Il personaggio

PISA – In casa nerazzurra si festeggia il compleanno di Mattia Minesso, l’attaccante di origine veneta giunto all’ombra della Torre Pendente nella sessione di mercato di gennaio dello scorso anno proveniente dal Padova ed uno dei protagonisti della promozione in B, è nato a Cittadella il 30 marzo 1990

di Maurizio Ficeli

La redazione di Pisanews nel farsi interprete dei sentimenti di tutti gli sportivi pisani formula a Mattia Minesso i migliori auguri per il compimento dei 30 anni che siano portatori di successi personali e calcistici per lui e per i colori nerazzurri.

AUGURI DI VERO CUORE ❤️ MATTIA MINESSO

PISA – Il Presidente del Pisa SC Giuseppe Corrado ha parlato venerdì 27 marzo ai microfoni di Punto Radio all’interno della trasmissione “Addosso ai fatti” condotta da Massimo Marini sulle frequenze 91.1 e 91.6 Mhz, raggiunto telefonicamente nella sua casa a Parma.

di Antonio Tognoli


Il patron nerazzurro esordisce: “È un periodo veramente brutto per il sistema calcio, che comporterà perdite notevoli a fine stagione. Tante sono le ipotesi sul piatto. Abbiamo fatto molte riunioni in teleconferenza con la Lega di serie B. Inutile dire che per far ripartire il sistema calcio servirà buon senso e ognuno dovrà svestire i propri panni e volere bene a questo sport. Il presidente Gravina ha più volte detto di voler terminare i campionati ed è in piena sintonia con me. È chiaro che Cosenza e Livorno non la pensano allo stesso modo perché vorrebbero l’annullamento del campionato. Bisognerà trovare fra tutti una linea univoca“. 

L’idea del presidente nerazzurro è quella di sacrificare l’estate e la pausa natalizia del prossimo anno, ma reiniziare a giocare: “Quando accadono fatti straordinari come una pandemia un terremoto o una guerra credo che bisogna trovare delle misure straordinarie. Quindi ipotizzando un ritorno in campo a maggio vorrà dire che l’estate la passeremo giocando, il campionato finirà più tardi e il prossimo anno pazienza se ripartiremo ad Ottobre sacrificando magari anche le prossime vacanze natalizie“.

Il numero uno nerazzurro non vuol nemmeno pensare all’annullamento del torneo: “Sarebbe un danno enorme per noi che contiamo così tanti abbonati. Sarebbe più grave sicuramente per noi che per Entella e Cittadella che portano allo stadio nemmeno duemila spettatori. Ma non solo. Sarebbe un danno per gli sponsor e tutto quello che ci portiamo dietro“.

Corrado parla anche della riduzione degli stipendi. “Stiamo parlando con l’Associazione Calciatori con Tommasi e Calcagno. È chiaro che con questo stop ne risente tutto il sistema calcio in fatto di introiti attivi derivanti dagli sponsor. Un azienda non può investire quello che vorrebbe nel calcio, così come un presidente che ha un azienda non può introitare nel sistema calcio. È una cane che si morde la coda. C’è da pensare a ripartire dopo questo brutto momento“.

La pausa legata al Covid-19 non porterà però conseguenze ai lavori per la nuova Arena Garibaldi. “Questa pausa traslerà solamente i tempi ma non comporta nessun altro contrattempo. Inizieremo i lavori in ritardo, ma i lavori partiranno in ogni caso a fine attività“.

Un pensiero legato ai tifosi: “Quando ripartiremo o il prossimo anno stiamo già pensando a sconti e ad iniziative per i nostri fidelizzati che stanno attraversando un brutto momento da cui speriamo di uscire presto“.

PISA – In questo periodo surreale dove tutto è fermo, a parte le attività essenziali e dove anche la pratica calcistica è bloccata, Pisanews ha voluto sentire il parere di Gianluca Savoldi ex attaccante nerazzurro. Il celebre “Dumbo-gol“, originario proprio di Bergamo, città che insieme a Brescia e Cremona, stanno vivendo un periodo ancora più critico rispetto ad altre zone del paese a causa della pandemia del Covid-19.


                                            di Maurizio Ficeli 


D. Grazie Gianluca, per la tua disponibilità, come stai vivendo questa situazione surreale?

R. “La sto vivendo in casa, in una situazione di stand by come tutti. Riguardo al lavoro che svolgo ho una partita I.V.A. essendo un libero professionista, oltre ad avere un negozio di ottica a Bergamo, che è un’attività commerciale di famiglia. Sono un lavoratore autonomo che quindi non rientra nella categoria di quei lavoratori che hanno una deroga per poter lavorare e direi che sono sfortunato da un lato mentre son fortunato dall’altro, perché stare a casa può anche essere un privilegio e non una punizione, mentre non poterci stare è un sacrificio per coloro che devono garantire servizi importanti quali la sanità ed i generi alimentari. Personalmente esco solo per fare la spesa, ma è chiaro che a livello di lavoro per me questi mesi sono improduttivi”.


D. Mentre a livello calcistico cosa stai facendo?

R. “Ho ricominciato da tre anni, tornando sul campo come allenatore, guidando per 2 anni gli under 19 della Pro Sesto, mentre questo anno sono a Lugano, in Svizzera, città vicina a quella di mia moglie, che è di Como, dove alleno gli under 17. Certo, il campo mi sta mancando, mi mancano le partite di calcio dei miei ragazzi e quelle del calcio in genere, comprese quelle dell’Atalanta, mia squadra del cuore“.


D. Sei stato a Pisa, piazza dove i tifosi ti ricordano sempre con grande affetto: hai avuto modo di informarti sul campionato della squadra nerazzurra?


R. “Premesso che le ultime partite, a livello generale, sono state vissute dai tifosi in maniera molto singolare con emozioni” strozzate “, sono molto contento che il Pisa abbia vinto il derby con il Livorno e che la squadra nerazzurra sia in serie B a lottare per qualcosa di importante, perché la salvezza non è accontentarsi ma è qualcosa di rilevante. Certo, il cammino sarà duro e ci sarà da soffrire perché la caratteristica del campionato cadetto è fatta di alti e bassi, ma il Pisa ha tutte le carte in regola per arrivare bene in fondo al campionato“.


D. Secondo te, vista la situazione attuale, si arriverà a portare in fondo i campionati di calcio?


R.”Sai, questa è una situazione in forte discussione, nella quale è difficile poter fare una previsione, almeno al momento, anche se a mio avviso sarà dura poter terminare il campionato regolarmente. Staremo a vedere, l’auspicio è quello di riiniziare presto, vorrebbe dire che questa emergenza sarebbe alla fine contro un “avversario invisibile“.


D. Riguardo all’emergenza Coronavirus, a tuo avviso è stato fatto il massimo o si poteva fare di più?


R. “Sicuramente sono stati fatti errori notevoli da chi avrebbe dovuto garantirci una protezione che non c’è stata. Ma ormai non è il momento delle polemiche, bisogna stare uniti per cercare di uscire da questa situazione. Ripeto, errori ne sono stati fatti oltre ad averci confuso le idee“.


D. Essendo di Bergamo, come stai vivendo la situazione nella tua città?


R.”Ne ho risentito anche a livello personale, avendo avuto sia persone vicine che mi sono venute a mancare e sia persone care nel “campo di battaglia”. Certo, ho paura per tutti i miei cari, ma spero che tutto torni alla normalità. Voglio però sottolineare che anche in questi momenti non è una cosa irrispettosa pensare anche al calcio, perché anche la gente ha bisogno di qualcosa con cui potersi distrarre, anche se nessuno vorrebbe ritornare negli stadi con certi pesi nel cuore“.


D. Visto che parliamo di calcio, la situazione dell’Atalanta, tua squadra del cuore, qual è la situazione?


R.”L’ Atalanta è in quarantena, ci sono stati diversi casi anche nelle squadre che la Dea ha incontrato come il Valencia. Per ciò che riguarda una realtà a noi vicina come il Brescia, vedo un po’ confuso il presidente delle rondinelle Cellino che afferma che il campionato deve terminare ora. Ma l’Atalanta rispetto al Brescia ha l’obiettivo della Champion ad aprile quindi di conseguenza sarebbe chiamata a riprendere gli allenamenti, anche perché la obbligherebbero le direttive Uefa”.


D. In questo momento come è la situazione della pandemia del Coronavirus nel triangolo che va da Bergamo a Brescia?


R. “Tra le province di Bergamo, Brescia, ed io includerei anche Cremona, siamo in una situazione drammatica, sembra il fronte di una guerra tipo quella del 1915/1918. Se da qualche parte di Italia si” cazzeggia “ancora, qui da noi c’è un grande silenzio, pochissima vita, con ospedali in situazioni drammatiche, dove non si fa altro che contare vittime, ora da 600 vittime siamo tornati ad oltre 700,quindi una situazione ancora lungi dal risolversi“.

PISA – Oggi lunedì 16 marzo è il compleanno di Francesco Belli. Il difensore nerazzurro, giunto ad inizio stagione all’ombra della Torre Pendente proveniente dall’Entella, è nato a Firenze il 16 marzo 1994 e si sta dimostrando un elemento prezioso nella compagine allenata da Luca D’Angelo.

di Maurizio Ficeli

La Redazione di Pisanews, nel farsi interprete dei sentimenti della tifoseria nerazzurra formula al calciatore di origine fiorentina i migliori auguri per il compimento dei 26 anni, con auspici di grandi successi personali e calcistici. 

🖤💙AUGURI DI VERO CUORE, FRANCESCO BELLI 🖤💙🎂🎉🎊

PISA – Dopo la vittoria nel derby con il Livorno, c’è un’altra occasione per far festa in casa nerazzurra, perché oggi lunedì 9 marzo è il compleanno del “portierone” Stefano Gori che compie 24 anni essendo nato a Brescia il 9 marzo 1996.

di Maurizio Ficeli

La redazione di Pisanews nel farsi interprete dei sentimenti della tifoseria nerazzurra formula all’estremo difensore bresciano, vera saracinesca e pedina fondamentale nell’economia della squadra allenata da Mister Luca D’Angelo, gli auguri più sinceri per il compimento degli anni con auspici di successi personali e calcistici per lui e per il nostro amato Pisa.

AUGURI DI VERO ❤️ CUORE GRANDE STEFANO GORI 🎂🎊🎉

PISAFrancesco Lisi è il grande protagonista del derby. La sua rete al minuto 63 ha deciso il match contro gli amaranto.

di Maurizio Ficeli

“Era importante per noi portare a casa i tre punti soprattutto in una partita come questa, sentita dai nostri tifosi. Certo sarebbe stato bello avere il pubblico ma importante era questa vittoria.

Sulla rete che ha permesso di vincere il derby: “Ho provato una gioia indescrivibile anche perché abbiamo riscattato il derby di andata dove avevamo mandato giù un boccone amaro e volevamo vincere a tutti i costi anche se si giocava in un clima surreale, ma l’importante è aver vinto”.

“Ora voglio condividere questa gioia con la mia famiglia e i miei compagni, dedico il successo a mio figlio Leonardo che compie gli anni tra poco. Dobbiamo giocare con questa mentalità, ogni partita dev’essere una battaglia, a cominciare dalla prossima partita a Salerno”.

PISA – A commentare il ritorno al successo del Pisa il match winner Luca Vido

di Antonio Tognoli

“Un gol importante per me è servito per sbloccarmi personalmente e alla squadra per fare tre punti pesanti che ci meritavamo. L’avevamo preparata bene sono contento”.

Vido racconta il gol: “Marius mi ha servito un ottima palla io ho pensato solo a calciare forte in quello spiraglio che era rimasto libero”

“Il calcio è strano. È capitato di segnare proprio alla mia ex squadra. A Perugia sosno stato bene, ma ora vesto nerazzurro e devo pensare solo al bene del Pisa”.

“A Crotone andremo per provare a vincere, anche noi da qui alla fine vogliamo toglierci delle soddisfazioni per far contenti i nostri tifosi”.

PISA – Oggi martedì 25 febbraio è il compleanno di Nicholas Siega. L’attaccante nerazzurro giunto all’ombra della Torre Pendente, proveniente dal Cittadella compie 29 anni essendo nato a Novara il 25 febbraio 1991 e si sta rivelando sempre più pedina fondamentale nell’economia del gioco della formazione guidata da mister Luca D’Angelo.

di Maurizio Ficeli

La redazione di Pisanews.net nel farsi interprete dei sentimenti di tutta la tifoseria pisana formula a Nicholas i migliori auguri per il compimento degli anni affinché siano portatori di successi sia a livello personale e calcistico per lui e per il nostro amatissimo Pisa.

AUGURI DI VERO ❤️ GRANDE NICHOLAS SIEGA 🎂🎉🎊

PISADavide Moscardelli analizza il momento dei nerazzurri dopo la sconfitta interna contro il Venezia.

“Non è un momento fortunato per il Pisa non può andar sempre così. Anche oggi abbiamo preso il pareggio nel momento peggiore. Peccato per la mia occasione. Avrei potuto far meglio centrando almeno la porta. Dobbiamo essere più cattivi sotto porta. La posizione di classifica non mi spaventa anche perché non l’ho mai guardata”.

PISA – Robert Gucher compie 29 anni. Il centrocampista austriaco, ormai un veterano della compagine nerazzurra, e’ nato a Graz il 20 febbraio 1991 e si sta confermando sempre più una pedina fondamentale nell’economia della squadra allenata dal tecnico pescarese Luca D’Angelo.

di Maurizio Ficeli

La redazione di Pisanews nel farsi interprete dei sentimenti di tutti i tifosi pisani formula a Robert Gucher gli auguri più sinceri per il compimento degli anni affinché siano forieri di successi personali e calcistici per il calciatore nerazzurro e per il nostro amatissimo Pisa.

❤️

AUGURI GRANDE ROBERT GUCHER!!

EMPOLI – Tanto rammarico nelle parole di Gaetano Masucci, autore del gol del momentaneo vantaggio nerazzurro al “Castellani”.

di Maurizio Ficeli

“Peccato, era quasi finita, avremmo potuto portare a casa un punto ma non serve recriminare, ci lecchiamo le ferite pensando alla prossima gara con il Venezia”.

“Ora e’ fondamentale mantenere un equilibrio per continuare a lavorare limando quei particolari che permettono di fare poi risultati positivi”.

“Dobbiamo ripartire. Siamo passati da essere a ridosso dai playoff a essere vicini ai playout, basta però indovinare un filotto di risultati positivi per dare una svolta a l nostro campionato”.

PISA – Oggi, sabato 15 Febbraio è il compleanno di Alessandro De Vitis. Il centrocampista nerazzurro, figlio d’arte, è nato a Piacenza il 15 Febbraio 1992 e si sta confermando sempre più una pedina importante nello scacchiere della squadra allenata da Mister Luca D’Angelo.

di Maurizio Ficeli

La redazione di Pisanews.net nel farsi interprete dei sentimenti di tutta la tifoseria pisana, formula ad Alessandro De Vitis i migliori auguri per il compimento dei suoi 28 anni che siano di auspicio per i migliori successi personali e calcistici per lui e per il nostro amato Pisa.

AUGURI DI VERO ❤️ ALESSANDRO DE VITIS

PISA – Il grande protagonista della giornata è Francesco Lisi secondo gol stagionale in B contro il Chievo che ha sancito il pareggio con un tiro a giro che ha toccato il palo e si è insaccato

di Antonio Tognoli

“Abbiamo fatto una grande partita, portiamo a casa meno di quello che meritavamo però andiamo avanti perché questa è la strada giusta”.

“Arbitraggio discutibile, rosso a Soddimo dubbio. La prima ammonizione è stata assurda, prima del gol del Chievo c’era un rigore per noi per un fallo di mano netto”.

“I nuovi si sono integrati molto bene con il gruppo: Caracciolo e Soddimo sono molto forti”.

PISA – Importante riconoscimento per il tecnico nerazzurro Luca D’Angelo. Al Centro Tecnico Federale di Coverciano sono stati assegnati lunedì 3 febbraio i premi ai migliori allenatori della passata stagione.

Come da tradizione, all’interno del corso di aggiornamento obbligatorio per gli allenatori professionisti gli stessi tecnici hanno espresso il loro voto per eleggere il miglior allenatore dei vari campionati professionistici (Serie A, Serie B e Serie C maschile).

Luca D’Angelo è salito sul podio del premio riservato alla Serie C assieme al vincitore Fabio Caserta (Juve Stabia) e all’allenatore del Pordenone Attilio Tesser. Questi i risultati emersi dalle urne:

Panchina d’oro (49 votanti)
1) Gian Piero Gasperini (Atalanta, 22 voti)
2) Sinisa Mihajlovic (Bologna, 13 voti)
3) Massimiliano Allegri (Juventus, 6 voti)

Panchina d’argento (49 votanti)
1) Fabio Liverani (Lecce, 22 voti)
2) Eugenio Corini (Brescia, 11 voti)
3) Roberto Venturato (Cittadella, 8 voti)

Panchina d’oro Serie C (98 votanti)
1) Fabio Caserta (Juve Stabia, 19 voti)
2) Attilio Tesser (Pordenone, 17 voti)
3) Luca D’Angelo (Pisa, 10 voti)

PISA – Dopo l’importante vittoria di Cremona c’è un ‘altra occasione per far festa in casa nerazzurra dove capitan Davide Moscardelli oggi compie 40 anni  essendo nato il 3 febbraio 1980.

di Maurizio Ficeli

La redazione di Pisanews.net nel farsi interprete dei sentimenti di tutta la tifoseria pisana formula a Davide Moscardelli gli auguri più sinceri per il compimento dei suoi 40 anni che siano portatori di successi a livello personale e calcistico.

❤️

AUGURI DI VERO CUORE DAVIDE MOSCARDELLI!!

PISA – Il nuovo arrivato Luca Vido, attaccante scuola Atalanta, veneto di Bassano del Grappa (Vicenza) è nato il 3 Febbraio 1997 ed è giunto al Pisa dal mercato di gennaio.

di Maurizio Ficeli

La Redazione di Pisanews, nel farsi interprete dei sentimenti di tutti gli sportivi nerazzurri formula a Luca Vido gli auguri più sinceri per il raggiungimento dei 23 anni che siano di buon auspicio per successi personali e calcistici sia per lui che per il nostro amato Pisa.

💙🖤AUGURI DI VERO ❤️LUCA VIDO 💙🖤

CREMONA – “Sembrava un film, non potevo immaginare un ritorno migliore di questo con una vittoria fantastica. Dopo aver fatto gol mi sono passati davanti i sei mesi che mi sono lasciato alle spalle”. Tutta la felicità nel volto di Eros Pisano che è il protagonista di questo Pisa che espugna in rimonta la gara con la Cremonese.

di Antonio Tognoli

“Ci siamo ripresi quello che abbiamo lasciato per strada sabato scorso con la Juve Stabia. Ringrazio il direttore e la dirigenza che mi ha permesso di essere qui e al gruppi che è davvero coeso e mi ha permesso di inserirmi bene. Adesso testa bassa cercando di migliorare e lavorare sempre meglio. L’importante stasera era conquistare i tre punti”.

“Il gol lo dedico a mia moglie e i miei figli che mi sono stati sempre vicini nei momenti difficili. Credo sia giusto dedicare il gol a loro”.

PISA – Un altro compleanno si festeggia in casa nerazzurra, quello del difensore Gianmarco Ingrosso che compie 31 anni, essendo nato a Gagliano del Capo, nel salento leccese il 28 gennaio 1989.

di Maurizio Ficeli

Professionista serio e pedina assolutamente importante nel reparto arretrato del team di mister Luca D’Angelo.

Pisanews coglie l’occasione per formulare al giocatore di origine leccese i più sinceri auguri sia di un pronto ristabilimento che di buon compleanno che siano portatori di successi personali e calcistici.

AUGURI DI VERO CUORE GRANDE GIANMARCO!!