Centro storico. Litigare come scusa per rubare: denunciato un uomo

PISA – Un tunisino senza fissa dimora è stato denunciato per furto e rissa dai carabinieri dopo aver finto una lite con un connazionale tra i tavolini esterni di un locale del centro storico per creare scompiglio tra gli avventori e rubare gli oggetti lasciati incustoditi.

Il giovane, 28 anni, è stato rintracciato poco dopo da due militari fuori servizio nei pressi della stazione ferroviaria. Insieme a un connazionale aveva iniziato a fare finta di picchiarsi simulando anche l’impiego di coltelli afferrati nel bar e quando tra i clienti, per lo più studenti, si era scatenato il panico e avevano lasciato i loro effetti personali (telefoni cellulari e portafogli) sui tavoli ha arraffato gli oggetti ed è fuggito.

Dal locale intanto è partita la richiesta di intervento e due pattuglie dei carabinieri sono giunte sul posto ma ormai i due contendenti si erano dileguati. Solo più tardi uno dei due nordafricani è stato rintracciato e accompagnato in caserma dove è stato denunciato. La refurtiva è stata recuperata.

Fonte: ANSA

By