Centurioni? No, grazie. Cinque sanzioni al Duomo della Polizia Municipale

PISA – Tempo di magra per i centurioni romani che, sfrattati dai vigili della Capitale, hanno visto bene di dirigersi a nord, fermandosi nella città della Torre Pendente.

Peccato, però, che a Pisa, per gli artisti di strada, che qui arrivano in gran numero, esista una disciplina puntuale e precisa che la Polizia Municipale conosce molto bene, non fosse altro perché si trova ad applicarla da anni: 100 euro a chi esercita la propria arte nell’area monumentale, dove nessuno sfugge all’occhio attento (e vigile, appunto) del Nucleo del Duomo, presente tutti i giorni su entrambi i turni di servizio su quella che è senza dubbio una delle più belle piazze del mondo. E 100 euro si moltiplicano per due se gli artisti lavorano in coppia, come nel caso di specie, per farsi fotografare da ignari turisti, i quali magari non sanno (o non pensano) che i centurioni non fanno proprio parte della storia di Pisa. Ma allora che c’entrano? Ma a questo i centurioni non hanno pensato: cercavano una città affollata di turisti e l’hanno trovata ma non avevano fatto i conti con la Polizia Municipale di Pisa. Prima di sanzionarli (5 in tutto sono ad oggi i verbali redatti dagli uomini di via Battisti), però, la Polizia Municipale ha cercato di dissuaderli, spiegando loro che ci sono zone, come il Duomo, off limits ma anche are dove possono esibirsi , alla pari con gli altri artisti di strada. A quanto pare, però, non è servito, ed allora ecco fioccare i verbali , mal digeriti da questi robusti uomini in costume storico , diffidati dal tornare in città se non a costo di altre sanzioni.

By