tre reti rifilate al Cuneo nel turno infrasettimanale. Nel dopo gara il bomber rossonero ex Viareggio Alessandro De Vena andato in gol su rigore, suona la carica in vista della gara con i nerazzurri, dopo il rotondo successo sui piemontesi al “Peschiero”. Continue reading…

PISA – Prosegue di pari passo la risalita di Gautieri e Gattuso rispettivamente il presente ed il passato recente del Pisa. Continue reading…

PISA – La vittoria di domenica scorsa all’Arena Anconetani contro una Viterbese in veste di capolista, è stata indubbiamente un toccasana importante per tutto l’ambiente nerazzurro, ma che non si deve affatto distrarre, perché il Pisa è atteso da una gara altrettanto difficile a Cuneo, contro una squadra che ha come obiettivo principale la salvezza, ma che vorrà ben figurare e darà filo da torcere agli uomini di Mister Gautieri. Ed a tal proposito, Pisanews ha voluto sentire come è l’umore in casa piemontese contattando telefonicamente un giocatore importante nello scacchiere della formazione piemontese: si tratta di Simone Dell’Agnello, classe 1992, livornese doc. Continue reading…

PISA – Gara casalinga importante,quella di domenica prossima,nella quale il Pisa affronterà, fra le mura amiche una Viterbese a punteggio pieno,che viene da una importante vittoria contro la Carrarese per 4 a 3 sicuramente una partita da prendere con le molle. E di tutto ciò noi di Pisanews ne abbiamo parlato contattando un doppio ex :si tratta di Roberto Gimmelli, classe 1982, difensore, attualmente in forza al Civitavecchia, in Eccellenza, che ha giocato alcuni anni nelle file della squadra viterbese e vive tutt’ora nella città laziale pur essendo originario della Puglia e che ha anche militato nel Pisa per due stagioni,dove giunse nei 2010 insieme a Federico Cerone e Ciccio Favasuli, ai tempi della presidenza Camilli -Battini, rimanendo altresi legato anche alla nostra città dove, tra l’altro è nato suo figlio. Continue reading…