Cetilar main sponsor sulle maglie del Pisa Sc. Corrado sullo stadio: “Siamo fiduciosi, PEF in dirittura”

PISA – Il Pisa Sc chiude un altro importante accordo di partnership presentato nella mattinata di mercoledì 1 luglio presso la Sala Stampa “Passaponti” all’interno dell’Arena Garibaldi con PharmaNutra S.p.A., che prevede, per le ultime sette gare del torneo cadetto, l’applicazione del Logo Cetilar quale main sponsor sulle maglie nerazzurre.

di Giovanni Manenti

Cetilar già presente sulle maglie del Parma in serie A ormai da due stagioni. Questo accordo non fa che consolidare il rapporto già esistente tra il Pisa Sc e la società pisana fondata nel 2003 dai fratelli Andrea e Roberto Lacorte, in quanto quest’ultima già da un decennio fornisce un’assistenza dal punto di vista medico, con la fondata speranza che quanto siglato in questi giorni non possa che essere foriero di una collaborazione futura su basi sempre più consolidate e condivise.

Per una società come la nostra questo accordo rappresenta un qualcosa di importante, vista la notorietà del marchio PharmaNutra a livello sia nazionale che internazionale – afferms il presidente Giuseppe Corrado – e sono certo che saremo in grado di dimostrare di essere all’altezza della situazione, con l’unico dispiacere derivante dall’assenza di pubblico per l’esordio del marchio Cetilar per venerdì prossimo all’Arena contro il Cittadella. Se questa è una maglia prestigiosa anche per lo sponsor tecnico dell’Adidas, ritengo che il marchio Cetilar contribuisca a renderla ancor più appetibile e sono altresì convinto che potremo creare le basi per successive future collaborazioni che mi auguro quanto mai proficue, nel rispetto di quanto di buono fatto finora. I nostri rapporti con i precedenti sponsor erano più legati ad una maggiore localizzazione per effetto dei campionati che abbiamo disputato, ovviamente quando siamo saliti in B il panorama si è allargato e di conseguenza le opportunità sono variate in un ambito a livello nazionale, tutti aspetti che riteniamo assolutamente positivi sotto l’aspetto commerciale“, conclude Giuseppe Corrado.

Siamo molto felici di questo accordo perché siamo molto legati a Pisa e vedere il marchio Cetilar sulle maglie nerazzurre è una grande soddisfazione perché lega due importanti realtà del territorio e noi che abbiamo forti interessi nell’ambito sportivo, vogliamo coniugare l’aspetto economico con la volontà di una società che vuole tornare ai massimi livelli e che può contare su di una delle migliori tifoserie d’Italia, così che anche i tifosi potranno ammirare la bellezza del nostro marchio che ben si abbina ai colori nerazzurri della maglia. Non abbiamo alcun accordo per una prosecuzione del rapporto per la prossima stagione, ma non c’è alcuna preclusione da parte nostra in tal senso, intendendo verificare in questo periodo le possibilità di un implemento della collaborazione sotto una molteplicità di aspetti“, afferma Carlo Volpi di PharmaNutra.

A fine conferenza stampa un breve cenno da parte del presidente nerazzurro Giuseppe Corrado sul tema della Variante Stadio, sulla cessione di Gori, il disavanzo derivante dal lockdown e la prossima sfida al Cittadella. “Per quel che riguarda la problematica relativa allo stadio, noi siamo fiduciosi per quanto concerne una positiva definizione, confermando che il progetto definitivo ed il PEF sono ormai in dirittura d’arrivo, ribadendo che la ristrutturazione dello Stadio è prioritario per la nostra società, anche perché si inserisce in un piano di riqualificazione complessiva di un intero quartiere, con il solo rammarico di interferenze politiche che non comprendo come non trovi una unanimità di vedute, visto il positivo impatto che tale progetto avrebbe sulla città. Il lockdown ha avuto un impatto negativo importante sulle società da un punto di vista economico, per un danno quantificabile tra 1,5 e 3 milioni di euro, e noi come Pisa siamo stati tra le più penalizzate stante i mancati incassi al botteghino. Credevamo che alla ripresa ci potesse essere un calmiere nelle valutazioni di mercato, ma da quanto si legge sembra che non sia assolutamente vero, mentre la chiusura della cessione di Gori ci ha consentito di riequilibrare il disavanzo del periodo di chiusura, mentre sotto l’aspetto sportivo non posso che essere contento per come la squadra ha affrontato queste prime tre giornate dalla ripresa del campionato, augurandoci di fare venerdì prossimo i tre punti che mancano per una salvezza quasi matematica, anche se il Cittadella non dimentichiamolo è una squadra forte“.

Loading Facebook Comments ...
By