A Chiavari come al solito una tifoseria straordinaria

CHIAVARI – La sconfitta di Chiavari e’ una di quelle che fa male anche perché il Pisa specie nel primo tempo aveva fatto vedere buone cose. Ma questa sconfitta a cui bisogna reagire subito ha ancora una volta un grande vincitore:il pubblico pisano. 

                      di Maurizio Ficeli
Presenti anche a Chiavari in maniera colorata e compatta dando un bel colpo d’occhio a tutto lo stadio ligure a cui faceva da”contraltare” la curva di casa in numero nettamente inferiore e della quale si stentava a sentire i cori sovrastati da quelli imponenti e continui dei tifosi nerazzurri.
Pareva davvero di giocare in casa e dopo il primo gol dell’Entella, la tifoseria pisana ha aumentato l’intensità dei cori per caricare ancora di più la squadra verso il pari. Non c’è stato un attimo di sosta inframmezzato dallo sventolio continuo di bandieroni e fumogeni e a cui nemmeno il secondo gol dell’Entella e’ riuscito a frenare l’incitamento facendo sembrare davvero che la squadra che stesse vincendo fosse il Pisa.
Un pubblico caldo e anche corretto malgrado certe decisioni discutibili dell’arbitro Bitonti di Bologna sul penalty non concesso al Pisa per un fallo su Lisi in piena area. I giocatori a fine gara erano giustamente amareggiati come tutti noi ma come ha detto giustamente Gaetano Masucci dall’alto della sua esperienza “bisogna far tesoro degli errori, lavorare e ripartire”. Questo e’ il giusto spirito per reagire subito e i giocatori nerazzurri lo faranno sicuramente anche perché sono consapevoli di avere al loro fianco il grande patrimonio  di una tifoseria che non si arrende mai.
Abbiamo perso una battaglia peraltro dopo tre vittorie consecutive e non la guerra. Quindi diamoci dentro andando mercoledì a Siena per vincere, i tifosi pisani mai domi come anche oggi a Chiavari ci credono.
🔵⚫️FORZA PISA LOTTA DA ULTRAS🔵⚫️
Loading Facebook Comments ...
By