Interviste

Interviste dal Pisa 1909

PISA – Il mister nerazzurro Luca D’Angelo analizza il netto successo del Pisa al “Del Duca” contro l’Ascoli.

di Maurizio Ficeli


Abbiamo giocato una grandissima gara, non semplice perché l’Ascoli è una buona squadra, ben messa in campo che ha giocatori forti, organizzata, aver vinto qui è una nota di merito, abbiamo fatto un gran primo tempo, poi nella parte finale della partita abbiamo gestito bene i loro giocatori offensivi”

“Siamo stati pericolosi in contropiede per triplicare e non abbiamo sofferto più di tanto la loro pressione. Riguardo a Mastinu è in crescita, ha fatto un bel gol coadiuvato da Palombi che ha messo un grande filtrante per Marin ed è stato molto bravo nell’assist e Mastinu ha fatto l’assist del gol di Marconi ha fatto poi la sua parte sia in rifinitura ed anche a difendere”.

“Non temevo il fatto di non avere alcuni giocatori, da Vido, Masucci, Sibilli, Varnier, Birindelli, Soddimo, ma quelli che sono scesi in campo mi hanno dato le risposte che volevo. Ora noi dobbiamo aspettare la Reggina, non sarà una partita semplice ma possiamo affrontarla al meglio. Stasera la squadra ha giocato bene ed ha meritato di vincere, forse potevamo essere più tranquilli ad inizio del secondo tempo, c’erano grandi spazi e siamo stati un po intimoriti dalla forza di spinta dell’Ascoli che non è stato pericoloso, ma poteva riaprire la partita“.

PISAFrancesco Lisi, non giocava da due gare, aveva una grande voglia di fare bene e al “Del Duca” è stato uno dei grandi protagonisti della vittoria nerazzurra.

Volevamo portare a casa a tutti i costi la vittoria, erano due gare che non giocavo, mi sentivo bene e sono veramente contento. Siamo un gruppo forte, non era facile preparare questa partita. Abbiamo dato un gran segnale la vittoria. In casa ci mnca da un pò il successo, sabato arriva la Reggina e dobbiamo subito prepararci a questa nuova battaglia

PISALuca Vido con il suo gol al minuto 58 ha dimezzato il momentaneo svantaggio con il Vicenza, ridando fiato alle speranze del Pisa, che poco dopo è pervenuto al pareggio.

di Maurizio Ficeli


Un pareggio giusto anche se comunque abbiamo lottato tutto il secondo tempo per riuscire a pareggiare a ed a vincerla. Dopo il primo gol subito, siamo andati un po’ in confusione, non siamo riusciti a tirare fuori le nostre potenzialità e li abbiamo un po’ subiti. Siamo rientrati negli spogliatoi, ci siamo guardati in faccia e ci siamo detti che bisogna avere una reazione da grande gruppo e l’abbiamo avuta. L’importante era pareggiarla, un punto contro una squadra che ci ha messo in difficoltà nel primo tempo dal punto dell’aspetto fisico, poi siamo venuti fuori, contenti di avere conquistato un punto importante per noi. Riguardo al mio gol, sono contento, un bel gol come quello di Luca Mazzitelli che è stato ancora più bello.Noi ora guardiamo avanti, la classifica è corta, noi andremo ad Ascoli con le nostre idee per fare risultato“. 

PISALuca Mazzitelli con uno splendido sinistro nella ripresa ha regalato al Pisa il pareggio. Sentiamo la sua chiave di lettura sulla gara contro i berici terminata 2 a 2.

di Maurizio Ficeli


È la terza volta di fila che segno e finisce due a due, ma stavolta su rimonta e sono contento di essere riuscito a riprendere una partita che si era messa male, c’è mancato forse l’ultimo sforzo per ribaltarla completamente, però possiamo ritenerci soddisfatti per la reazione che abbiamo avuto.Da parte loro sono stati due gol un po’ casuali, che non ci aspettavamo, ci abbiamo messo a riordinare le idee, è servito l’intervallo, abbiamo parlato un po’ e nel secondo tempo siamo entrati con un altro spirito e siamo stati bravi a segnare subito e potevamo tentare il colpaccio, ma anche loro avevano una buona gamba rispondendo colpo su colpo.Il mio gol è stato un bel recupero con Marin , abbiamo lottato in mezzo al campo contro due di loro, sono uscito dal contrasto, ho mandato Luca che ha crossa to, ho visto questa palla respinta dalla difesa che veniva verso di me, ho trovato il tiro ed è andata bene. Io sono a disposizione, cerco di migliorare, di crescere, ed interpretare le direttive del mister. Ad Ascoli non ci sarò perché squalificato, ma son sicuro dei miei compagni che andranno lì a fare una battaglia, perché per noi sarà importante riprendere quei punti che abbiamo perso ed io sarò il primo tifoso da casa“. 

PISA – Al termine della gara dell’Arena Anconetani, pareggiata dal Pisa 2 a 2  in rimonta con il Vicenza le parole del mister nerazzurro Luca D’Angelo.

di Maurizio Ficeli


Abbiamo recuperato un doppio svantaggio, non era semplice, è stata una partita molto strana, nel senso che noi siamo partiti bene nei primi 20 ‘ schiacciando il Vicenza negli ultimi trenta metri, abbiamo anche battuto due punizioni dal limite, abbiamo avuto alcune situazioni dove sembrava avessimo il predominio del gioco, dopodiché c’ è stato il loro gol su un cross, Dalmonte voleva crossare ed invece ha segnato un gol, poi c’è stato un eurogol di Meggiorini sul 2 a 0 e li siamo andati in difficoltà senza avere una buona reazione, mentre nel secondo tempo dopo il gol di Vido, abbiamo meritato il pareggio anche se oggi non eravamo in grande giornata. Il Vicenza poi ha effettuato tre cambi in attacco con giocatori molto fisici, noi faticavamo a contrastarli bene dal punto di vista fisico e perciò abbiamo anche rischiato di prendere il gol del 3 a 2 ma abbiamo avuto anche la possibilità di segnare con Soddimo. Dopo 5′ del secondo tempo vedevo che non riuscivamo a fare le nostre solite cose e grazie anche al suggerimento di Riccardo Taddei ho messo un 4-4-2 e le cose sono andate meglio e li abbiamo messi un po’ di più in difficoltà con due esterni in attacco. Comunque è un punto molto importante perché questo è un campionato difficile, lo dicono i risultati di oggi, le squadre di alta classifica hanno perso o pareggiato, quindi prendiamo questo pareggio con entusiasmo perché eravamo sotto di due gol a mezz’ora dalla fine ed averla recuperata va bene sotto tutti i punti di vista. Le partite sono tutte complicate, può essere una frase fatta ma la realtà lo dimostra, oggi il Lecce ha pareggiato a Pescara, la Spal ha perso in casa, il Frosinone ha perso a Cremona, ieri la Salernitana ha pareggiato a Reggio Emilia, le partite sono tutte difficili in questo torneo, perciò dobbiamo sapere che non aver perso oggi è molto importante. Riguardo all’Ascoli sarà una partita contro una buona squadra, ci vorrà una partita di grande intensità e sono convinto che i ragazzi lo faranno“.

PISA – Autore di una grande prestazione nella gara con l’Empoli è stato sicuramente Nicholas Siega, che ha recuperato una palla preziosa, lanciando  poi a rete Birindelli, il cui gol ha dato il momentaneo vantaggio alla squadra nerazzurra.

di Maurizio Ficeli

È stata una bella partita che abbiamo saputo interpretare molto bene, c’è un po’ di rammarico per il gol subito e per le occasioni avute, però sapevamo di avere di fronte una squadra importante, ma adesso pensiamo alla prossima partita. Siamo riusciti ad andare in vantaggio con Samuele Birindelli, e’ stato bravo a capitalizzare l’azione, io sono riuscito a recuperare palla per lanciarlo a rete.Il Pisa da questo trittico di partite con le prime della classe esce più che bene con squadre di livello importante, la nostra squadra può lottare con chiunque, siamo riusciti ad interpretare le partite molto bene però non ci dobbiamo accontentare ed andiamo avanti, noi dobbiamo raggiungere la salvezza prima possibile, pensiamo partita per partita e vediamo cosa riusciamo a fare“.

PISA – Al termine del derby fra Pisa ed Empoli conclusasi in parità l’analisi del match del mister nerazzurro Luca D’Angelo.

di Maurizio Ficeli


Avevamo fatto una buona partita nella gara interna con la Salernitana ed anche contro un Empoli ben messo in campo e con giocatori molto forti, a mio avviso, avremmo potuto vincere perché abbiamo avuto tante occasioni per raddoppiare, l’Empoli nel secondo tempo ha preso un po’ più di campo, ma noi ogni volta che attaccavamo, ci rendevamo molto pericolosi, c’è stato un salvataggio sulla linea su colpo di testa di Varnier ed il tiro a botta sicura di Marconi, sia nel primo che nel secondo tempo, avremmo dovuto fare il 2 a 0 per portare a casa la vittoria, perché poi ci sta che una squadra di qualità come l’Empoli, possa pareggiare anche con poche occasioni“.

Ripeto, abbiamo fatto una grandissima partita e dobbiamo essere soddisfatti della gara che hanno disputato i nostri giocatori. Noi dopo 30 secondi abbiamo sfiorato subito il gol con Gucher, poi le partite cambiano, ma ora pensiamo alla prossima gara, tenendo presente che abbiamo fatto una grande prova. Sul colpo di testa di Vido, un giocatore azzurro in area mi è sembrato avesse il braccio un po’ largo, voglio rivedere questa azione, detto questo, però, Manganiello ha arbitrato benissimo. Gucher ha fatto bene a Monza ed oggi, è stato bravo nel gioco di rottura su Stulac, molto bene lui e tutta la squadra, credo che l’Empoli abbia sofferto poche volte come contro di noi. Sui cambi ho voluto rinforzare il centrocampo con Marin e Belli per la fase difensiva, in quanto l’Empoli aveva preso campo, Vido è entrato molto bene ed ha avuto una doppia occasione per fare gol, è stato molto bravo Brignoli, Mastinu l’ho inserito perché non volevo abbassarmi dopo aver preso gol e Quaini perché mancavano pochi minuti ed avevo bisogno di gente più fresca a centrocampo. Stiamo comunque facendo bene a livello di rendimento e avremmo meritato qualche punto in più, ma ora bisogna guardare alla gara di sabato contro il Vicenza“.

PISA – Il tecnico nerazzurro Luca D’Angelo ha parlato nella consueta conferenza stampa alla vigilia del derby con l’Empoli.

di Maurizio Ficeli

Previsioni sul derby Pisa – Empoli: “È una partita che nasconde tante sofferenze per noi, perché è ovvio che incontriamo una squadra molto brava, ma allo stesso tempo noi possiamo dire la nostra nella gara di domani sera“.

Le gare dello scorso anno e quella di andata: “Le due partite dello scorso anno le abbiamo perse in maniera immeritata, mentre in quella di quest’anno all’andata l’Empoli ha giocato meglio di noi vincendo meritatamente“.

Sull’Empoli: “Abbiamo la possibilità di incontrare nuovamente questa squadra che per il momento è la migliore in questo campionato sia a livello di classifica e sia per ciò che propone in campo. L’ Empoli poi è partito bene in questo campionato e sta continuando, mentre noi abbiamo avuto qualche difficoltà in più sicuramente, però, come dico sempre, le partite hanno tutte una loro storia, sembra una frase fatta ma invece è la realtà, quindi domani sarà una nuova partita e mi auguro con un risultato diverso“.

Un confronto fra il Monza e l’Empoli: “Come organici, Empoli e Monza, insieme a Spal e Lecce, sono le migliori del campionato, l’Empoli ha grande regolarità nei risultati, gioca sempre 4312, mentre il Monza ha cambiato più volte, perché ha avuto un mercato più movimentato“.

Le condizioni della squadra: “La squadra sta bene, abbiamo recuperato tutti i giocatori, a parte i lungodegenti Masucci e Sibilli, gli altri ragazzi stanno tutti bene, c’è solo Pisano che ha un problemino alla schiena, perciò verrà valutato nella rifinitura, è stata una buonissima settimana, abbiamo tutte le possibilità per fare una grande partita perché serve quel tipo di gara per riuscire a vincere domani sera“.

Questione designazione arbitrale: “Si è parlato dell’arbitro, lo abbiamo fatto noi nelle settimane precedenti quando ci sono state situazioni a noi non favorevoli, rilevate anche da immagini televisive, lo ha fatto l’Empoli in settimana perché anche ai loro danni sono stati fatti sicuramente degli errori, però la designazione di domani penso che lasci tutti molto soddisfatti, perché Manganiello è uno dei migliori arbitri italiani e quindi fischiera’ quello che vedrà, mentre sul var siamo tutti d’accordo sul fatto che c’è ne sua urgente bisogno“.

Atteggiamento in campo: “Dobbiamo intanto cercare di giocare bene, perché questo è importante per fare risultato, giocare bene può significare tante cose, ma di certo non può mancare la grande voglia di arrivare in campo con grande tensione agonistica e poi tecnica e tattica, componenti che non dovrebbero mai mancare in una partita di calcio, la nostra squadra penso che possa ambire a tutte e tre queste situazioni ad altissimo livello anche domani sera“.

Il segnale che può dare il Pisa al campionato: “Credo che le partite vanno giocate al meglio possibile, è inutile guardare la classifica, bisogna solo fare più punti possibili per affrontare le prossime gare con voglia e determinazione“.

PISA – Il difensore Andrea Beghetto, classe 1994, laterale sinistro, appena arrivato a Pisa dal Frosinone si è raccontato dai gradoni dell’Arena ai microfoni di Pisa TV.

Sono molto soddisfatto della mia scelta di accettare la proposta del Pisa. Una piazza importante. Il gruppo mi ha accolto in una maniera davvero fantastica. Sono un ragazzo semplice e con poche pretese, cercando sempre di essere corretto fuori e dentro il rettangolo verde“.

La differenza con le altre piazze. “Pisa è una piazza più a misura d’uomo. Mi sono ambientato prima forse per la maggior esperienza rispetto ai miei trascorsi a Genova, Ferrara e Frosinone“.

Sul paragone con Roberto Carlos glissa: “Mi sembra esagerato. Sono uh esterno a cui piace crossare e calciare punizioni“,

Sugli obiettivi stagionali dice: “Sono orgoglioso della scelta della dirigenza del Pisa che sia andata a ricadere su di me. Spero che i risultati arrivino già in questi primi sei mesi in nerazzurro. Credo che questa squadra e questo gruppo hanno le potenzialità per fare grandi cose“.

PISA – Al termine della gara dell’U-Power Stadium dove il Pisa ha battuto il Monza per 2-0. Sentiamo l’analisi del mister nerazzurro Luca D’Angelo, che da la sua chiave di lettura riguardo alla vittoria di stasera.

di Maurizio Ficeli


Abbiamo giocato una buonissima partita, meritando il doppio vantaggio nel primo tempo sfiorando anche il terzo gol molte volte. Il Monza è stato pericoloso solo in una circostanza, poi nella seconda frazione abbiamo gestito bene“.

Quando Gori ha parato il rigore, noi siamo saliti molto a livello di motivazione e la vittoria è più che meritata. Vincere a Monza 2 a 0 vuol dire che tutta la squadra ha giocato una grande partita, Palombi si vedeva che stava bene, oggi non ha centrato pali e traverse ma ha segnato due gol e poteva segnare un terzo nel primo tempo. Quaini è un giovane interessante, proprietà del Pisa, quindi bisogna fare i complimenti alla società, a Gemmi e Corrado che lo hanno portato nella nostra squadra, perché è un ragazzo molto bravo. Noi sappiamo giocare a calcio e quando affrontiamo squadre di questo tipo, specie fuori casa, diamo il meglio di noi stessi. Abbiamo ora la partita con l’Empoli che sarà molto dura, ma con questo spirito possiamo vincerla“.

PISA – Un protagonista indiscusso di questo successo in terra brianzola, è senza dubbio il portierone nerazzurro Stefano Gori, che al 65′ ha neutralizzato un penalty tirato da Kevin Prince Boateng. Questa la sua analisi sulla prestazione di all’U-Power Stadium di Monza.

di Maurizio Ficeli


Al di là della prestazione personale, è stata più una vittoria di squadra perché ce la siamo sudata, potevamo colpirli qualche volta di più specie nel primo tempo, dove abbiamo avuto tante occasioni, però siamo contenti di come è andata a finire” .

Parare un rigore è sempre una cosa fuori dal comune, ci tengo a dedicarlo particolarmente ai fisioterapisti con cui ho avuto alla Juventus, perché vi assicuro che avere a che fare con me, non è una cosa facile, lo dedico quindi a loro per la bravura e la pazienza che hanno avuto“.

Il Pisa è una squadra che rispetto allo scorso anno, ha del materiale combattivo per fare un campionato di alto spessore. Ora ci godiamo due giorni di riposo e ricarichiamo le batterie in vista dell’Empoli“.

PISA – Al termine di Monza-Pisa l’analisi del mister dei brianzoli Cristian Brocchi riguardo alla sconfitta interna della propria squadra per 0-2.

di Maurizio Ficeli

“Oggi ci è andata male semplicemente perché siamo partiti male e non siamo riusciti a ricaricarci e a ripartire nella maniera giusta e con la giusta cattiveria agonistica giusta.

Abbiamo provato a reagire, nel primo tempo con alcune occasioni ed è andata male, nel secondo tempo con l’occasione del rigore è andata anche male. Diciamo che dopo nove risultati utili consecutivi è arrivata questa sconfitta che brucia e fa male, ma ci deve dare un segnale, un segnale che ci deve dire che dobbiamo affrontare tutte le partite con la carica giusta e cattiveria agonistica.

Oggi abbiamo sbagliato tutto, non si riesce neanche a dare una reale spiegazione. Pressione e lettura di gioco sbagliata sui due gol subiti, questo ci ha fatto male oggi. E mancato l’atteggiamento da squadra, quello che ha contraddistinto questo gruppo che è partito bene e ci ha portati dove siamo ora, ma la Serie B paga la continuità e quello che è successo oggi non deve più accadere.

Il 4-2-3-1 può essere un alternativa ma non dimentichiamoci dei nuovi acquisti che ancora si stanno ambientando. Adesso riposiamo e ripartiamo con la consapevolezza di andare a Verona e recuperare quello che abbiamo perso oggi.

Oggi contro il Pisa era una gara importante, atteggiamento sbagliato dopo tanti risultati positivi, non dobbiamo farci prendere dalla negatività, ma noi siamo forti e andiamo avanti come abbiamo sempre fatto. Adesso ci rimbocchiamo le maniche e ripartiamo, a partire dalla prossima gara col Chievo”.

PISA – Mister Luca D’Angelo ha parlato nella consueta conferenza stampa della vigilia sulla gara di venerdì 12 febbraio contro il Monza (ore 21) prima della partenza della truppa nerazzurra per la Brianza.

di Maurizio Ficeli

Sulla vittoria sfumata in extremis con la Salernitana: “Avevamo fatto un buon primo tempo ed un bellissimo secondo tempo ed avremmo meritato di vincere, su questo non ci sono dubbi. Si, in alcune situazioni abbiamo fatto degli errori ed è arrivato il pareggio, però va rimarcato che la prestazione è stata molto positiva“.

Il tecnico di origine pescarese ritorna sul finale di partita un po’ convulso: “Ero un po’ alterato, però sono cose di campo, anche se ci tengo a precisare che non ho detto niente inizialmente a Casasola, sono comunque cose che iniziano e finiscono lì. Non ho niente da dire a Casasola, anzi quando lo rivedrò, lo saluterò senza problemi“.

Sui giocatori a disposizione: “Abbiamo recuperato Belli, quindi sono tutti a disposizione, eccetto Marin squalificato, Masucci e Masetti“.

Sulla condizione della squadra: “Stiamo bene sotto tutti i punti di vista, veniamo da una buona partita che mi ha soddisfatto nonostante il risultato: è chiaro che subire una rimonta così ti lascia amarezza addosso, ma questo è il calcio e abbiamo subito la possibilità per rifarci“.

Sulla preparazione alla partita: “Certo, sarebbe stato meglio avere qualche giorno in più per prepararci perché veniamo da un periodo stressante, ma possiamo fare una grande partita perché abbiamo tanti giocatori a disposizione che possono darci una mano“.

Sul Monza: “È una buonissima squadra con giocatori importanti, ma noi abbiamo le potenzialità per fare bene e portare via punti. Ovviamente servirà una gara di grande intensità“.

PISA – Al termine della gara fra Pisa e Salernitana, terminata 2 a 2, l’analisi di Luca Mazzitelli che con il suo gol aveva portato sull’1 a 0 la compagine nerazzurra, ma non è servito a conquistare una vittoria che sembrava già in pugno.

di Maurizio Ficeli

Incredibile, è la seconda volta che ci succede, la gioia del gol rimane, anche se non è ancora coronata con la conquista dei tre punti, speriamo accada presto, speriamo che il prossimo gol permetta alla squadra di vincere una partita, perché questa ci lascia l’amaro in bocca, per come avevamo giocato ed eravamo andati in vantaggio, siamo molto dispiaciuti per aver perso tre punti importanti“.

Noi sappiamo che possiamo vincere contro tutti e guardiamo alla partita di venerdì con il Monza, se giochiamo come siamo capaci, gli episodi gireranno a nostro favore, ma ci dobbiamo mettere del nostro. Ce la siamo giocata sempre con tutti in casa e fuori ed anche stasera con la Salernitana. Sappiamo che siamo una squadra forte, ma sappiamo anche che il campionato è difficile e dobbiamo affrontare ogni partita come stiamo facendo, mettendoci ancora più voglia per arrivare al risultato. Con il Monza sarà una partita importante contro una squadra forte, ma andremo lì per fare risultato“.

PISA – Mettere in campo grande grinta e determinazione, “tutto quello che abbiamo per avere ragione della Salernitana“. Queste le parole di mister Luca D’Angelo rilasciate ai microfoni di Pisa TV riguardo alla gara di questa sera (ore 19) contro la Salernitana.

Martedì sera sarà una battaglia e per vincerla dovremo mettere in campo tutto quello che abbiamo“, ha glissato il tecnico nerazzurro.

La Salernitana è la prima delle tre grandi sfide che il Pisa dovrà affrontare nelle prossime tre giornate di campionato che lo vedranno opposto dopo i campani a Monza (venerdì 12 gennaio ore 21) ed Empoli all’Arena alle ore 18 sabato 20 febbraio.

PISAMarco Varnier tornava a giocare dal primo minuto dopo l’infortunio che lo ha costretto ai box per diverse settimane.

di Maurizio Ficeli

Perdere non è mai bello, poi oggi, dopo un sacco di occasioni create, lascia l’amaro in bocca, sicuramente meritavamo di più, peccato, perché in partite come queste bisogna portare a casa almeno un punticino. Ci siamo disuniti un attimo all’inizio e loro hanno trovato un gol abbastanza casuale e ci siamo fatti sorprendere, poi abbiamo accusato un po il colpo, prendendo il secondo, poi ci siamo riorganizzati, segnando il gol del 2 a 1 e la partita è cambiata, ma non dobbiamo ovviamente fare questi cali di concentrazione. Bisogna guardare dietro perché il nostro obiettivo è quello della salvezza, questa partita ci deve servire affinché in questo tipo di gare bisogna portare a casa almeno un pareggio e non perdere partite come queste.Ora martedì la Salernitana, non sarà una partita semplice, sappiamo come giocano, un calcio molto difensivo e contropiede, quindi ancora di più dovremmo fare marcature preventive, lasciare poco spazio ed essere più concreti davanti“.

PISAAndrea Beghetto ha fatto il suo esordio in maglia nerazzurra a Cremona dal primo minuto, purtoppo in una giornata sfortunata.

di Maurizio Ficeli


Sono contento di aver giocato la prima gara da titolare con la maglia del Pisa, avrei preferito portare a casa i tre punti anche perché, tolti i minuti iniziali dove abbiamo sbagliato un po’ a prendere le misure, poi abbiamo fatto una grande partita, dando tutto ciò che avevamo, tanti di noi sono usciti con i crampi, abbiamo dato tanto, corso tanto, creato tanto, penso sia un punto di partenza per migliorare di partita in partita. Ci sono sicuramente state situazioni dubbie, quindi, magari li poteva svoltare la partita, ma quando crei tanto, rischi di concedere, ma per come ho visto il Pisa sia oggi che con il Frosinone, da tutto per fare la partita e vincere, oggi siamo stati sfortunati in due tre episodi, però è vero che se ci fossero girati bene, si poteva tentare di vincere. Mi sento già parte di questo gruppo fantastico in cui spero di rimanere per tanto tempo e poi in campo cerco di fare il mio meglio. Ora abbiamo un bel tour de force a cominciare da Salernitana ed altre partite, bisogna guardare di partita in partita. La partita con la Salernitana è difficile, una squadra coperta, in zona playoff, che gioca molto sulle ripartenze, era seconda fino a poco tempo fa, bisogna interpretare bene la partita e di concludere, con un pizzico di fortuna in più“.

PISA – L’analisi del tecnico nerazzurro Luca D’Angelo al termine di Cremonese – Pisa che da la sua chiave di lettura su questa ingiusta sconfitta per 2 a 1 subita dalla propria squadra allo “Zini”.

di Maurizio Ficeli

Non siamo partiti bene, però dopo siamo rientrati in partita, abbiamo fatto il 2 a 1 e preso la traversa, poi diciamo che c’era un rigore più che evidente e nella successiva azione c’era l’espulsione del portiere, percio la gara è stata condizionata molto, oltre che dalla bravura della Cremonese che è una buona squadra e ha fatto una buona partita, anche da situazioni arbitrali a noi non favorevoli. Io non protesto mai ma certe situazioni si stanno verificando con continuità. A Chiavari ci fu negato il gol del 2 a 0 che era regolare, poi ci è stato dato contro un rigore inesistente, anche se io non ho detto niente. Gli errori degli arbitri ci stanno ma in partite tirate come queste possono essere determinanti. Detto questo la squadra ha fatto una buona partita, avrebbe meritato di più, ma ormai dobbiamo pensare alla prossima gara con la Salernitana. Sullo schieramento iniziale della squadra in campo volevo interrompere sul nascere le situazioni due contro uno sulla fascia dove la Cremonese è molto brava, abbiamo fatto a fasi alterne la fase difensiva, mentre a livello offensivo abbiamo creato tanto. Palombi ha colpito bene di testa, prendendo l’ennesima traversa, vorrà dire che farà gol la prossima volta, le altre volte che siamo stati pericolosi la palla è andata fuori di un nulla, mentre sulla situazione del rigore di Marin probabilmente se non ci fosse stato fallo, Marin tirava fuori, però era meglio non avere il dubbio.Marsura e Beghetto hanno fatto entrambi una buona partita con grande dedizione dal punto di vista tecnico e tattico. Ora abbiamo due giorni per preparare la partita con la Salernitana, però dobbiamo mettere in campo tutte le energie che abbiamo per essere pronti a questa battaglia di martedì sera“.