Cena su ponte di Mezzo: presenti il Ministro Salvini e il segretario Martina

PISA – La tanto attesa cena su ponte di mezzo sta per prendere il via. Presenti il Ministro dell’Interno Matteo Salvini, l’attuale Segretario reggente del Pd nonché ex ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina ha confermato in queste ore la sua presenza alla cena sotto le stelle. L’evento pisano di Toscana Arcobaleno d’Estate, in programma venerdì 22 giugno è organizzato da Confcommercio Provincia di Pisa e ConfRistoranti, con la collaborazione de La Nazione e del Gruppo Terziario Donna, la compartecipazione della Camera di Commercio di Pisa e dell’Ente Bilaterale del Turismo Toscano e i patrocini di Regione Toscana e Comune di Pisa.

Saranno tutti benvenuti e saranno nostri ospiti e soprattutto non si parlerà di politica”. E’ Federica Grassini, presidente di Confcommercio Provincia di Pisa, a escludere categoricamente ogni deriva politica e a smorzare quelle che considera interessate strumentalizzazioni sulla presenza del Vicepremier e Ministro dell’Interno alla cena sul Ponte di Mezzo: “Hanno cercato di creare un inaccettabile polverone rispetto ad un evento che ha tutti i crismi per essere qualcosa di unico e di originale. Il nostro invito, come avviene sempre, è rivolto a tutte le istituzioni, dal Governo, alla Regione al Comune, senza considerare in alcun modo l’appartenenza o il credo politico di riferimento di chi riveste ruoli istituzionali. Lo scopo è quello non solo di vivere una serata conviviale, ma di mostrare la bellezza e l’incanto della nostra città e del nostro territorio. Per noi è un vanto che abbia confermato la sua presenza il Vicepremier e e Ministro dell’Interno Matteo Salvini così come l’ex ministro della Politiche Agricole Maurizio Martina e tutti coloro che vorranno. Pisa ha assunto una meritata ribalta nazionale, e già questo è un successo”.

Abbiamo invitato gli stessi candidati sindaci impegnati nel ballottaggio Andrea Serfogli e Michele Conti alla cena sul ponte” – prosegue la presidente Grassini – “eppure, a nessuno sarebbe venuto in mente di accusarci di voler fare politica. La premessa dell’invito è sempre stata categorica e diametralmente opposta, ovvero: godiamoci la serata e per due ore niente politica”.

Senza tema di smentita, le nostre porte sono e saranno aperte per tutti, come è nostra abitudine e costume per ogni evento che organizziamo” – conclude la numero uno di Confcommercio Pisa: “per noi le istituzioni e i ruoli predominano e prevalgono sempre sulla colorazione politica dei singoli esponenti. L’obiettivo è chiaro: proveremo a trasformare ciascuno dei partecipanti in spontanei e convinti testimonial della città di Pisa”.

By