Cerimonia battaglia El Alamein: Ministro Di Paola fischiato a Pisa

PISA – Il ministro della difesa Giampaolo Di Paola è stato fischiato al momento di entrare in campo allo stadio di Pisa per effettuare il giro d’onore di fronte ai reparti schierati della Brigata Paracadutisti Folgore durante la cerimonia di commemorazione del 70/0 anniversario della battaglia di El Alamein.

Dagli spalti è subito partito anche il coro ‘Liberi liberi’ scandito da alcune decine di ex militari per testimoniare solidarietà ai due marò detenuti in India. Uno dei promotori dell’iniziativa, un ex membro delle Forze speciali dell’Esercito italiano che voleva esporre in campo la bandiera tricolore con il fiocchetto giallo, simbolo di solidarietà per la vicenda dei marò, è stato invece accompagnato fuori dall’impianto dal servizio d’ordine. Durante il suo intervento, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale Claudio Graziano, aveva detto che “Il Paese è stretto nel ricordo dei due marò detenuti in India” “Nonostante la libertà di espressione, questo non è il momento delle polemiche, ma della fiducia negli organismi internazionali e nella giustezza della nostra richiesta di giudicarli in Italia”. Lo ha detto il ministro della difesa, Giampaolo Di Paola, durante il suo discorso per la commemorazione del 70/o anniversario della Battaglia di El Alamein, allo stadio di Pisa. Anche durante il suo intervento, dagli spalti sono arrivati fischi e il coro ‘Maro’ liberì. Quando, durante il suo intervento, Di Paola ha ricordato “i due fucilieri della marina in stato di fermo in India” i fischi si sono fatti più intensi e dagli spalti tanti ex militari hanno urlato la richiesta di “riportarli a casa”.

You may also like

By