Chiuso il cavalcavia a Sant’Ermete per verifiche strutturali. La Città Metropolitana non ha competenza. La preoccupazione pentastellata

PISA – A seguito di sopralluoghi effettuati sul cavalcavia della FI-PI-LI di Via Vicinale dei Vignoli, richiesto da Global Service Strade nell’ambito dell’attività di monitoraggio, sono emersi cedimenti laterali alla struttura del ponte, tali da rendere necessaria la chiusura totale a tutti i veicoli per ulteriori accertamenti ed eventuali interventi di messa in sicurezza da parte di Città Metropolitane, gestore della SGC FI-PI-LI.

La Polizia Municipale di Pisa ha quindi disposto la chiusura del cavalcavia al traffico veicolare, con il posizionamento di barriere di cemento inamovibili, corredate da apposita illuminazione e segnaletica. Il cavalcavia è stato chiuso con blocchi di cemento che impediscano il transito ai mezzi agricoli e pesanti che lo utilizzavano eludendo l’ordinanza di stop al traffico in vigore dal 2014.

Il Comune di Pisa da tempo ha avviato il percorso di sorveglianza sui ponti, attraverso l’Ufficio infrastrutture, arredo urbano, edilizia pubblica su mandato dell’Assessorato ai lavori pubblici, e prevede un monitoraggio periodico utile per la programmazione degli interventi atti alla conservazione e all’adeguamento del patrimonio.

L’indagine conoscitiva viene periodicamente aggiornata, seguendo un metodo fondamentale per la programmazione degli interventi futuri sia in termini di priorità sia in termini di spesa complessiva: il piano delle opere del triennio 2019-21 prevede il finanziamento della spesa complessiva in sequenza di 500 mila euro.

IL PENSIERO DEL M5S. Il Movimento 5 stelle esprime preoccupazione per lo stato di salute delle infrastrutture toscane. “La chiusura del cavalcavia di Sant’Ermete – spiega il presidente del gruppo M5S Giacomo Giannarelli – dimostra ancora una volta quanto sia urgente agire sulla manutenzione ordinaria e straordinaria. Non siamo contrari alle grandi opere, né a interventi migliorativi della vita delle persone. Il nostro intento – prosegue – è da sempre quello di evitare ogni forma di spreco di denaro pubblico”. Se la rete viaria non è curata a dovere molte aree dell’entroterra rischiano l’isolamento. “Così come accaduto con la recente chiusura del ponte sulla E45 – conclude Giannarelli – molte zone della Toscana possono finire per essere marginalizzate con seri danni e ripercussioni in carico a persone e imprese”.

Viadotto zona Putignano-Sant’Ermete su Fi-Pi-Li: “Metrocittà Firenze non ha competenze sul rilevato”. Il Comune di Pisa ha disposto l’immediata chiusura di un cavalcavia che si trova sopra la superstrada Firenze-Pisa-Livorno nella zona di Putignano e Sant’Ermete in seguito ad alcuni “cedimenti strutturali” sulla parte laterale dell’infrastruttura. Circa questa situazione la Città Metropolitana di Firenze specifica che ad oggi la competenza sui rilevati di strade comunali e vicinali non è in capo all’ente, tranne in casi specifici concordati con i Comuni (ma non in questo caso). La Regione Toscana ha convocato una riunione per definire una convenzione sul passaggio dei sovrappassi dalla Regione ai Comuni alla quale parteciperà anche la Città Metropolitana, che è sempre disponibile alla collaborazione nel rispetto delle reciproche competenze e responsabilità.

By