Cesena – Pisa 2-0. Il Pisa non punge, doppio Rodriguez affonda i nerazzurri

CESENA – Il Pisa esce da Cesena a mani vuote nel Lunch-Match della quattordicesima giornata del campionato di serie B. La formazione di Gattuso cede al Cesena mostrando ancora una volta i propri limiti in fase offensiva. Eroe di giornata Rodriguez che con un gol per tempo fa conquistare a Camplone i primi tre punti sulla panchina bianconera dopo una lunga assenza è un digiuno di gol da quasi 500 giorni.

di Antonio Tognoli

Squadre rivoluzionate rispetto a quelle della vigilia. Molti cambi nel Pisa. Non c’è Ujkani titolare, ma nonostante l’impegno di poche ore fa con la nazionale kosovara raggiunge Cesena e si accomoda in panchina, così come Cani che effettua le operazioni di riscaldamento prima del Match, ma si siede in tribuna. Anche questo è una prova di attaccamento alla squadra da parte dei due giocatori di punta del Pisa. In difesa Crescenzi riprende il suo posto a scapito di Del Fabro. A centrocampo tutto o quasi invariato. Ci sono Verna e Di Tacchio sulla mediana con Sanseverino. In attacco Peralta esordisce quest’anno da titolare assieme a Varela ed Eusepi che torna dopo la bronchite. Rispetto alla gara persa contro il Bologna fuori anche Avogadri, Lazzari e Montella. Torna dopo l’infortunio Mannini che si accomoda inizialmente in panchina. Mister Camplone che deve rinunciare a Djuric e Garritano impaperanti con la nazionale, Vitale squalificato e all’indisponibile Schiavone schiera un 4-3-3 puro con Dalmonte, Ciano e Rodriguez che torna titolare. L’ultima gara di Rodriguez il 3 settembre scorso con la Spal.

IL PRIMO TEMPO. Sono più di cinquecento i tifosi che hanno raggiunto la vicina Romagna per questo lanch-Match dei nerazzurri. Sull’altra sponda i tifosi bianconeri scioperano per dieci minuti per l’orario di inizio della partita. Pisa in maglia nerazzurra, Cesena in maglia bianconera. Al 2′ la prima azione è dei padroni di casa con un traversone di Cinelli da sinistra che sbuca pericolosamente in area ed è controllato da Sanseverino che pulisce l’area. Il Pisa si predispone con un 4-3-1-2. Peralta gioca dietro a Varela ed Eusepi ed al 4′ lancia Varela: aggancio e tiro dell’uruguaiano, che si infrange sulle gambe di un difensore bianconero. Risponde il Cesena al 6′ con un destro “telefonato” di Cascione, che termina tra le braccia di Cardelli. Al 7′ dalla parte opposta fallo su Golubovic e punizione per i nerazzurri che però il giocatore numero venti nerazzurro calcia sull’esterno della rete. Il primo ammonito della gara è al 15′. A finire sulla lista dei cattivi è Kone per un fallo su Sanseverino nel cerchio centrale del campo. La prima azione veramente pericolosa la crea il Cesena allo scoccare del 20′: cross dalla sinistra di Falasco e colpo di testa di Ciano con palla che sfila sul palo opposto con Cardelli che vigila sulla traiettoria. Il Pisa gioca bene ma non sfrutta gli spazi concessi dalla squadra di Camplone e quando arriva ai sedici metri manca della stoccata finale. Al 28′ prima avvisaglia per la porta nerazzurra con un destro di Ciano che sibila il palo alla destra di Cardelli. Al 30′ arriva il gol del vantaggio cesenate: il Pisa perde palla a centrocampo Cinelli avvia l’azione e serve Dalmonte che di prima serve Rodriguez che deposita alla spalle di Cardelli: 1-0. Il centravanti di Camplone torna al gol dopo 462 giorni di digiuno. Al 31′ il Pisa risponde subito e c’è la prima azione dubbia della gara. Combinazione Varela-Eusepi, Cross in mezzo all’area Eusepi controlla spalle alla porta e termina giù. Chiffi fa cenno di rialzarsi all’ex centravanti del Benevento. Piove sul bagnato per la squadra di Gattuso. Infatti al 35′ si fa male Crescenzi che è costretto ad abbandonare il campo. Sul terreno del Manuzzi entra Del Fabro. Nello schieramento nerazzurro non cambia nulla. Negli ultimi minuti della prima frazione il Pisa chiude il Cesena nella propria metà campo ma non trova mai il guizzo vincente. Al 47′ però c’è un altra azione da moviola. Lisuzzo viene strattonato da Falasco in seguito ad una azione di calcio d’angolo. Ancora una volta Chiffi fa cenno di rialzarsi al difensore nerazzurro. Con questo episodio si chiude la prima frazione dopo tre minuti di recupero.

IL SECONDO TEMPO. La ripresa inizia con gli stessi effettivi dell’avvio su entrambi i fronti. I nerazzurri iniziano con la solita grinta con cui avevano terminato la prima frazione. Buon possesso palla, buon palleggio con azioni di aggiramento. Al 2′ sinistro di Peralta che termina sul fondo con i nerazzurri che chiedono il corner per una deviazione che alla fine Chiffi non concede. Al 7′ è ancora Pisa con una azione che però non va a buon fine per il passaggio di Peralta troppo lungo per Longhi che non ce la fa a raggiungere la sfera che termina sul fondo. Al 15′ ancora Pisa pericoloso sull’asse Varela – Longhi palla ancora in mezzo per la testa di Verna, che guadagna però solo un angolo. Al 17′ mister Rino Gattuso inserisce Mannini al posto di Peralta. Il Pisa prova a dare un po’ di profondità all’azione ma trova grande difficoltà al momento di andare al tiro. Al 21′ Golubovic ferma al limite Ciano e viene ammonito. Punizione dello stesso Ciano, respinta di Cardelli e Kone con il destro complice una deviazione colpisce il montante. Brivido per il Pis che si salva. Rischia ancora il Pisa qualche minuto dopo quando Laribi dai 25 metri vede Cardelli leggermente fuori dai pali e tenta di beffarlo con un pallonetto che termina di un soffio sopra il montante. Il Pisa risponde al 26′ con un destro di Mannini servito da Una sponda offensiva di Verna su Cross di Varela. Nelle fila nerazzurre dentro anche Gatto al posto di Sanseverino e per il Cesena Filippini subentra a Falasco. Sulla lista del taccuino di Chiffi al 85′ finisce anche Cascione autore di un brutto fallo su Varela. Sono cinque i minuti di recupero, il Pisa spinge, ma è il Cesena al 95′ a segnare con un contropiede di Rodriguez che salta Lisuzzo entra in area dalla sinistra e di piatto destro in diagonale trafigge Cardelli. Finisce qui la partita del Pisa che esce da Cesena con una sconfitta.

IL TABELLINO DEL MATCH

CESENA – PISA 2-0

CESENA (4-3-3): 1 Agliardi; 14 Balzano, 27 Ligi, 25 Capelli, 20 Falasco (83′ 3 Filippini); 23 Kone, 4 Cascione, 6 Cinelli (68′ 5 Laribi) 10 Ciano, 9 Rodriguez, 26 Dalmonte (76′ 34 Di Roberto). A disp. 32 Bardini, 2 Perticone, 16 Rigione, 17 Panico, 28 Setola, 35 Wolski. All. Andrea Camplone.

PISA (4-3-1-2): 22 Cardelli; 24 Golubovic, 13 Crescenzi (35′ 15 Del Fabro), 4 Lisuzzo, 3 Longhi; 8 Verna, 6 Di Tacchio, 27 Sanseverino (78′ 28 Gatto); 10 Varela; 20 Peralta (62′ 7 Mannini) 23 Eusepi 11 Montella. A disp. 1 Ujkani, 2 Avogadri, 11 Montella, 19 Lazzari, 30 Fautario, 35 Mudingayi. All. Rino Gattuso.

ARBITRO: Chiffi di Padova (Ass. Santoro – Prenna). Quarto uomo Zanonato

RETI: 30′ e 95′ Rodriguez (C)

NOTE: giornata fredda e nuvolosa, terreno in perfette condizioni. Angoli 3-6. Ammoniti 23 Kone (15′), 24 Golubovic (63′), 1 Agliardi (72′), 20 Falasco (80′), 4 Cascione (85′). Rec pt 3′, st 5′. Nel settore ospiti ci sono circa 500 tifosi al seguito della squadra nerazzurra. Spettatori 12.170 (Abb. 10116, paganti 2.054). Incasso 18.002

By